Drastici aumenti delle precipitazioni hanno contribuito a frenare la grave siccità della California, rivelano i dati | California

Un assalto di una settimana di forti piogge ha intaccato drammaticamente la grave siccità della California, mostrano nuovi dati, anche se lo stato si prepara a un altro ciclo di tempeste punitive senza ripresa in vista fino alla prossima settimana.

Finora le tempeste hanno ucciso almeno 18 persone, con ulteriori morti che probabilmente verranno confermate nei prossimi giorni. Il drammatico aumento delle precipitazioni ha aumentato i bacini idrici esauriti e il manto nevoso nella catena della Sierra Nevada, mettendo lo stato in una posizione migliore durante i giorni caldi e secchi che probabilmente ci attendono.

Circa il 46% della California rimane classificato in “grave siccità” secondo l’ultima valutazione pubblicata giovedì dallo US Drought Monitor, un netto cambiamento rispetto a oltre il 71% nella categoria della scorsa settimana. Meno dell’1% è stato classificato come “grave siccità”, in calo rispetto al 27% della scorsa settimana.

Il manto nevoso della California, ora superiore al 227% della media per questo periodo dell’anno, è già più stabile di dove si trova solitamente all’inizio della primavera, con mesi ancora da percorrere nella stagione delle piogge. È una gradita ripresa, soprattutto perché funzionari, residenti e il vasto settore agricolo dello stato si preparano per un altro inverno secco e la continuazione di devastanti condizioni di siccità.

L’acqua scorre lungo lo sfioratore del Nicasio Reservoir dopo che giorni di pioggia hanno portato il serbatoio vicino alla capacità il 9 gennaio 2023 a Nicasio, in California. Foto: Justin Sullivan/Getty Images

La siccità è tutt’altro che finita, comunque. Le tempeste hanno prodotto circa 4,7 milioni di piedi d’acqua in sole sei settimane – acqua sufficiente per rifornire 23 milioni di persone per un anno – e i 154 bacini idrici più grandi della California sono aumentati dell’84% rispetto alla media storica dal 67% segnato il 1° dicembre. Ma dopo anni di siccità e temperature in aumento, le risorse idriche sono diminuite.

Anche dopo il diluvio, alcuni dei bacini idrici dello stato rimangono al di sotto delle medie storiche. Il clima della California ha prodotto a lungo condizioni meteorologiche estreme, cambiando rapidamente tra umido e secco. Ma la crisi climatica ha alzato il tiro, intensificando le conseguenze su entrambi i lati dello spettro idrologico. Un inizio umido della stagione invernale non sarà sufficiente per evitare l’aridità e nuovi pericoli si nascondono nelle prossime siccità.

Sebbene la pioggia sia diminuita in molte aree, le tempeste hanno portato a un altro fiume atmosferico nella metà settentrionale dello stato e le previsioni dicono che l’ultimo sistema sarà seguito da più tempeste questo fine settimana e la prossima settimana. Dalla San Francisco Bay Area fino a Los Angeles, i californiani hanno avuto poco tempo per riposare tra la valutazione dei danni e la preparazione per il prossimo assalto.

In alto nella Sierra orientale, gli spazzaneve sono in funzione 24 ore su 24 per riaprire completamente la US Highway 395, che un tempo era bloccata da 75 miglia (121 km) di neve, ghiaccio e rocce. La stazione sciistica di Palisades Tahoe riferisce di aver ricevuto finora 300 pollici (7,6 metri) di nevicate in questa stagione.

Mercoledì, lungo la costa centrale della California, Laurie Morse ha spalato sabbia bagnata in sacchi durante un acquazzone, preparandosi a impilarli lungo il suo garage in un ultimo disperato tentativo di evitare il torrente in aumento mentre si preparava per altra pioggia e venti distruttivi.

I residenti lavorano per respingere il fango umido che ha intrappolato i veicoli e ha invaso diverse case l'11 gennaio 2023 nella piccola città non incorporata di Piru, a est di Fillmore, in California.
I residenti lavorano per respingere il fango umido che ha intrappolato i veicoli e ha invaso diverse case l’11 gennaio 2023 nella piccola città non incorporata di Piru, a est di Fillmore, in California. Foto: David McNuovo/Getty Images

Il tetto di Morse perde e, insieme ai suoi vicini vicino a Santa Cruz, trascorre ogni giorno del 2023 a capire come mantenere la sua casa asciutta dopo l’implacabile assalto del tempo violento che ha causato ingenti danni nelle ultime due settimane. Le auto sono state sommerse, gli alberi sono stati sradicati e i tetti delle case sono stati spazzati via.

All’inizio di questa settimana, a Morse e ai suoi compagni abitanti del minuscolo Rio Del Mar è stato ordinato di evacuare mentre i pendii delle colline crollavano e enormi tronchi e ceppi cadevano nel rigonfio Aptos Creek dalle montagne di Santa Cruz verso la baia di Monterey. Ora si stanno arrampicando per ripulire mentre allo stesso tempo impilano sacchi di sabbia e sperano che la pioggia si schiarisca.

“Adesso è un passo avanti e due indietro”, ha detto Morse, 59 anni, un veterano disabile dell’esercito. “Già troppi danni.”

Michael Anderson, climatologo del Dipartimento delle risorse idriche, ha affermato che la California è stata colpita da sette uragani dalla fine di dicembre e altri due leggermente più deboli sono attesi prima che lo stato ottenga una tregua alla fine della prossima settimana.

“La sfida è che si tratta di tempeste otto e nove di fila e l’effetto cumulativo potrebbe causare impatti molto maggiori di quelli che le tempeste stesse avrebbero causato”, ha affermato Anderson.

Un'auto che è stata spazzata via dalla strada sopra durante una frana giace in un frutteto l'11 gennaio 2023 vicino a Fillmore, in California.
Un’auto che è stata spazzata via dalla strada sopra durante una frana giace in un frutteto l’11 gennaio 2023 vicino a Fillmore, in California. Foto: David McNuovo/Getty Images

A Montecito, una ricca comunità della contea di Santa Barbara che ospita il principe Harry e altre celebrità, dove cinque anni fa morirono 23 persone in una frana di fango, la tempesta di questa settimana ha riportato alla mente ricordi strazianti.

Susanne Tobey, una residente che è stata salvata quando la frana di fango del 2018 si è abbattuta sulla sua comunità, ha descritto la tempesta di questa settimana come “terrificante”.

“Non credo di aver dormito tutta la notte e la pioggia era… non puoi immaginare. È come vivere in una cascata”, Tobey. Ma anche con un’altra tempesta in arrivo, ha intenzione di restare di nuovo.

“Devi essere coraggioso per vivere in California”, ha detto, aggiungendo: “Non riesco a immaginare di vivere da nessun’altra parte”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *