Il pizzaiolo italiano porta una fetta d’Italia nelle cucine di Cambridge

Dopo aver sentito nostalgia di casa e aver desiderato ardentemente la cucina casalinga di sua nonna, uno chef locale ha deciso di portare la sua cucina autentica nelle cucine di Cambridge e condividere la sua cultura con la città.

Il suono del fuoco scoppiettante riempie la cucina, la farina è sul bancone e l’odore della mozzarella che si scioglie ti fa sentire come se fossi nella cucina della famiglia Motola sul mare italiano.

Dopo aver lasciato la sua piccola città italiana, il pizzaiolo Giuliano Motola cerca di portare un pezzo del suo paese con sé e nelle case dei residenti di Cambridge.

Da quando poteva ricordare, Motola ha detto che sarebbe entrato a casa di sua nonna in Puglia, in Italia, e l’avrebbe trovata in cucina a preparare il miglior cibo che avesse mai mangiato, tutto da zero.

“Stava preparando l’impasto per la pizza o la pasta fatta a mano”, ha ricordato Motola. “Tutti in Italia sanno cucinare, ma il suo cibo è proprio come a casa”.

Trascorrendo del tempo con sua nonna in cucina, studierà le sue ricette e come cucina. Questo lo ha portato in un viaggio culinario che lo avrebbe portato fino a New York City a soli 18 anni.

Con solo $ 500 in tasca e un sogno, nel 2018 si è recato negli Stati Uniti per perseguire la sua passione e lavorare in una delle città gastronomiche più diverse al mondo.

“La cucina è la mia vita e ho avuto un’incredibile opportunità di andare a lavorare in un ristorante italiano nella grande mela, dovevo andare”, ha detto. “Non ho nemmeno un conto in banca, sono ancora giovane, ma so che è quello che voglio fare”.

Ha lavorato in un affollato ristorante italiano a New York e ha preso una buona dose della vita della grande città. Arrivare da una piccola città in Italia in una delle città più popolose del mondo è stato un enorme shock culturale per Motola.

Dopo aver trascorso sei mesi a New York, ha deciso di rallentare un po’ e vivere con una famiglia in Canada. Stando con alcuni membri della famiglia di suo padre nella GTA, Motola ha lavorato in più ristoranti per mantenere vivo il suo sogno di possedere un ristorante.

Poi, nel 2020, COVID ha colpito e il settore dei servizi è stato sostanzialmente chiuso. Motola è disoccupato e il suo obiettivo di diventare lo chef del suo ristorante italiano improvvisamente non sembra molto promettente.

“Sono seduto a casa senza niente da fare, niente lavoro, niente. Mi chiedevo se avessi sbagliato a stare qui in Canada e se dovessi tornare in Italia”, ha detto. “Avevo nostalgia di casa e avevo bisogno di trovare delle risposte, quindi ho cercato qualcosa che mi facesse sentire come se sono a casa”.

Motola ricordava che sua nonna cucinava sempre questi piatti fantastici e voleva provare di nuovo quel senso di nostalgia. Ha viaggiato alla ricerca di una pizza che lo facesse sentire come se fosse tornato nella sua cucina, si è seduto e ha mangiato una fetta di autentica pizza italiana.

“Sono stato nei posti più affollati, catene di pizzerie e negozi di mamma e pop, ma niente è paragonabile e mi riporta alle mie radici in Italia”, ha detto Motola.

Senza successo nel catturare questa balena bianca di pizza, decise di rivolgere la sua attenzione alla creazione del suo impasto perfetto, qualcosa che aveva sempre sognato di fare.

“Quando lavoravo in questi ristoranti, facevo così tante pizze, avevano sempre le loro ricette, quindi non potevo crearne di mie”, ha detto Motola. “Non voglio fare il cibo degli altri per sempre, sono venuto qui per un motivo ed è quello di avviare la mia attività e produrre il mio cibo”.

Motola ha trascorso tre mesi a trovare le migliori ricette e importare tutti gli ingredienti direttamente dal suo paese d’origine. Il suo obiettivo è renderlo il più autentico possibile, pomodori italiani, farina e la mozzarella più fresca disponibile.

20230122-pizza-jm2

“Il modo in cui i pomodori crescono al sole nel suolo italiano ha un tale effetto sul gusto, tutta la farina ha un sapore specifico”, ha aggiunto Motola.

Ha iniziato a fare le sue pizze e a servire gli amici e gli eventi familiari. Si è rapidamente trasformato in una piccola attività di ristorazione dove portava il suo forno per pizza alle feste e preparava pizza fresca per i partecipanti agli eventi.

Dopo alcuni mesi, si è trasferito a Cambridge e le cose sono rallentate. Ha iniziato a svolgere un normale lavoro di produzione qui in città e la sua produzione di pizza si è trasformata in una piccola attività secondaria.

“Molti dei miei contatti e clienti sono nella GTA e faccio il pendolare per fare alcuni eventi, ma sta diventando troppo”, ha detto Motola. “Ho bisogno di espandere la mia attività nella regione di Cambridge e Waterloo.”

Ha visto che i ristoranti locali aperti sarebbero stati chiusi dopo solo pochi mesi di attività e che le persone sarebbero rimaste a casa e avrebbero cucinato più pasti, quando ha avuto un’idea.

“Ho pensato, posso preparare pizze fresche surgelate per le persone e vendere il mio impasto, la mozzarella e la salsa in un kit in modo che le persone possano farcela a casa”, ha detto. “Ho una cucina qui a casa e seguo tutti i protocolli di salute e sicurezza”.

20230122-pizza-jm5

Motola ha sempre voluto portare la sua cultura e la sua cucina nelle case delle persone e permettere loro di sperimentare l’autentica cucina italiana. Ha fatto un post su Facebook sulla vendita di pizze e impasti e la risposta che ha avuto lo ha scioccato.

“È fantastico, ho pubblicato il mio post e sono stato inondato di richieste”, ha aggiunto. “L’Hespeler Farmers Market mi ha persino contattato e vogliono che apra uno stand in estate”.

Vende sacchi di pasta e ingredienti freschi per la pizza a coloro che vogliono fare il proprio cibo a casa. Vuole soddisfare le esigenze di chi vuole stare a casa e non mangiare fuori, ma anche mangiare qualcosa di alta qualità e gusto.

In futuro, Motola vuole uscire dalla cucina di casa e trasferirsi in uno spazio commerciale dove poter avere una vetrina e vendere altri prodotti italiani importati. Questo gli darà l’opportunità di aiutare altri dall’Italia a venire in Canada e portare la conoscenza della cucina e l’opportunità di vivere qui.

“Sono fortunato a poter venire in Canada e iniziare una vita fantastica. Se posso aiutare le persone da casa a venire qui e lavorare, è un sogno”, ha detto.

Motola sta ora prendendo ordini per kit pizza, impasti e pizze surgelate attraverso la sua pagina Facebook.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *