Laptop Windows? I veri protagonisti del CES 2023 sono i dispositivi ChromeOS

Il CES 2023 è il periodo più felice dell’anno per i fan della tecnologia. Non solo porta nuove CPU e GPU, ma abbiamo anche un sacco di fantastici laptop e accessori. Tuttavia, c’è una categoria che viene spesso trascurata: i Chromebook. Il 2022 ha portato molti fantastici dispositivi basati su ChromeOS come HP Elite Dragonfly Chromebook e Framework Chromebook, ma in base a ciò che ho visto al CES 2023, sembra che quest’anno sarà ancora migliore.


Innanzitutto, HP è andata forte con il Chromebook Dragonfly Pro, che presenta molte novità per un dispositivo ChromeOS. Quindi, Acer ha annunciato un Chromebox davvero pulito con una propria unità di visualizzazione. Diamine, c’è stato persino un nuovo Chromebook per il cloud gaming di Asus che sembra eccitante. E questi annunci sono solo l’inizio. Abbiamo esaminato tutto e non possiamo che essere più entusiasti delle novità per i dispositivi ChromeOS.


La rinascita dei Chromebox

Il CES 2023 è iniziato con il revival del Chromebox. Se hai visto il mio elenco dei migliori Chrombox, potresti aver visto che non contiene dispositivi con CPU Intel di nuova generazione. La nostra scelta migliore e molte altre unità Chromebox che abbiamo menzionato hanno opzioni per CPU Intel di decima generazione. Il che dimostra che è successo quasi tre anni poiché qualsiasi OEM ha rilasciato un nuovo Chromebox con le ultime novità di Intel.

Fortunatamente, sembra destinato a cambiare nel 2023. Due nuove unità Chromebox provengono da diversi OEM ed entrambe dovrebbero essere entusiasmanti per i fan di ChromeOS.

Il primo è quello che ho trattato ampiamente qui su XDA: l’Acer Chromebox CXI5. Poi c’è l’Asus Chromebox 5. Entrambi sono entusiasmanti, soprattutto per le loro CPU Intel di 12a generazione. Potrebbe essere vero che la 12a generazione è ora di ultima generazione (con chipset mobili di 13a generazione appena annunciati appena annunciati al CES), ma il Chromebox CXI5 è uno dei primi Chromebox con tale CPU e con una data di uscita. Abbiamo già sentito parlare del ThinkCentre M60q Chromebox annunciato da Lenovo, ma non ha ancora visto la luce del giorno.

Sono davvero entusiasta di vedere cosa possono offrire i nuovi core di prestazioni ed efficienza di Intel per le prestazioni di Chromebox.

Sono davvero entusiasta di vedere quali core di prestazioni ed efficienza possono offrire questi chip di 12a generazione per attività di lunga durata come l’esecuzione di chioschi o server web. Li abbiamo visti su laptop reali, ma ora è bello vederli in formato desktop.

Tuttavia, non possiamo nemmeno dimenticare come Chromebox CXI5 abbia un display modulare opzionale, chiamato monitor Add-in-One 24. Questo da solo è piuttosto interessante perché finalmente mostra quanto siano versatili le unità Chromebox. Basta far scorrere l’unità Chromebox su un monitor, configurare gli altoparlanti e una webcam e può diventare una soluzione all-in-one dove lo spazio è limitato, come in un piccolo ufficio. L’Asus Chromebox 5 ha anche una struttura unica, con un caricabatterie QI in cima che, per quanto ne so, nemmeno un mini desktop Windows ha.

Con Acer e Asus che aprono la strada e frustano i loro Chromebox con nuove CPU Intel, sarà interessante vedere se Lenovo e HP faranno lo stesso, insieme a OEM di terze parti come AOpen. Ad ogni modo, dimostra che i Chromebox stanno tornando e solo il tempo dirà se altri produttori seguiranno l’esempio.

Un Chromebook con funzionalità che nemmeno la versione per Windows ha

Chromebook HP Dragonfly Pro 9

È comune per gli OEM di laptop rilasciare entrambe le versioni di Windows e Chromebook di un dispositivo. Abbiamo visto Lenovo farlo in passato con la sua gamma IdeaPad, ma al CES 2023 di quest’anno, HP ha annunciato il suo Chromebook Dragonfly Pro, che si affianca al Dragonfly Pro basato su Windows. Sebbene HP lo abbia già fatto con la sua linea Elite Dragonfly, il Chromebook racchiude molte funzionalità che nemmeno la versione Windows ha, incluse molte novità per un dispositivo Chromebook.

Mi rendo conto che molte persone lo trovano strano, ma il Chromebook HP Dragonfly Pro è il primo dispositivo Chromebook per giochi non cloud con una tastiera RGB. Questo da solo è piuttosto interessante perché mi piacciono i miei dispositivi con un po ‘di bling in più. Per fare un confronto, la versione Windows ha una normale tastiera retroilluminata bianca. Oltre a questo, il Chromebook Dragonfly Pro viene fornito con una webcam da 8 MP, che è più della webcam da 5 MP della versione Windows. Infine, il dispositivo ha quattro porte Thunderbolt 4 e uno schermo da 1.200 nit. La versione Windows ha solo due porte USB-C e uno schermo da 400 nit.

HP imposta il livello piuttosto alto per le funzionalità del Chromebook, come ha fatto con il Chromebook Dragonfly. HP sembra volere che tu ottenga la versione Chromebook del suo prodotto di punta piuttosto che la versione Windows. In ogni caso, spero che questo sia solo l’inizio di una lunga serie di hardware straordinario. È emozionante da vedere e vorrei che altri OEM rilasciassero dispositivi ChromeOS con funzionalità simili. Un po’ di competizione non ha mai fatto male a nessuno.

I Chromebook per il cloud gaming sono qui per restare

Chromebook Asus CX3401

Il 2022 si è concluso con la collaborazione di Google con Asus, Acer e Lenovo sui nuovi Chromebook per il cloud gaming ricchi di funzionalità straordinarie come schermi ad alta frequenza di aggiornamento e tastiere RGB. Alcuni critici hanno sostenuto che è troppo appropriato perché non ci sono persone reali come un Chromebook per i giochi, quindi è bello vedere questa tendenza continuare nel 2023. Al CES, Asus ha annunciato un altro Chromebook progettato per i giocatori, l’Asus Chromebook Vibe CX34 Flip, a dimostrazione del fatto che i Chromebook per il cloud gaming sono qui per restare.

A differenza del suo primo Vibe CX34 Flip, questo è più impressionante. È dotato di una tastiera RGB, uno schermo più piccolo da 14 pollici a 144 Hz e una CPU Intel di 12a generazione. Per come la vedo io, se Asus è abbastanza fiduciosa da rilasciare un secondo Chromebook per il cloud gaming, ce ne saranno sicuramente altri in arrivo da altri OEM. Non vediamo l’ora di cosa verrà dopo.

Il 2023 sarà l’anno del Chromebook?

Come ho accennato nel mio riepilogo di ChromeOS 2022, Google ha effettivamente creato ChromeOS 2022 affrontando le preoccupazioni secondo cui la piattaforma non era per i giochi o l’editing video. Ora, ChromeOS non è solo per la navigazione web. Con il CES 2023 che mostra un nuovo hardware straordinario, nutro grandi speranze per i Chromebook, soprattutto considerando le voci secondo cui Google non realizzerà più i propri Chromebook con marchio Pixel. Ora tocca agli OEM onorare ChromeOS e al CES lo stiamo già vedendo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *