Gli chef Ben Bebenroth e Jonathan Bennett aprono Boom’s Pizza a Lakewood – foto

LAKEWOOD, Ohio — Come molte persone, lo chef Ben Bebenroth si è fermato durante la pandemia per fare il punto della sua vita e pianificare perni professionali. Entro un giorno dopo la chiusura del governo. Ristoranti Mike Dewine in Ohio Nel marzo 2020, Bebenroth ha chiuso Spice Kitchen + Bar a Gordon Square. Ha deciso di concentrarsi sulla sua attività di ristorazione e sul lavoro senza scopo di lucro mentre cercava una nuova direzione.

All’epoca disse: “La cucina raffinata a servizio completo non è ciò di cui il mondo ha bisogno in questo momento, e probabilmente non è ciò che servirà al meglio la comunità quando sarà sicuro riaprire i nostri ristoranti e bar. Mentre lo Spice Kitchen + Bar che conoscete non tornerà, riapriremo come una nuova versione di noi stessi, più adatta alla nuova “normalità” all’orizzonte. Stiamo lavorando su come sarà man mano che le cose si evolvono e ti terremo aggiornato.

Quasi tre anni dopo, Bebenroth torna con un concetto che si adatta alla nuova normalità. Boom’s Pizza aprirà martedì 25 gennaio al 14730 di Detroit Ave., Lakewood, nell’ex spazio Campbell’s Popcorn. Ha venduto l’ex spazio Spice Kitchen al 5800 di Detroit Avenue allo chef Jill Vedaa.

La pizzeria prende il nome dal nonno di Bebenroth. «È un soprannome che gli ho dato quando ero giovane. È rimasto bloccato “, ha detto. “Ogni nipote lo ha chiamato ‘Boom’ per il resto della sua vita”.

Boom’s Pizza è stata concepita durante la pandemia. (Foto di Parigi Wolfe)

Durante la sua pandemia, Bebenroth ha fatto un esame di coscienza e ha riflettuto sulla sua eredità, sulle lezioni di vita e sull’eredità del nonno. “Ho pensato ‘Di cosa si tratta?’”, ha detto. “Sono intrappolato dietro il mio ego cercando di essere creativo ed essere il migliore, ma alla fine nessuno ne trae beneficio. Alla fine, se ti manca la tua vita familiare e accendi la candela da entrambe le parti, qual è il problema punto?”

Pertanto, ha collaborato con lo chef Jonathan Bennet (JB) precedentemente di Moxie e Red the Steakhouse. Bennett è entrato a far parte di Spice Hospitality Group come Chief Culinary Officer nel 2020. Insieme hanno lanciato il nuovo concetto di pizza, una pizzeria da 44 posti che serve pizze tradizionali e speciali, nonché una gamma di vini, birre e cocktail artigianali.

Invece di gestire il negozio da un tagliere, Bebenroth e Bennett danno potere e danno potere ai lavoratori. Include Herb Kettleson come manager di apertura ed Emmy Osicka come manager di front house.

Bebenroth non sta abbassando le sue aspettative di qualità, le sta solo cambiando. La ricerca e lo sviluppo sono andati a creare la torta migliore. “JB e io abbiamo preso sul serio la produzione di pasta per due anni”, dice. “Abbiamo iniziato a parlarne durante la stagione degli asparagi 2020”.

Oltre a testare diverse ricette e ottenere feedback dal pubblico durante la pandemia, si sono recati all’International Pizza Expo 2022 a Las Vegas. “Abbiamo partecipato a laboratori di pizza”, ha detto. “Ci siamo incontrati [pizza expert] Toni Gimignano. Gli chef condividono ricette, tecniche, fonti di farina e altro ancora.

Il pizzaiolo di Boom

L’impasto della pizza è una scienza e fare la pizza è un’arte al Boom’s Pizza. (Foto di Parigi Wolfe)

“Quando siamo tornati, abbiamo davvero iniziato a dedicarci alla scienza”, ha detto. I segreti includono la farina King Arthur, una ciotola calda, una temperatura dell’impasto di 74 F e un risultato del 67% di umidità. L’impasto finito viene fermentato a freddo per 48 ore che distrugge il glutine e aumenta la digeribilità.

“Non sentirai quella bomba intestinale che proviene da farina economica e pasta fatta lo stesso giorno”, dice. Invece, Boom serve pizza neo-napoletana artigianale che è da qualche parte tra lo stile napoletano e quello newyorkese. “È sciolto e croccante, non gommoso e duro.”

La pizza è perfetta quando esce dal forno. Chi lo porta a casa può metterlo in un forno a 450 F per ripristinare le migliori qualità.

Il menu include 10 torte rosse e tre torte bianche e costruisci la tua torta. Nel menu sono presenti anche due insalate e alcuni antipasti. Il dessert era semplicemente barrette Klondike – vaniglia, croccante e menta – come Bebenroth tirato fuori dal congelatore del seminterrato dei suoi nonni.

Le sfide della manodopera vengono affrontate fornendo un servizio di sportello invece dei camerieri per lo spazio da 44 posti. I commensali ordineranno allo sportello, quindi ritireranno le bevande. Le pizze saranno consegnate al tavolo appena pronte.

Le bevande includono birre in lattina, cocktail, bevande arricchite con CBD e alcune opzioni di vino naturale. Sono disponibili anche asporto e consegna.

Per ulteriori informazioni, visitare boomspizza.com

Paris Wolfe è una reporter di vita e cultura per il Cleveland. com. Ha un interesse speciale per il cibo e la ristorazione. Puoi contattarlo con notizie su ristoranti e cibo e idee per storie su pwolfe@cleveland.com. Ecco una directory dei suoi ultimi post. Seguila su Instagram @pariswolfe.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *