SF incolpa NWS per la pianificazione della tempesta inadeguata la scorsa settimana

San Francisco ha registrato piogge storiche e inondazioni diffuse alla vigilia di Capodanno, bloccando gli automobilisti su strade torbide, allagando case e costringendo le aziende a chiudere.

I funzionari della città in realtà incolpano la mancanza di preparazione delle previsioni meteorologiche errate del National Weather Service, ma l’agenzia lo contesta e dispone di comunicazioni cittadine per sostenerlo.

“Abbiamo l’impressione e siamo stati avvisati dal nostro servizio meteorologico nazionale che possiamo aspettarci almeno un centimetro di pioggia”, ha detto martedì il sindaco London Breed in una conferenza stampa.

Invece, San Francisco ha visto il suo secondo giorno più piovoso mai registrato, con l’incredibile caduta di 5,54 pollici in 24 ore. La discrepanza ha costretto la città ad arrampicarsi dopo l’inizio delle piogge, hanno detto i funzionari.

“Abbiamo attivato il nostro (Emergency Operations Center) la mattina presto quando ci siamo resi conto che ciò che stava accadendo era leggermente diverso dalle previsioni effettive”, ha affermato Mary Ellen Carroll, direttore esecutivo del Dipartimento per la gestione delle emergenze di San Francisco.

Il Centro operativo di emergenza, o EOC, coordina gli sforzi di risposta delle agenzie cittadine e dei partner durante i grandi eventi, ha affermato Victor Wai Ho Lim, portavoce del Dipartimento per la gestione delle emergenze responsabile dell’informazione pubblica nel centro operativo.

I funzionari hanno detto che San Francisco non era preparata per un acquazzone alla vigilia di Capodanno poiché il National Weather Service ha indicato che sarebbe caduta solo da mezzo pollice a tre quarti di pollice di pioggia. Il Chronicle non è stato in grado di determinare da dove provenisse quel numero sulla base delle previsioni NWS.

Tuttavia, San Francisco è stata inclusa nei confini di un’osservazione delle inondazioni emessa dal National Weather Service pochi giorni prima che copriva l’intera Bay Area, e la portavoce della NWS Susan Buchanan ha contestato la descrizione che l’agenzia non ha indicato il potenziale di forti piogge. .

“Gli avvisi di previsione emessi dall’ufficio di San Francisco/Bay Area del National Weather Service a partire dal 21 dicembre sono allertati per un evento di precipitazione significativo che porterà ad alto impatto e condizioni pericolose, poiché il suolo è già saturo delle piogge precedenti”, ha detto Buchanan tramite e-mail.

Questi rischi, tra cui inondazioni e colate detritiche, sono stati condivisi con i funzionari della Bay Area nei giorni che hanno preceduto la tempesta tramite e-mail quotidiane e una riunione virtuale di pianificazione in tutta la città per la notte di San Silvestro, il 28 dicembre, ha affermato Buchanan. Entro il 29 dicembre, i briefing richiedono da 2 a 3 pollici di pioggia per l’immediata San Francisco Bay Area, con un potenziale fino a 6 pollici nelle aree circostanti.

“Una forte pioggia con un passaggio frontale porterà probabilmente ad allagamenti con raffiche di vento fino a 50 mph”, si legge nella discussione sulle previsioni del NWS alle 15:29 del 30 dicembre.

Quando è stato chiesto di rispondere all’affermazione della NWS secondo cui la città non era stata adeguatamente avvertita della tempesta, il dipartimento di gestione delle emergenze di San Francisco ha affermato di considerare la NWS “un partner prezioso e stimato” e ha ringraziato l’agenzia per il suo lavoro.

“È un lavoro difficile, e lo fanno bene e con incredibile professionalità”, ha dichiarato Francis Zamora, capo dello staff di DEM. “Ci rendiamo conto che le dichiarazioni precedenti sono state considerate critiche dai nostri partner. Questo non era lo scopo dei commenti fatti, ma piuttosto solo per dire che il livello di pioggia che abbiamo ricevuto a Capodanno è andato oltre le previsioni”.

Detto questo, le previsioni non hanno tenuto conto della quantità storica di pioggia caduta a San Francisco. I modelli meteorologici hanno sottovalutato la pioggia durante il fine settimana perché il sistema temporalesco non si è comportato come previsto.

“Il modello meteorologico europeo prevede tra 2 e 3 pollici di pioggia al culmine della tempesta di Capodanno a San Francisco”, ha dichiarato Gerry Díaz, meteorologo della redazione di Chronicle.

La discussione sulle previsioni NWS alle 15:29 del 30 dicembre diceva: “Il fronte si sposterà nella Bay Area centrale sabato mattina e poi raggiungerà la costa centrale dalla tarda mattinata a metà pomeriggio. Una cosa a nostro favore è che il movimento relativamente rapido del sistema dovrebbe prevenire inondazioni diffuse”.

Invece, ha spiegato Díaz, “la tempesta è rimasta sulla penisola per diverse ore in più rispetto a quanto previsto dai modelli”.

Mentre le terre erano inzuppate da questo precedente diluvio, mercoledì mattina un altro sistema di violente tempeste è arrivato nella Bay Area, spinto da una tempesta di bombe che turbinava al largo della costa della California. La regione è pronta per inondazioni diffuse, alberi abbattuti e smottamenti di fango mentre forti piogge e forti venti colpiscono aree già saturate da piogge precedenti.

Per prepararsi alla tempesta di mercoledì, la città ha previsto ulteriori piogge, oltre le aspettative, hanno detto i funzionari in una conferenza stampa martedì.

Il Dipartimento dei lavori pubblici ha spazzato i canali di scolo e distribuito sacchi di sabbia ai residenti per prevenire le inondazioni. Il Dipartimento delle Operazioni di Emergenza ha inoltre attivato una Centrale Operativa di Emergenza con personale in sede fisica.

“Anche se ci aspettiamo tra 2 e 3 pollici, saremo preparati per qualcosa di più alla luce di quello che è successo lo scorso fine settimana”, ha detto Breed martedì.

Il giornalista dello staff di Chronicle St. John Barned-Smith in questo rapporto.

Jack Lee (lui) è uno scrittore del personale per il San Francisco Chronicle. E-mail: jack.lee@sfchronicle.com

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *