Le armi di precisione assicurano che le finestre di opportunità continuino ad esistere in inverno

Il maresciallo Winter sembra aver preso il controllo del conflitto in corso in Ucraina e stiamo assistendo a un ritmo ridotto per quanto riguarda l’intensità dell’operazione in quanto i due avversari sembrano essere nei rispettivi angoli proprio come un incontro di boxe. Non c’è dubbio che entrambe le parti abbiano raggiunto alcuni dei loro obiettivi. Ma soprattutto, i due devono pensare a cosa è andato storto e cosa riserva il futuro.

Ma mentre gli avversari esausti potrebbero non impegnarsi in scontri fisici diretti, l’attenzione è ora rivolta ai “fuochi indiretti” sia da terra tramite vettori a lungo raggio che dall’infrastruttura chiave e critica di puntamento aereo che mira ad abbassare il morale della popolazione.

Gli attacchi russi alle centrali elettriche e alle infrastrutture hanno lasciato milioni di persone senza elettricità, riscaldamento e acqua. Il presidente Volodymyr Zelensky ha affermato che “Mosca mira a rendere oscuri e difficili gli ultimi giorni del 2022”.

La pausa forzata dalle condizioni meteorologiche ha guidato il generale Sergei Surovikin, che ha lanciato una vigorosa campagna aerea che ha distrutto gran parte delle infrastrutture energetiche dell’Ucraina, una tattica incentrata sui civili.

I russi stanno sfruttando questo periodo per consolidare i loro guadagni, accumulare scorte di munizioni, effettuare sostituzioni della flotta e mantenere la pressione impegnando l’Ucraina utilizzando vettori a lungo raggio e la minaccia di un’escalation del conflitto con l’obiettivo di rinnovare un’offensiva dopo l’inverno.

La dipendenza critica della società da infrastrutture critiche e ben sviluppate e la sua vulnerabilità sono al centro di questa fase della guerra. I russi stanno prendendo di mira non solo le infrastrutture militari, ma soprattutto le infrastrutture civili che costituiscono la spina dorsale della produzione di energia.

Gli attacchi russi alle centrali elettriche ucraine influenzeranno naturalmente la popolazione invernale, ma costeranno anche l’Ucraina. Dopotutto, è improbabile che gli investitori stranieri tornino in un paese con un potere inaffidabile. Anche se gli attacchi non scoraggeranno gli investitori, si dimostreranno comunque economicamente costosi per Kiev interrompendo le esportazioni di elettricità verso l’Ucraina a partire dal luglio 2022.

Gli ucraini hanno reagito alla vigilia di Capodanno prendendo di mira uno specifico obiettivo militare che ha ucciso 63 soldati russi a Makiivka, mentre il ministero della Difesa ucraino ha affermato che il bilancio delle vittime era vicino a 400. L’esercito ucraino ha lanciato sei proiettili contro la “base provvisoria” a est . città nella regione di Donetsk utilizzando il sistema missilistico guidato da HIMARS. Mentre due dei missili sono stati abbattuti dalla difesa aerea russa”, ha aggiunto, “ma quattro hanno colpito l’edificio”.

Questo attacco ha portato al più alto numero di vittime in un singolo incidente dall’inizio della guerra 10 mesi fa. È molto raro che Mosca confermi eventuali vittime sul campo di battaglia. Ma è stato un attacco fatale, come tutti BBCL’editore di Russia Steve Rosenberg, è improbabile che rimanere in silenzio sia un’opzione.

Secondo i rapporti, le vittime erano principalmente truppe mobilitate, cioè reclute recenti, e le munizioni erano immagazzinate nello stesso edificio dei soldati, il che ha aggravato i danni. Lo stato maggiore delle forze armate dell’Ucraina ha affermato che “fino a dieci unità di equipaggiamento militare russo a Makiivka sono state danneggiate o distrutte durante l’attacco, senza specificarne la natura”.

Sono seguiti nuovi attacchi missilistici e droni russi in tutta l’Ucraina. Diverse esplosioni hanno scosso Kiev e altre parti dell’Ucraina sabato e per tutta la notte, ferendo decine di persone. Un portavoce russo ha affermato che i suoi attacchi di Capodanno hanno preso di mira “strutture del complesso militare-industriale ucraino” coinvolte nella produzione di droni.

Anche “strutture di stoccaggio e siti di lancio” per i droni sono stati distrutti, ha affermato il ministero della Difesa russo. “I piani del regime di Kiev di compiere attacchi terroristici contro la Russia nel prossimo futuro sono falliti”.

Gli attacchi di droni russi in Ucraina sembrano essere aumentati negli ultimi giorni, con la Russia che ha lanciato attacchi contro città e centrali elettriche in tutto il paese nelle ultime tre notti. Il presidente Zelensky ha affermato che le difese aeree ucraine hanno già abbattuto più di 80 droni di fabbricazione iraniana nei primi giorni del 2023.

Parlando da Kiev nel suo discorso a tarda notte, il presidente Zelensky ha affermato che la Russia intende “consumare” l’Ucraina con una lunga ondata di attacchi di droni. “Dobbiamo assicurarci, e faremo di tutto per questo, che l’obiettivo dei terroristi sia fallito come tutti gli altri”, ha detto. “Ora è il momento in cui tutti coloro che sono coinvolti nella protezione dei cieli devono essere più cooperativi”.

I comandanti militari russi sono stati criticati per l’attacco, con alcune voci che hanno affermato: “I comandanti devono essere ritenuti responsabili per aver consentito alle truppe di concentrarsi in un edificio non protetto entro il raggio dei razzi ucraini, dove possono essere immagazzinate anche le munizioni”. Sergei Mironov, ex presidente del Senato russo, ha affermato che è chiaro che né l’intelligence né la difesa aerea hanno funzionato correttamente.

Grigory Karasin, membro del Senato ed ex viceministro degli Esteri, ha chiesto non solo ritorsioni contro l’Ucraina e i suoi sostenitori della NATO, ma anche “una rigorosa revisione interna”.

Per i russi diventa indubbiamente più difficile spiegare le significative e molteplici crepe nelle loro capacità che hanno preceduto l’affondamento della “Moskova” e l’esplosione al ponte di Kerch.

Permangono problemi di conflittualità nella tutela dei beni di valore. La forza del proiettile è allo scoperto, tuttavia, vengono sempre applicate alcune precauzioni di sicurezza, mantenendo i proiettili nascosti e mantenendo anche la distanza delle truppe dai proiettili.

Le opzioni variano da rifugi rinforzati in alto ad aree di stoccaggio sotterranee che sono sia nascoste che rinforzate per resistere a un attacco, ma durante un’offensiva, tali misure richiedono tempo per essere eseguite e non possono essere eseguite a causa della fluidità delle operazioni.

Pertanto gli eserciti sono costretti a utilizzare altre misure per immagazzinare e proteggere le munizioni sul campo. Ciò include nascondere le munizioni attraverso il camuffamento, proteggerle con strutture temporanee o semi-permanenti e poi ci sono misure di sicurezza per quanto riguarda lo stoccaggio.

Naturalmente, ci sono istruzioni dettagliate sull’argomento. Uno di questi prevede le distanze di sicurezza e la creazione di muri protettivi attorno ai proiettili. Le truppe si trovano lontano dalle principali aree di stoccaggio e dispongono anche di protezioni dalle minacce terrestri e aeree. Quest’ultimo include la copertura della difesa aerea per le risorse vulnerabili.

Dai resoconti in arrivo sembra che la concentrazione delle truppe fosse co-localizzata o vicino a depositi di munizioni e non ci fosse abbastanza dispersione. Una dispersione sufficiente per diventare un obiettivo antieconomico è fondamentale. Non c’è dubbio che i russi debbano lavorare sulle loro procedure e formazione per garantire che tali incidenti non si ripetano mai più.

In un precedente articolo pubblicato sulle lezioni apprese dal conflitto in Ucraina, ho detto “che non c’è rifugio nella guerra moderna. Il nemico può attaccare in piena profondità operativa con fuochi di precisione a lungo termine. Inoltre, entrambi i paesi hanno reti di agenti sul posto per osservare obiettivi chiave e aggiornare il loro comando sul movimento di truppe e scorte. L’integrazione dell’intelligenza umana (HUMINT) con la catena di uccisioni di precisione a lungo raggio è fondamentale. La sopravvivenza dipende dalla dispersione delle munizioni “. Il colpo non può essere effettuato senza un’accurata intelligenza prima dell’uso di armi a guida di precisione.

In questo attacco, ci sono rapporti provenienti dal Ministero della Difesa russo, secondo cui l’uso diffuso illegale di telefoni cellulari da parte dei soldati consente al nemico di tracciare e determinare le coordinate della loro posizione per un attacco missilistico. L’uso sofisticato della tecnologia sta guidando sempre più il conflitto.

Come scrive il generale Raj Shukla Guerra Russia-Ucraina: il conflitto e il suo impatto globale; “I sistemi antincendio di precisione sono il futuro e il ruolo critico degli incendi a lungo raggio è istruttivo”. Ha anche affermato che “l’esercito indiano deve rivedere l’intera sfida delle armi di precisione e potenziarne le capacità”.

Gli ucraini hanno indubbiamente mostrato determinazione nel combattere una guerra esistenziale con il sostegno dell’Occidente. L’evoluzione delle strategie militari russe e ucraine detterà il futuro del conflitto. Secondo Colin Meisel scrivendo in “War on the Rocks”, è in atto uno spostamento verso una “strategia di punizione”, “ovvero, dove una forza cerca di imporre costi elevati piuttosto che superare in astuzia o logoramento delle forze militari”.

I continui attacchi di precisione alle infrastrutture di base sono un indicatore di tale cambiamento. Tuttavia, ciò che è evidente è che le sfide della guerra moderna non sono facilmente superabili. Non c’è dubbio che la marea della guerra stia prendendo una piega inaspettata.

L’autore è un maggiore generale in pensione dell’esercito indiano. Le opinioni espresse sono personali.

Leggi tutto il Ultime notizie, Notizie di tendenza, Notizie di cricket, Bollywood Notizie,
Notizie in India e Notizie di intrattenimento qui. Seguici su Facebook, Cinguettio e Instagram.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *