Il clima estremo della California: la colpa è del cambiamento climatico?

La California sta subendo gli effetti devastanti del cambiamento climatico. Le siccità stanno diventando più gravi e più lunghe, gli incendi stanno bruciando e si stanno diffondendo più velocemente e le tempeste che causano gravi inondazioni stanno diventando più frequenti. Ecco tutto ciò che devi sapere:

In che modo il cambiamento climatico sta influenzando la California?

La California Natural Resources Agency ha messo insieme tre valutazioni sui cambiamenti climatici che esaminano ciò che lo stato sta già affrontando a causa del cambiamento climatico e cosa può aspettarsi. Poiché circa l’85% della popolazione della California vive e lavora nelle contee costiere, vi sono grandi preoccupazioni per l’innalzamento del livello del mare. Le valutazioni hanno rilevato che il livello del mare al largo delle coste della California è aumentato di quasi 8 pollici nel secolo scorso. Si stima che entro il 2100 il livello del mare potrebbe aumentare da 20 a 55 pollici; nella peggiore delle ipotesi, ciò metterebbe quasi 500.000 californiani a rischio di inondazioni e aumenterebbe la possibilità che l’acqua salata contamini l’acqua dolce.

Anche gli incendi sono una delle principali preoccupazioni. La California ha 33 milioni di acri di foresta e ora i cambiamenti climatici stanno influenzando il modo in cui bruciano gli incendi. Cinque dei 10 più grandi incendi nella storia della California si sono verificati nel 2020, incluso l’incendio del complesso di agosto, che ha bruciato più di 1 milione di acri. A causa della siccità e delle temperature più calde, quando inizia un incendio, gli alberi e la boscaglia sono più secchi e prendono fuoco più velocemente. I fuochi non solo sono più caldi, ma la stagione inizia prima e dura più a lungo. “Il cambiamento climatico sta creando le condizioni perfette per incendi più grandi e più intensi”, ha affermato Robert Scheller, professore di silvicoltura e risorse ambientali presso il College of Natural Resources dello Stato della Carolina del Nord. “Stiamo già assistendo a incendi che non ci aspettiamo di vedere fino al 2080”.

Anche gli uragani stanno diventando più intensi grazie ai cambiamenti climatici. L’aria più calda trattiene più umidità e “poiché gli esseri umani continuano a bruciare combustibili fossili e riscaldare l’atmosfera… è più probabile che gli uragani in molti luoghi, inclusa la California, diventino estremamente umidi e intensi”. Il New York ore’ Raymond Zhong scrive. Lo stato può aspettarsi un tempo più “colpo di frusta”, poiché un ambiente più caldo rende più frequenti “eventi di pioggia estremi e distruttivi” e siccità, ha affermato il progetto Climate Signals senza scopo di lucro.

Quando grandi quantità di acqua vengono scaricate in un breve periodo di tempo su un terreno saturo, possono causare inondazioni, smottamenti e danni alle infrastrutture, nonché la perdita di vite umane – il 10 gennaio, i funzionari della California hanno affermato che nelle ultime due settimane fa, 17 californiani sono morti in incidenti legati alla tempesta.

E la siccità?

Gli Stati Uniti occidentali stanno vivendo una grave siccità, ora al suo 23° anno. Entro il 2022, gli scienziati hanno stabilito che la regione sarà la più secca da almeno 1.200 anni e si ritiene che il 42% della siccità possa essere direttamente attribuito al cambiamento climatico causato dall’uomo. “La siccità non è solo quello che è successo la scorsa settimana o quello che è successo il mese scorso”, ha detto Richard Heim, meteorologo presso la National Oceanic and Atmospheric Administration. Il giornale di Wall Street.

Più di un terzo della verdura della nazione e tre quarti della sua frutta e noci sono coltivati ​​in California, e l’industria agricola dello stato da 50 miliardi di dollari è in realtà collegata alla siccità. Circa l’80% dell’acqua dello stato è destinato all’agricoltura, e sarà più difficile coltivare cose quando ci saranno carenze e l’acqua deve essere deviata. Anche le gravi inondazioni legate alle tempeste possono spazzare via i raccolti.

“Megasiccità e megainondazioni avranno gravi ripercussioni sulla produzione agricola e sui mezzi di sussistenza delle persone a livello industriale”, ha dichiarato Elizabeth Ridder, professoressa di geografia alla California State University San Marcos. “Ma anche, ogni giorno, i posti di lavoro dei lavoratori agricoli diventeranno più pericolosi in termini di condizioni in cui lavorano”.

Il manto nevoso della California sta scomparendo?

Il manto nevoso nella Sierra Nevada è importante per lo stato. Quando il manto nevoso si scioglie in primavera, il deflusso riempie i bacini idrici e fornisce acqua potabile, irrigazione e energia idroelettrica. Con temperature più elevate causate dai cambiamenti climatici, cadono più precipitazioni sotto forma di pioggia che di neve, portando ad anni con manto nevoso ridotto e deflusso insufficiente per ricostituire i bacini idrici. Temperature più elevate possono anche causare uno scioglimento precoce e più rapido del manto nevoso, che può portare ad allagamenti.

La California ha recentemente visto una serie di tempeste fluviali atmosferiche, che portano enormi quantità di acqua, sia sotto forma di pioggia che di neve. Poiché queste precipitazioni si aggiungono al manto nevoso e la pioggia riempie i bacini idrici, il deficit è così grande che ci vorranno alcune tempeste in più prima della primavera per fare la differenza – e nessuno sa se ciò accadrà o meno. Una cosa da ricordare sul clima della California è che è “molto variabile in termini di precipitazioni, temperatura, dimensioni delle tempeste ed eventi del vento”, afferma l’Institute of the Environment and Sustainability dell’Università della California di Los Angeles. Ciò è stato evidente nel dicembre 2021, quando c’è stata una quantità record di neve nella Sierra Nevada, seguita dal gennaio-marzo più secco nella storia registrata dello stato.

La pioggia in eccesso può essere catturata per un uso futuro?

Sfortunatamente, non è così facile. Andrew Fisher, idrogeologo e professore all’Università della California Santa Cruz, ha detto a NPR che la “risposta breve” è che la pioggia sta cadendo “così velocemente che non abbiamo la capacità di prendere quell’acqua e immagazzinarla rapidamente in un luogo dove possiamo può conservarlo per dopo.” Gran parte dell’infrastruttura per l’acqua piovana dello stato è vecchia di decenni e le condutture non sono abbastanza grandi per far fronte a piogge più intense e frequenti. Quando si tratta di acqua piovana, “tendiamo a trattare l’acqua piovana come un fastidio e cerchiamo di rimuoverla dal paesaggio il più rapidamente possibile”, ha detto Fisher, e mentre parte di essa è diretta “a bacini di infiltrazione se dove può penetrare . la terra”, la maggior parte di essa si riverserà nell’oceano.

Tuttavia, la tecnologia delle acque piovane continua a progredire e la California “ha in programma di svolgere un’enorme quantità di lavoro per catturare e raccogliere l’acqua piovana” nei prossimi anni, ha affermato David Feldman, direttore dell’istituto idrico dell’Università della California Irvine, Il WashingtonPost. La raccolta è “un pezzo di un puzzle complesso”, ha aggiunto, e mentre l’acqua piovana potrebbe non essere la scelta migliore per bere, “l’acqua può essere trattata a diversi gradi di riutilizzo, almeno per, ad esempio, innaffiare le piante . o annaffiare il paesaggio.”

Il turismo in California ne risentirà?

Il turismo è un’industria da 145 miliardi di dollari in California. L’agenzia statale per il turismo, Visit California, prevede che entro il 2025 il turismo aggiungerà 157 miliardi di dollari all’economia, ma il cambiamento climatico potrebbe rallentarlo.

“I luoghi che sono già caldi diventeranno più caldi”, ha detto Tamma Carleton, assistente professore di economia presso la Bren School of Environmental Science and Management dell’Università della California, a Santa Barbara. Ore nel 2021. “Chi vuole fare una degustazione di vini o fare escursioni se stai cucinando?” La Napa Valley attira visitatori che vogliono vedere i suoi vigneti ed esplorare le sue cantine e, in media, l’area ora sperimenta quattro giorni di caldo estremo all’anno; si prevede che entro la fine del secolo quel numero salirà a 36, ​​il Ore rapporti. Le città del deserto come Palm Springs, che hanno già temperature estive molto calde, sperimenteranno anche un caldo più estremo tutto l’anno.

L’innalzamento del livello del mare causa l’erosione costiera e, se le spiagge non sono sicure o sono sommerse, ciò terrà lontani i turisti. L’industria dello sci sta già subendo un duro colpo: negli ultimi tre decenni c’è stato un aumento del numero di anni con poca neve, ha detto Geoffrey Schladow, direttore del Tahoe Environmental Research Center presso l’Università della California Davis. Ore. Se le persone non possono aspettarsi la neve, non prenoteranno le vacanze nelle località di montagna, il che danneggia hotel, ristoranti, stazioni sciistiche e negozi.

Cosa fanno gli ufficiali?

Lo stato sta adottando diverse misure per ridurre le emissioni di carbonio e la transizione verso l’energia pulita, incluso il Gov. Gavin Newsom (D) ha firmato nel settembre 2022 un disegno di legge che promuove misure per garantire che la California diventi carbon neutral entro il 2045. Fa parte del California Climate Commitment, un investimento di 54 miliardi di dollari per combattere il cambiamento climatico. e sostenere le nuove tecnologie e l’energia pulita. L’obiettivo dell’impegno è ridurre il consumo di petrolio dello stato del 91%, ridurre l’uso di combustibili fossili negli edifici e nei trasporti del 92%, ridurre l’inquinamento delle raffinerie di petrolio del 94%, ridurre l’inquinamento atmosferico del 60% e creare 4 milioni di posti di lavoro, mentre risparmiare soldi. California $ 23 miliardi prevenendo i danni causati dall’inquinamento.

Newsom l’ha definita “l’azione per il clima più aggressiva che il nostro paese abbia mai visto”, ma i critici affermano che i piani dello stato si basano su una tecnologia ancora in fase di sviluppo, nonché sull’implementazione di successo di alcuni passaggi difficili, tra cui ottenere 30 volte più elettricità. veicoli in esercizio rispetto ad oggi.

Nel gennaio di quest’anno, Newsom ha annunciato che a causa dell’inflazione, dell’aumento dei tassi di interesse e della volatilità del mercato azionario, per il prossimo anno fiscale è previsto un deficit di bilancio di 22,5 miliardi di dollari e che ci saranno tagli in diversi programmi per il cambiamento climatico. Ciò non fermerà i progressi verso misure come la richiesta entro il 2035 che tutti i nuovi veicoli venduti in California siano a emissioni zero, ha aggiunto Newsom, e spera che i finanziamenti federali colmino il vuoto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *