Un’indagine parziale sui migliori film e programmi TV a tema alimentare

La nostra famiglia ama mangiare e cucinare (soprattutto perché quest’ultimo porta al primo), e quando non siamo in qualche locale di hamburger da immersione buco nel muro o nell’ultimo ristorante raffinato e costoso, siamo spesso piantati davanti alla TV a guardare gli altri cucinare e mangiare.

Ci sono diversi spettacoli che presentano veri chef o buongustai che mangiano e cucinano a nostro piacimento come “No Reservations” di Anthony Bourdain, “Searching for Italy”, “Top Chef” di Stanley Tucci e “Good Eats” di Alton Brown. Mentre questi possono essere affascinanti e divertenti di per sé, i racconti di fantasia che coinvolgono All Things Food sono spesso i più avvincenti.

Ecco alcune scelte migliori:

programma televisivo

La televisione episodica consente una dose settimanale (o abbuffate tutte in una volta tramite servizi di streaming) di intrighi alimentari. Ecco alcuni dei nostri preferiti.

“Chef!”
1993–1996, BBC, PBS
Questa commedia segue le prove e le tribolazioni dello chef Gareth Blackstock (Lenny Henry) mentre si destreggia tra forze personali e professionali mentre cerca di gestire un ristorante di cucina tradizionale francese nella campagna inglese. Blackstock si adatta allo stampo dello chef stereotipato: arrogante, maleducato, prepotente e testardo, che insulta sia i clienti che il personale che osano ostacolarlo. Abbiamo imparato molto guardando questo spettacolo, incluso come preparare il pugno giamaicano Guinness.

“l’orso”
2022 – presente, Hulu
Questo spettacolo, che ha recentemente concluso la sua prima stagione su Hulu, racconta la storia di Carmy Berzatto (Jeremy Allen White), un giovane chef del mondo della cucina raffinata che torna a Chicago per aiutare a gestire un sandwich di manzo italiano nel negozio di famiglia dopo la morte del fratello maggiore. Oltre ad avere un’ottima colonna sonora, questo spettacolo cattura gli alti e bassi, la politica e le pressioni coinvolte nella gestione di un piccolo ristorante. Descrive anche dinamiche familiari tese e il fragile atto di equilibrio di inseguire i sogni pur rispettando gli obblighi familiari. Inoltre, i panini al manzo sono fantastici.

“Festa giù”
2009–2010; 2023, Starz
Questa commedia segue un gruppo di aspiranti attori e scrittori di Los Angeles che lavorano duramente come ristoratori in attesa della loro grande occasione a Hollywood. Ha un cast impressionante tra cui Adam Scott, Lizzy Caplan, Jane Lynch, Megan Mullally e Jennifer Coolidge, oltre a numerose guest star che interpretano eccentrici mecenati nei loro concerti di catering. La buona notizia è che è stato rinnovato per una nuova stagione di 6 episodi nel 2023.

“Bianchi”
2010, BBC, Amazon Prime
Questa commedia britannica di 30 minuti è andata in onda per sei episodi nel 2010 e può essere vista su Amazon Prime. Questa è la storia di Roland White (Alan Davies), executive chef di un hotel nella campagna inglese, che deve fare i conti con un sous-chef (che è anche il suo migliore amico), il direttore del ristorante, camerieri incompetenti, l’hotel proprietario e il “cattivo” della serie, un apprendista cuoco troppo ambizioso. Il co-sceneggiatore Matt King ha attinto dalla sua esperienza di lavoro nei ristoranti e il cast ha seguito un corso di formazione pre-riprese in uno dei ristoranti di Jamie Oliver.

Menzione d’onore:

“Fawlty Towers”
BBC, PBS 1975 Episodio, “Gourmet Night”
“Fawlty Towers” è stato buono dall’inizio alla fine nei suoi scarsi 12 episodi, ma l’episodio “Gourmet Night” è stato un’ottima introduzione alla “cucina raffinata” quando lo guardavamo da bambini, e lo è ancora. Dopo aver assunto un nuovo chef, Kurt, l’hotel ha deciso di organizzare una serata gourmet una volta alla settimana nel tentativo di attirare una clientela di classe migliore e sbarazzarsi della marmaglia, come direbbe Basil Fawlty. Avviso spoiler: le cose non vanno bene, culminando in alcuni bei affari con l’anatra all’arancia.

“Annibale”
2013-2015, NBC
Questo oscuro crimine/horror/thriller segue l’interazione e la relazione tra Hannibal Lecter (Mads Mikkelsen) e il profiler dell’FBI Will Graham (Hugh Dancy). Naturalmente, Lecter è notoriamente un cannibale dal gusto raffinato e fa bellissime presentazioni di cibo. Lasciamo perdere.

Film

Mentre i programmi TV hanno alcuni episodi che possono consentire una lenta combustione o uno sviluppo esteso del personaggio, i film devono andare al sodo e distillare i loro messaggi e ingredienti come un roux sapientemente realizzato. Ecco alcuni dei nostri preferiti.

“grande notte”
1996
Questo film segue due fratelli immigrati italiani che possiedono e gestiscono un ristorante italiano nel New Jersey. Primo (Tony Shalhoub) è il fratello maggiore, lo chef, in forma brillante ma non umana, inflessibile e insultato dai suggerimenti per americanizzare il suo cibo. Secondo (Stanley Tucci) è il fratello minore, il gestore del ristorante. Nel tentativo di salvare i loro affari, pianificano e si preparano per una spettacolare “grande serata” per invitare Louis Prima a cenare nel loro ristorante. Le cose non vanno secondo i piani, ma lungo la strada possiamo vedere un sacco di cibo delizioso, il più memorabile è il timpano.

“Il banchetto di Babette”
1987
Alla fine del XIX secolo, un villaggio danese accoglie la rifugiata francese Babette (Stéphane Audran), che serve come cuoca di cibo economico e privo di fantasia che una coppia di donne anziane desidera. Un giorno Babette vince alla lotteria e decide di spendere la sua vincita per preparare un sontuoso pasto per la chiesa locale, importando dalla Francia ingredienti esotici da utilizzare nella preparazione della festa. Il menu comprende portate come il potage à la tortue (zuppa di tartaruga) e le cailles en sarcophagi (quaglie in gusci di pasta sfoglia con foie gras), accompagnate da ottimi vini.

“Tampo”
1985
Un camionista (Tsutomu Yamazaki) si ferma in un fatiscente negozio di ramen lungo la strada gestito da Tampopo (Nobuko Miyamoto), che alla fine decide di restare e aiutare l’azienda in difficoltà a crescere e ad avere successo rubando segreti ai concorrenti e arruolando l’autista di un ricco mecenate per diventare loro maestro della tagliatella. Questa narrazione principale è simboleggiata anche da altre storie e rivisitazioni della natura del cibo: una madre che lascia il letto per preparare un ultimo pasto per la sua famiglia, una persona esperta che ordina cibo da un ristorante francese che intrattiene i suoi figli superiori e un dimostrazione di come mangiare correttamente gli spaghetti.

“Chef”
2014
Jon Favreau è Carl Casper, uno chef di Los Angeles che lascia il suo lavoro al ristorante dopo aver ricevuto una recensione aspra da un critico gastronomico. Si è trasferito a Miami e ha acquistato un food truck nel tentativo di prendere il controllo della sua visione culinaria e rivendicare la sua passione per la cucina a modo suo, concentrandosi sui panini cubani. Devi amare una storia di redenzione con un critico gastronomico come cattivo.

“Il menu”
2022
Un gruppo di viaggiatori d’élite si dirige verso un’isola remota, spendendo migliaia di dollari per il privilegio di cenare in un ristorante esclusivo gestito da un eccentrico ma affermato chef famoso, interpretato da Ralph Fiennes. Una commedia nera ricca di commenti sociali che a volte possono essere troppo spessi, vale la pena dare un’occhiata al menu per la sola degustazione, che include un corso di pane senza pane e una porzione di s’mores per il dessert che ci ha lasciato senza fiato. su.

Naturalmente, ce ne sono altri non menzionati sopra, come “Chocolat”, “Ratatouille” e “Julie & Julia” per i film, e “Bob’s Burgers”, “Julia” e “Sweetbitter” per i programmi TV. La televisione e i film saranno sempre attratti dal dramma e dalla commedia che si possono trovare nel mondo della ristorazione, e noi siamo sempre pronti a portarci sul nostro comodo divano o in un cinema locale per partecipare, almeno, a questo mondo. Almeno, ha meno calorie e costi rispetto a quello reale.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *