In che modo i professionisti del marketing possono avere successo nell’economia digitale indiana

All’inizio del 2023, il direttore marketing di Adobe India, Anindita Veluri, condivide approfondimenti sulle tendenze che daranno forma alle strategie di marketing e al successo commerciale del paese quest’anno e oltre.


Il direttore del marketing di Adobe India, Anindita Veluri, condivide le sue opinioni sulle tendenze di quest’anno

Mentre il mondo continua ad evolversi e a muoversi verso tutto ciò che è digitale, c’è un mare di cambiamenti nelle strategie aziendali innescato da un cambiamento nel comportamento dei consumatori che è sempre più guidato dalle preferenze individuali. Mentre ci avviciniamo al 2023, i professionisti del marketing devono ripensare e ricalibrare le proprie strategie di coinvolgimento dei consumatori per adattarsi alle crescenti esigenze di un consumatore così esigente.

Il marketing è il CEO – chief experience officer

Il cambiamento arriverà. Con l’ascesa della CX come fattore chiave di differenziazione competitiva, il marketing come funzione si è affermato come proprietario critico dell’esperienza aziendale e della strategia di successo. I professionisti del marketing di oggi contribuiscono in modo determinante alla crescita, con organizzazioni mature e digitali che si rendono conto della necessità che la funzione sia al centro del processo decisionale strategico e abbia una maggiore presenza in sala riunioni.

Entro il 2023, vedremo questa tendenza diventare mainstream poiché le organizzazioni di tutte le forme e dimensioni continueranno a dare priorità alla CX come parte fondamentale del loro programma di crescita. Il marketer moderno manterrà il cliente al centro della sua strategia, utilizzerà i dati come carburante e fornirà esperienze ad ogni interazione, creando un ecosistema iper-personalizzato che alimenta il successo in ogni parte del percorso del cliente.

Umanizzare la connessione: fare marketing con uno scopo

C’è stato un tempo in cui i consumatori volevano che le aziende apparissero professionali e formali. Ciò ha subito un cambiamento sismico negli ultimi anni e continuerà a intensificarsi nel 2023. I consumatori vogliono vedere il lato umano del marchio e il modo in cui li apprezzi come individui. Man mano che sempre più fonti di dati proliferano e diventano parti intrinseche delle strategie di marketing, sarà fondamentale per i marchi ricordare che il marketing è tanto un’arte quanto una scienza. Stabilire una connessione emotiva con il consumatore non è mai stato così importante per i marchi.

È solo una volta stabilite le basi della fiducia sulla base di uno scopo condiviso che le metriche di misurazione possono dimostrare i risultati. Pertanto, sarà fondamentale per i marchi bilanciare le attribuzioni basate su metriche con azioni non basate su metriche. Ad esempio, durante la pandemia, Nippon India Mutual Funds ha creato una strategia di coinvolgimento digitale più onnipresente e personalizzata, contribuendo a rimodellare alcuni servizi finanziari non tipicamente associati ai giovani consumatori. Lo fanno rendendo i servizi finanziari complessi a misura di consumatore, creando esperienze rapide e facili da connettere e dimostrando valore a lungo termine. Tutto questo, insieme a un’esperienza cross-channel, si è ben collegata con i giovani indiani sui temi del risparmio, degli investimenti e della costruzione di nuova ricchezza.

Abbracciare una cultura della sperimentazione

Viviamo in un mondo che prospera in costante cambiamento ed evoluzione. Affinché i professionisti del marketing possano stare al passo con i tempi e servire i consumatori di oggi, c’è un costante bisogno di sperimentare, innovare e adattarsi alle ultime tecnologie per curare esperienze che non solo forniscano messaggi nitidi, ma siano anche divertenti da creare.

Man mano che le esperienze immersive crescono, i professionisti del marketing dovranno indossare il loro cappello di sperimentazione e spingere i confini dell’immaginazione creativa supportati dall’enorme potenziale di tecnologie come Generative AI, Metaverse e Web 3.0. Alcuni marchi stanno già aprendo la strada nel metaverso e creando roadmap per monetizzare questo spazio in base ai loro apprendimenti. Gli esperimenti incentrati sulla fusione dell’universo digitale con il mondo fisico possono solo aiutare a migliorare l’impegno di un marchio e i punti di contatto con i suoi consumatori. Ad esempio, il modo in cui Nike implementa l’innovazione tecnologica, come i cartelloni pubblicitari 3D per esterni per dare vita all’intero processo di ispirazione del design per i propri prodotti, è stato ben accolto dal pubblico di tutto il mondo.

Infine, impara a disimparare

Oggi, il marketing come funzione è in rapida e costante evoluzione, quindi per prosperare nel mondo frenetico di oggi è necessario adottare la mentalità di chi apprende, abbracciando il naturale disagio che deriva dal lasciare andare il vecchio e padroneggiare qualcosa di nuovo.

L’odierna mentalità di marketing riguarda la navigazione proattiva nel labirinto delle aspettative dei consumatori in continua evoluzione, tenendosi al passo con le nuove tendenze tecnologiche e sfidando costantemente il loro pensiero. Il ruolo del marketer deve includere processi decisionali efficienti, processi creativi collaborativi, sperimentazione continua e impatto personalizzato e mirato.

Come ha scritto il futurista Alvin Toffler: “Gli analfabeti del 21° secolo non sono quelli che non sanno leggere e scrivere, ma quelli che non imparano, disimparano e reimparano”.

Anindita Veluri è il direttore del marketing di Adobe India.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *