Grande tempesta per inzuppare l’area DC prima del freddo fine settimana di Natale

Commento

Un sistema di tempeste esplosive è destinato a svilupparsi nell’area di Washington verso la fine della settimana lavorativa, portando una combinazione di vento e freddo per creare le vacanze di Natale più fredde degli ultimi decenni.

La tempesta dovrebbe attraversare gli Appalachi occidentali e i Grandi Laghi. L’area di Washington è principalmente nel settore caldo della tempesta, che limiterà il freddo ma significherà molta pioggia. La configurazione volatile dovrebbe fornire molte azioni meteorologiche per chiudere la settimana.

Feroce “ciclone bomba” per interrompere i viaggi di vacanza, scatenare l’epidemia artica

L’area DC vedrà il suo impatto più significativo a causa del maltempo dopo che venerdì un fronte freddo è passato attraverso la parte posteriore della tempesta dei Grandi Laghi. Le temperature scenderanno sotto lo zero durante il giorno e il vento ululerà. Non si escludono inoltre rovesci o raffiche di neve. I Washingtoniani sperimenteranno finora i venti più freddi della stagione.

Giovedì presto è possibile un po’ di mix invernale

Potremmo vedere un po’ di pioggia invernale nella regione mentre il sistema temporalesco si sposta nell’area giovedì, se è abbastanza presto nel corso della giornata. Anche se ciò dovesse accadere, qualsiasi nevischio, neve o pioggia gelata sarà probabilmente breve e concentrata a ovest del corridoio dell’Interstate 95.

A temperature principalmente vicine a o più che gelida all’arrivo delle precipitazioni, il potenziale per il clima invernale da questo sistema front-end sembra meno minaccioso della tempesta di venerdì scorso, che ha portato principalmente pioggia nell’area (a parte qualche pioggia gelata nell’estremo ovest e nord-ovest).

Le temperature più miti sono principalmente il risultato dell’alta pressione che scivola al largo della costa nord-orientale prima dell’arrivo della tempesta, contribuendo a creare un flusso d’aria più caldo dall’oceano. Si prevede inoltre che il centro della tempesta sarà più forte rispetto alla scorsa settimana, il che dovrebbe contribuire a fornire molta aria relativamente calda da sud-ovest prima del fronte artico che non arriverà fino alla fine di venerdì.

L’ufficio del servizio meteorologico di Baltimora/Washington ha collocato le località a ovest della I-95 in un’area in cui potrebbe verificarsi una grandinata molto leggera. Dovrebbe essere principalmente smalto screziato su superfici non trattate, ma potrebbe mostrare alcune screziature lisce su superfici non trattate all’inizio della giornata. Qualsiasi cosa in termini di condizioni meteorologiche dirompenti significative dovrebbe essere confinata nelle aree montuose a ovest sotto una tempesta invernale con un massimo di pochi centimetri di neve e un’infarinatura di ghiaccio.

Un’altra immersione da giovedì pomeriggio a venerdì mattina

Dopo che circa 2 pollici di pioggia sono caduti alla fine della scorsa settimana, uno o due pollici di pioggia sembrano destinati a visitare più tardi questa settimana.

La pioggia più intensa è probabile tra giovedì pomeriggio e venerdì mattina. Possibili altri temporali giovedì notte o venerdì a causa del caldo e dell’umidità a nord in vista del fronte freddo di venerdì.

Ecco cosa mostrano alcuni recenti modelli per le precipitazioni, sia in DC che l’intervallo per l’area locale tra parentesi:

  • ECMWF europeo — 1,4 pollici (1-2 pollici)
  • GFS americano: 1,0 pollici (da 0,75 a 1,5 pollici)
  • Gemma canadese: 1,5 pollici (da 1 a 2 pollici)
  • UKMET europeo — 2,2 pollici (1,5-2,5 pollici)

Washington ha registrato 2,41 pollici di pioggia a dicembre rispetto ai 3,41 pollici di media dell’intero mese. La prossima tempesta dovrebbe spingere la città vicino e al di sopra del normale per le precipitazioni questo dicembre.

Di quanto scenderà la temperatura e quando

Venerdì si preannuncia una giornata selvaggia per le temperature. Le letture in aumento negli anni ’50 sembrano essere una buona scommessa a est della Blue Ridge al mattino, mentre il centro della tempesta ruota sui Grandi Laghi e un forte fronte freddo si avvicina alla regione.

L’attuale modello meteorologico suggerisce che il fronte attraverserà Washington entro mezzogiorno e che le temperature scenderanno rapidamente da allora in poi. I numeri potrebbero scendere sotto lo zero nella parte occidentale dell’area nel primo pomeriggio, poi a Washington e ad est entro mezzogiorno, con temperature possibilmente fredde come la giovinezza e 20 al tramonto.

Gli sbalzi di temperatura tra venerdì e sabato potrebbero essere tra i più estremi mai registrati per DC dal 1936. Un cambiamento di 26 gradi o più in tre ore sarebbe una delle prime 10 prestazioni, così come un cambiamento di 43 gradi in 24 ore, secondo i dati raccolti dall’Iowa Environmental Mesonet.

Man mano che l’aria fredda si sposta nell’area, si raffredderà rapidamente in modo che qualsiasi precipitazione lasciata si trasformi in neve. È probabile che non cada molto a questo punto, ma potrebbero passare alcuni rovesci, rovesci di neve o brevi raffiche di neve. Nelle giuste condizioni, un rivestimento può staccarsi in alcuni punti. Un congelamento istantaneo di qualsiasi superficie bagnata non è fuori discussione considerando la rapidità con cui le temperature possono scendere, ma la maggior parte dell’umidità probabilmente lascerà la regione prima che arrivi l’aria fredda.

Venerdì sera, la regione sta osservando brividi di vento vicini allo zero e sotto lo zero nelle aree più fredde a nord e ad ovest del distretto. Valori di wind chill fino a meno-30 sono possibili nelle montagne del West Virginia.

I venti potrebbero soffiare brevemente vicino a 50 mph mentre un fronte freddo si sposta fino a venerdì, il che potrebbe portare all’abbattimento di alberi e interruzioni di corrente a causa del terreno bagnato. I venti da 30 a 40 mph saranno comuni per tutta la sera. I venti scenderanno probabilmente nella fascia di oltre 20 venerdì notte.

Con raffiche da 20 a 30 mph la vigilia di Natale e il giorno di Natale, lo scuotimento rimarrà probabilmente brutale per tutto il fine settimana. I brividi di vento nelle singole cifre e i giovani rimarranno sabato, con i giovani più probabili domenica.

La vigilia di Natale e il giorno di Natale più freddi degli ultimi decenni

Entro la mattina della vigilia di Natale, le basse temperature scenderanno nei minimi e saliranno solo di circa 10 gradi per i massimi. I massimi pomeridiani a metà e oltre i 20 anni sembrano probabili.

La mattina di Natale potrebbe essere ancora più fredda, con minime dalle 10 alle 16. I valori pomeridiani potrebbero essere meno gelidi di sabato, ma sembra probabile un’altra giornata di massime tra i 20 e i 20 gradi.

La temperatura media sia per la vigilia di Natale che per il giorno di Natale era di 47 per la massima e 33 per la minima in città.

L’ultima volta che sono stati entrambi negli anni ’30 è stato nel 2004. Per scoprire l’ultima volta che le temperature non hanno superato lo zero in nessuno dei due giorni, torniamo al 1999. In questo momento, il 2022 sembra il più freddo per una vacanza di due giorni dal 1989 , con un picco di 23 alla vigilia di Natale e di 29 il giorno di Natale.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *