Google Chrome 106 è qui: tutto nuovo

Google continua il suo rapido ciclo di rilascio con la versione 106 di Chrome, che è appena stata lanciata su stable come annunciato dall’azienda. A causa di un ciclo di rilascio molto veloce di quattro settimane, l’azienda non aggiunge sempre molte nuove cose al suo browser, quindi ti guideremo attraverso tutti i piccoli cambiamenti con cui potresti avere difficoltà nella nuova versione.

VIDEO DEL GIORNO DI ANDROIDPOLICE

Chrome 106: blocca le schede in incognito con l’impronta digitale su Android

Come abbiamo discusso in precedenza, Chrome 106 consente di bloccare le schede di navigazione in incognito utilizzando l’autenticazione biometrica. L’opzione dovrebbe apparire come una nuova impostazione in Privacy e sicurezza e dovrai abilitarla in modo specifico. Nel caso in cui non sia già visibile per te, potrebbe essere necessario abilitare anche il file chrome://flags/#incognito-reauthentication-for-android bandiera Come suggerisce il nome, il blocco in incognito consente di proteggere le tue sessioni di navigazione private da occhi indiscreti, impedendo a chiunque tranne te di accedervi. Ovviamente, qualcuno può ancora sbirciare alle tue spalle e non ti proteggerà nemmeno dal tracciamento da parte del tuo provider Internet o Wi-Fi.

Allo stesso modo, quando avvii un download in una scheda di navigazione in incognito su Android, devi prima confermare l’azione con una finestra di dialogo a comparsa che ti ricorda che “chiunque utilizzi questo dispositivo può vedere il file di download”. Questo è inteso come un ulteriore livello di protezione, impedendoti di divulgare informazioni che desideri mantenere private.

Chrome 106: viaggi all’interno della cronologia di navigazione di Android

Google ha introdotto i cosiddetti Journeys to Chrome 96 sul desktop. La funzione raggruppa le sessioni di navigazione in base all’ora e all’argomento, facilitando il ritorno a ricerche o progetti precedenti. Dopo essere stato a lungo esclusivo della versione desktop di Chrome, Chrome 106 porta finalmente la pagina Cronologia viaggi su Chrome per Android. Google afferma che la funzione sta appena iniziando a essere implementata in questo momento, quindi potrebbe volerci un po’ prima che ti raggiunga. Potresti notare che Trips viene aggiunto per la prima volta quando una parola chiave che hai digitato nella barra degli indirizzi corrisponde a una parola di uno dei tuoi vecchi Trips. Chrome rende quindi facile passare direttamente alla sezione corrispondente della cronologia di navigazione.

Chrome 106: trova la cronologia e i segnalibri più facilmente sul desktop

Come notato da 9to5Google, Chrome 106 abilita nuovi operatori di ricerca per la barra degli indirizzi. Puoi semplicemente digitare @kasayasan, @segnalibrio @tab per avviare una ricerca nell’intervallo corrispondente, una volta abilitato il file chrome://flags/#omnibox-site-search-starter-pack bandiera, cioè. Ciò significa che non è necessario inserire la cronologia o i segnalibri prima di poterli trovare direttamente dalla barra di ricerca nella parte superiore del browser.

Lo stesso vale per le tue schede. Invece di fare clic sull’icona del gallone nell’angolo in alto a destra e quindi cercare le schede aperte, puoi semplicemente seguire @tab dal sito a cui vuoi passare. Questa funzione fa parte di Chrome Actions, introdotta per la prima volta nel 2021, che ti consente di accedere a determinate funzionalità direttamente dalla barra degli indirizzi.

Come suggerimento, abbiamo anche una guida su come creare motori di ricerca personalizzati se vuoi aumentare la tua produttività.

Chrome 106: traduzione desktop parziale

Chrome è stato in grado di tradurre completamente i siti Web per te per anni, ma in questo momento non è all’altezza quando hai solo bisogno di aiuto con una frase o una frase in particolare. In Chrome 106, questo cambia. Quando abiliti il chrome://flags#desktop-partial-translate flag e riavviare il browser, è possibile evidenziare il testo, fare clic con il pulsante destro del mouse e ottenere una traduzione solo per quella parte.

Quindi la traduzione apparirà nell’angolo in alto a destra sotto la barra degli indirizzi. Al momento, la funzionalità è ancora incompleta e non presenta problemi, con Translate che si rifiuta di tradurre effettivamente qualsiasi cosa durante i nostri test, quindi c’è un motivo per cui la funzionalità è disponibile solo dietro un flag. Puoi saperne di più sulla traduzione parziale in Chrome nel nostro articolo dedicato a riguardo.

Molto tempo fa, c’era Google Reader, che molti sostengono fosse il miglior lettore RSS in circolazione prima che venisse interrotto. Tuttavia, Google sta cercando di apportare modifiche e ha introdotto un’opzione per seguire i tuoi siti preferiti in Chrome su Android. Questa funzione è ora disponibile per la versione desktop di Chrome. Dovrebbe essere abilitato nei flag di Chrome tramite chrome://flags/#following-feed-sidepanel prima che te lo mostri. Anche in questo caso, puoi semplicemente fare clic con il pulsante destro del mouse su un’area vuota di una pagina che desideri seguire, ma non esiste un’interfaccia che ti mostri effettivamente i contenuti dei siti che hai appena seguito. Siamo ancora agli inizi, ma ci sono progressi. Stiamo monitorando la funzionalità in arrivo sul desktop da un po’ di tempo.

Chrome 106: pop-up meno odiosi, si spera

Molti sviluppatori aggiungono popup ai loro siti Web, che ti piaccia o no. Google sta cercando un modo per standardizzare questi elementi dell’interfaccia con l’API pop-up aggiungendo l’attributo “popup” per HTML, il tutto senza JavaScript. Il nuovo metodo standardizza il modo in cui funzionano i popup, incluso il modo in cui i popup vengono automaticamente focalizzati per la navigazione da tastiera e come puoi chiuderli facendo clic su uno spazio vuoto nel sito o premendo il tasto Esc.

Da quello che abbiamo raccolto, il pop-up può essere attivato solo quando si fa clic su un pulsante, sebbene gli sviluppatori possano ancora utilizzare JavaScript per far apparire un pop-up dopo un certo periodo di tempo. Possiamo solo sperare che questo renderà i pop-up più facili da usare e più facili da usare. In definitiva, però, l’utilizzo dell’API dipende dagli sviluppatori.

Chrome 106: Migliore localizzazione

Chrome ha un’API Intl pensata per visualizzare date, orari e altro nel tuo formato locale. Ciò rende più semplice per gli sviluppatori aggiungere un’ora e una data una sola volta e non preoccuparsi di localizzare il formato stesso, invece di affidarsi a Chrome per farlo automaticamente in base a dove ti trovi. Chrome 106 rende il sistema più flessibile e consente agli sviluppatori di aggiungere più variabili fisse.

Google<\/a>
\n “” data-modal-id=”single-image-modal” data-modal-container-id=”single-image-modal-container” data-img-caption=””””>

google-ios-16-lockscreen-widgets-2

Apple ha introdotto i widget della schermata di blocco con iOS 16 e Chrome 106 ne approfitta già. Se disponi di un iPhone aggiornato all’ultima versione del software, potrai aggiungere scorciatoie di ricerca, ricerca vocale, la nuova scheda di navigazione in incognito o il minigioco del dinosauro direttamente alla schermata di blocco. Una funzionalità come questa non è disponibile su Android per il semplice motivo che Google non offre widget di blocco schermo standardizzati nel suo sistema operativo da Android 4.2.

Chrome 106: dove scaricarlo

Chrome 106 è attualmente in fase di distribuzione su tutte le piattaforme. Sul tuo computer desktop, puoi andare alle impostazioni del browser e premere il Informazioni su Chrome nella parte inferiore della barra laterale per forzare l’installazione automatica della nuova versione. Su Android, la nuova versione verrà implementata gradualmente attraverso il Play Store. Se sei particolarmente interessato a provare Chrome 106, scaricalo ora da APK Mirror.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *