L’acquisto di Figma ha senso per Adobe?

Figma, un fornitore di software di progettazione basato su cloud, è stato recentemente acquisito da Adobe (NASDAQ:ADBE) per 20 miliardi di dollari. Adobe vede Figma come un’acquisizione strategica che cambierà il corso degli affari negli anni a venire.

Per Adobe, Figma sembra essere l’ultimo pezzo mancante per completare il puzzle per il dominio del mercato. Dopo l’acquisizione di Figma, Adobe detiene una quota di mercato più elevata con meno rivali.

Lettere sugli hedge fund del terzo trimestre 2022, conferenze e altro ancora

Figma è un software di progettazione basato su cloud fondato nel 2012 da Dylan Field ed Evan Wallace. È stato creato come piattaforma collaborativa per i designer di tutto il mondo per creare progetti che si distinguono. La società è stata valutata l’ultima volta a $ 10 miliardi in un round di finanziamento tenutosi nel 2021.

Negli ultimi anni, la base di utenti di Figma si è ampliata per includere grandi aziende come Airbnb Inc. (NASDAQ:ABNB), Google (NASDAQ:GOOGL), Microsoft (NASDAQ:MSFT), Twitter, Oracle, Salesforce (NASDAQ:CRM), Herman Miller (NASDAQ:MLKN) e Kimberly-Clark Corp. L’azienda è anche molto conosciuta e ampiamente utilizzata da liberi professionisti e designer per il loro lavoro creativo. Man mano che più persone hanno iniziato a lavorare da remoto a causa della pandemia, la domanda di Figma è aumentata.

  • Cosa ha acquistato Adobe Figma?

Negli ultimi tempi, Adobe ha affrontato una forte concorrenza da parte di startup come Figma, Lightricks Ltd. e Canva Inc. Queste startup sono fortemente focalizzate sull’interfaccia utente e consentono una facile operatività, rendendole altamente riconosciute tra designer e professionisti creativi ora che i VC stanno investendo i loro soldi in strumenti creativi a causa delle elevate valutazioni di uscita e del potenziale di rendimento.

“Gli investitori sono alla ricerca di una tecnologia dirompente unita ad alti livelli di crescita guidata dai prodotti. Trovare un ago in un pagliaio è quasi impossibile, ma questo filtro integrato aiuta a restringere la ricerca e ad aumentare le opportunità di trovare il prossimo Figma” ha affermato Ori Manor Zuckerman, Co -Fondatore e CEO di Substrata, uno dei principali software di intelligenza artificiale per le vendite.

Acquistando Figma, Adobe può combinare i poteri dei suoi strumenti creativi con l’interfaccia utente di Figma, offrendo loro un enorme vantaggio competitivo. Figma crebbe rapidamente e divenne popolare tra i professionisti creativi. L’acquisizione di Figma aiuterà Adobe ad aumentare la sua base di utenti eliminando uno dei suoi concorrenti diretti.

Il 15 settembre 2022, Adobe ha annunciato l’acquisto di Figma per 20 miliardi di dollari. Secondo i dati di Bloomberg, l’accordo rappresenta la più grande acquisizione della storia di una società di software privata.

Prima dell’acquisto di Adobe, Figma era sostenuta da aziende del calibro di Index Ventures, Greylock Partners e Kleiner Perkins. Come confermato da Adobe, Figma genererà oltre $ 400 milioni di entrate ricorrenti annuali entro il 2022. Un ARR di $ 400 milioni significa che Adobe sta pagando circa 50 volte le entrate per Figma.

Dopo l’acquisizione, Figma continuerà a operare come organizzazione autonoma secondo il fondatore e CEO di Figma Dylan Field. Non ci sono inoltre piani per integrare Figma con i servizi creativi di Adobe o modificare la strategia di prezzo esistente di Figma.

  • In che modo Figma creerà valore per Adobe?

“Siamo fiduciosi che se lo guardi a lungo termine, sarà un grande valore per i loro azionisti e per i nostri azionisti”, ha dichiarato il CEO di Adobe Shantanu Narayen in merito all’acquisizione.

Il segmento di clienti di Adobe si è evoluto molto con i progettisti di oggi che si concentrano maggiormente sulla facilità d’uso e sull’interfaccia utente. Adobe ha affermato nella sua presentazione agli investitori che acquistando Figma ha l’opportunità di rendere la creazione di contenuti più efficace, collaborativa e divertente.

In un rapporto pubblicato da Spike, la Generazione Z desidera un’esperienza utente ordinata con aziende che semplifichino la collaborazione e la condivisione delle proprie opinioni. La caratteristica principale di Figma è esattamente ciò che i designer moderni e la Gen-Z stanno cercando: un’interfaccia utente intuitiva che offra un’esperienza collaborativa.

Entro il 2025, il mercato indirizzabile totale (TAM) di Figma dovrebbe crescere fino a 16,5 miliardi di dollari. Secondo Adobe, Figma ha attualmente una forza lavoro di 850 persone e un margine lordo di circa il 90%. L’accordo dovrebbe aumentare gli utili rettificati per azione di Adobe dopo il terzo anno.

Non c’è dubbio che Adobe guadagnerà molto dall’aggiunta di Figma al suo portafoglio di prodotti, tra cui una maggiore quota di mercato, maggiori entrate, clienti aggiuntivi e integrazione con Adobe Creative Services.

L’acquisizione di Figma ha perfettamente senso da un punto di vista strategico poiché la sinergia combinata delle due attività ha il potenziale per aumentare significativamente il valore per gli azionisti nei prossimi anni. Adobe è leader di mercato da molto tempo e l’acquisizione di Figma ha rafforzato tale posizione.

Le opinioni e le opinioni qui espresse sono quelle dell’autore e non riflettono necessariamente le opinioni di Nasdaq, Inc.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *