Allerta meteo nel Regno Unito: la primavera potrebbe essere ritardata

JERKING La Gran Bretagna è in allerta per un potenziale whiteout “Bestia dall’est” mentre i meteorologi lanciano l’allarme per l’improvviso collasso del vortice polare.

I modelli meteorologici hanno concordato nelle ultime 24 ore che un Sudden Stratospheric Warming (SSW) – il driver del grande congelamento di febbraio 2018 – è probabile alla fine di questo mese.

Il fenomeno fa scendere una cupola circolare di -50°C sopra il Polo Nord, guidando un pennacchio freddo nelle regioni di media latitudine, incluso il Regno Unito, 10 giorni dopo.

Alcuni esperti hanno avvertito che il vortice potrebbe dividersi ulteriormente, mettendo la Gran Bretagna e parti d’Europa in prima linea per una grave ondata di freddo che durerà fino a febbraio.

La neve pesante tornerà nel Regno Unito il mese prossimo con il ritorno della Bestia dall’Est

Gli eventi SSW sono stati alla base di devastanti gelate nel febbraio 2018, nell’inverno dal 2009 al 2010 e all’inizio del 2013, quando le temperature rigide sono durate fino ad aprile.

James Madden, meteorologo di Exacta Weather, ha dichiarato: “Recenti modelli meteorologici stanno iniziando a mostrare la divisione del vortice polare come risultato di un evento di riscaldamento stratosferico improvviso.

“Ciò potrebbe influenzare il clima del Regno Unito portandoci più neve e freddo all’inizio di febbraio, e questa ondata di freddo potrebbe prolungarsi, forse ritardando l’inizio del clima più mite della primavera.

“L’evento SSW potrebbe portare a una grave interruzione del vortice polare, e questo mette il Regno Unito a rischio di condizioni climatiche più fredde e nevose nelle prossime settimane”.

Un forte SSW ha portato la Bestia del 2018 dal gelo di febbraio orientale che ha lasciato parti della Gran Bretagna sotto un centimetro di neve.

Il vortice polare si è schiantato sull’Europa orientale consentendo a un vasto sistema di alta pressione di svilupparsi e trascinare venti orientali carichi di neve nel Regno Unito.

Avviso neve: il riscaldamento e il collasso del vortice polare potrebbero scatenare un'esplosione artica

Avviso neve: il riscaldamento e il collasso del vortice polare potrebbero scatenare un’esplosione artica

I meteorologi rimangono incerti su dove atterrerà il Vortex se si materializzerà un SSW.

Tuttavia, molti concordano sul fatto che i venti nel vortice polare stratosferico stiano rallentando, il segnale rivelatore di un imminente evento SSW.

Scrivendo su Twitter, la dottoressa Amy Butler, scienziata dell’atmosfera presso la National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA) degli Stati Uniti, ha dichiarato: “Almeno un SSW minore è probabile alla fine di gennaio”.

Gavin Partridge, di GavsWeatherVids, ha affermato che il modello di previsione meteorologica GFS-Global Forecasting System ha mostrato la “scissione” del vortice polare stratosferico alla fine di questo mese.

Il meteorologo britannico Marco Petagna ha scritto: “GFS…continua a suggerire 2 periodi di riscaldamento [the North Pole]…con un [second] episodio più chiaro [suggesting] un grande… improvviso riscaldamento stratosferico.

James Peacock, capo meteorologo di MetSwift, ha aggiunto che entro la fine di gennaio il vortice polare si sposterà in Scandinavia.

Tuttavia, mentre gli eventi SSW hanno precedentemente acceso la miccia per i grandi periodi di freddo in Gran Bretagna, le temperature sotto lo zero, la neve e le bufere di neve non sono ancora garantite.

Il Vortice Polare potrebbe scaricare la sua consegna ghiacciata nelle Americhe, nell’Europa continentale o in Asia, mettendo quelle regioni in un “terribile” congelamento, dicono gli esperti.

Ciò potrebbe avere un impatto sul clima del Regno Unito accendendo la corrente a getto e dirigendo le tempeste sulla Gran Bretagna, come è successo all’inizio di quest’anno quando l’America si è congelata.

Jim Dale, meteorologo per i servizi meteorologici britannici, ha dichiarato: “Penso che sia probabile che si verifichi un improvviso riscaldamento stratosferico, ma ciò non significa che il vortice polare colpirà la Gran Bretagna.

Molte mappe meteorologiche ora mostrano l'evento SSW che

Molte mappe meteorologiche ora mostrano l’evento SSW che “divide” il vortice polare

“È un po’ una lotteria dove atterra, perché tende a dislocarsi in regioni continentali come America, Europa e Asia.

“Tuttavia, ciò non significa che non avremo un’ondata di freddo perché c’è la possibilità che possa essere spinto oltre la Groenlandia, ma al momento dobbiamo essere un po’ riservati nel prevedere gli effetti.

“Tuttavia, da qualche parte, ora potrebbe esserci qualcosa di veramente terribile.”

Se approda nelle Americhe, i cambiamenti estremi di temperatura potrebbero riaccendere la corrente a getto per scatenare un’altra dose di danni da uragano, ha avvertito.

Ha detto: “Questi eventi hanno sempre un impatto.

“Come abbiamo visto solo poche settimane fa, il gelo americano ha rafforzato la corrente a getto e di conseguenza abbiamo avuto un periodo prolungato di tempo umido e ventoso guidato dall’Atlantico.

“Ma dobbiamo aspettare per vedere come andrà a finire. È come aspettare che inizi la grande battaglia”.

Avviso di forte nevicata: un vortice polare diviso è ora un evento più

Avviso di forte nevicata: un vortice polare diviso è ora un evento più “probabile”.

L’attuale clima freddo e i discorsi su una stagione invernale prolungata hanno spinto gli allibratori a ridurre le probabilità del clima invernale.

Coral offre 6-4 da 2-1 nelle temperature in calo di questo mese che stanno spingendo per il gennaio più freddo mai registrato.

Il portavoce John Hill ha dichiarato: “Con le temperature ai minimi storici e parti del Regno Unito destinate a essere coperte da una coltre di neve, abbiamo ridotto la probabilità che questo mese finisca come il gennaio più freddo dall’inizio delle registrazioni”.

Nel frattempo, il Met Office del Regno Unito ha avvertito che le temperature sotto lo zero persisteranno per il resto di questa settimana.

Il capo meteorologo Paul Gundersen ha dichiarato: “L’aria fredda continua a diffondersi nel Regno Unito dal nord e molte aree hanno visto un po’ di neve, condizioni fredde e gelate notturne.

“Sono stati emessi avvisi nazionali di maltempo per parti dell’Inghilterra occidentale, Galles, Irlanda del Nord e Scozia con ulteriori avvisi che potrebbero essere emessi nei prossimi giorni”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *