Un’ondata di sushi vegano colpisce Los Angeles con 2 nuovi ristoranti

Gli abitanti di Angelenos sono stati colpiti da un’ondata di nuove opzioni di sushi vegano, incluso il primo ristorante omakase a base vegetale della città. Aperto all’inizio di questo mese, Kusaki, che prende il nome dalla parola giapponese per “pianta”, porta sushi vegano di fascia alta nella parte occidentale della città.

Kusaki vanta un ampio menu tutto vegano con sashimi e involtini di sushi a base di verdure creati da un team di chef di livello mondiale, molti dei quali hanno precedentemente lavorato in ristoranti stellati Michelin.

Gli avventori che desiderano un assaggio di sashimi possono scegliere tra Crispy Garlic Tuna (fatto con avocado, microgreens e coriandoli di alghe); Salmon Shiso (con wasabi, cipolle croccanti e aceto di shiso); e Sailfish Crudo (fatto con germogli di ravanello, yuzu kosho, ponzu e sale marino). Tonno, salmone, pesce vela, tonno scottato e calamari completano il menu di sushi nigiri vegano del ristorante.

Matt Herter/Trentatré palloncini

Gli angelenos in cerca di sushi ripieno di verdure possono scegliere tra la melanzana al miso (limone, soia, miso e glassa dolce); Fungo Tromba (ponzu, sale marino e wasabi); Butternut Squash (soia, limone, sale marino e wasabi); e Tamago senza uova (dashi, zucchero di canna e glassa dolce). Involtini di sushi e articoli non sushi come lo Shishito Burger, le patatine portobello e il budino al cocco e pistacchio al cioccolato fondente completano il menu per una variegata esperienza culinaria.

Insieme a Kusaki, la fondatrice e ristoratrice Jade Estrella mira a riempire il vuoto della città per un’esperienza culinaria di sushi vegana di alto livello. “Come vegano etico, è molto difficile, a volte persino impossibile, trovare sushi straordinario”, ha detto Estrella a VegNews.

“Quando l’ho assaggiato per la prima volta [Executive] Chef Dillon [Bolin’s] omakase a base vegetale, non posso credere di mangiare vegano. Sta davvero portando le piante a un livello superiore e ciò che abbiamo fatto qui a Kusaki è inventivo e rivoluzionario per il settore”.

VegNews.Seared TunaNigiri.Kusaki.MattHerterThirtyThreeWolvesMatt Herter/Trentatré palloncini

I commensali possono assaggiare lui stesso l’omakase di Bolin quando optano per il bar omakase da otto posti. Qui possono scegliere tra un menu dinamico di cinque o sette portate, rispettivamente per $ 75 e $ 105, in cui Bolin ha libero sfogo per curare l’esperienza di ogni commensale con i piatti che sceglie.

Niku Nashi porta più sushi vegano a Los Angeles

Come Kusaki, il nuovo concept Niku Nashi offre più opzioni di sushi vegano agli affamati Angelenos. Inaugurato il 14 febbraio, Niku Nashi si troverà all’interno di A Plant-Based Bar (APB), un nuovo concetto che offre solo vino certificato vegano, cocktail artigianali e un happy hour a prova di zero.

La residenza permanente di Niku Nashi all’interno dell’APB è guidata dallo chef Niko Zaragoza. Zaragoza ha precedentemente lavorato come consulente presso Kensho, un ristorante di sushi vegano nella vicina contea di Riverside che ha ottenuto un seguito di culto. Al di fuori dei concetti completamente vegani, Saragozza ha collaborato con ristoranti per sviluppare sushi a base vegetale, ha detto un portavoce a VegNews.

VegNews.NikuNashi.RyanTanakaRyan Tanaka

Anche se Niku Nashi aprirà il mese prossimo, il concetto di sushi vegano ha preso in giro diversi piatti al festival gastronomico Vegandale dello scorso anno a Los Angeles. Qui, i piatti includono Tempura Pearl Oysters (funghi di ostrica fritti conditi con cipolle verdi e furikake serviti con salsa aioli all’aglio); Sashimi di tonno (fette di tonno a base di konjac condite con yuzu kosho e caviale vegetale); e il Golden Niku Nashi Cut Roll (un rotolo fritto ripieno di granchio vegano, cetriolo e avocado condito con sriracha, cipolla verde, salsa aioli piccante e unagi). Offre anche piatti fusion come Ceviche Tacos (guscio di taco avvolto da gyoza ripieno di tonno vegano, salmone, pomodoro, cetriolo, cipolla rossa, avocado, coriandolo e caviale).

Anche se non ancora finalizzato, il menu di Niku Nashi include involtini senza tonno agli agrumi e sashimi di capesante. Dopo l’apertura della residenza permanente di Niku Nashi all’interno di APB, Zaragoza e il partner Brad Saltzman hanno in programma di espandere il concetto di sushi vegano con più sedi a proprio nome.

Il sushi vegano è sostenibile

Mentre la crisi climatica causata dall’uomo continua a provocare il caos in tutto il mondo, gli oceani del mondo sono sempre più vulnerabili all’esaurimento.

Secondo uno studio del 2010 pubblicato sulla rivista scientifica Biologia del cambiamento globalei pesci importanti per l’industria giapponese del sushi, tra cui tonno, calamari, gamberi e salmone, dovrebbero diminuire drasticamente entro il 2055. Stiamo già assistendo alla pesca eccessiva e all’impatto della crisi climatica sulla vita marina.

VegNews.VeganSushi.NikuNashi-2Niku Nashi

Anche Wasabi deve affrontare un futuro instabile. Nel 2019, il World Economic Forum ha riferito che una stagione di tifoni particolarmente violenta ha devastato le fattorie giapponesi di wasabi. Il wasabi è tradizionalmente coltivato lungo i corsi d’acqua in valli strette ed è quindi vulnerabile alle condizioni meteorologiche avverse. Poiché la crisi climatica rende più comuni forti tempeste e temperature senza precedenti, la produzione di wasabi è minacciata.

L’ascesa del sushi vegano e dei frutti di mare a base vegetale, quindi, arriva in un momento critico in cui sono necessarie opzioni sostenibili per ridurre l’esaurimento dei nostri oceani.

Per le ultime notizie vegane, leggi:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *