7 modi per correggere l’errore DNS_PROBE_FINISHED_NXDOMAIN in Google Chrome

L’errore DNS_PROBE_FINISHED_NXDOMAIN nel browser Google Chrome può essere un’esperienza frustrante e confusa per molti utenti. Questo errore di solito appare quando l’utente tenta di accedere a un sito Web, ma il server DNS non è in grado di risolvere il nome di dominio.

L’errore del browser può essere dovuto a diversi motivi, come la digitazione errata del nome di dominio, il server del sito Web inattivo o il server DNS non in grado di risolvere il nome di dominio. Questo articolo fornirà alcuni semplici passaggi per aiutare gli utenti a correggere questo errore e tornare alla navigazione web.

Cosa significa codice di errore DNS_PROBE_FINISHED_NXDOMAIN?

L’errore DNS_PROBE_FINISHED_NXDOMAIN in Google Chrome indica che non è stato possibile trovare il nome di dominio sul server DNS. Questo errore di solito appare quando si tenta di accedere a un sito Web, ma il server DNS non è in grado di risolvere il nome di dominio.

Un server DNS (Domain Name System) è un server che traduce i nomi di dominio leggibili dall’uomo (come example.com) in indirizzi IP leggibili dalla macchina (come 192.0.2.1). Consente agli utenti di accedere ai server Web e ad altre risorse Internet digitando nomi di dominio facili da ricordare anziché indirizzi IP difficili da ricordare.

Alcune cause di questo errore sono fuori dal tuo controllo, ma in alcuni casi puoi risolvere tu stesso il problema. Ecco cosa puoi fare per risolvere sistematicamente il problema.

1. Ripristina la tua connessione Internet

Prova a disconnettere e ricollegare il router o il modem per riavviare la connessione Internet. Ecco i passi da seguire:

  1. Trova il tuo router o modem e scollegalo dalla presa di corrente.
  2. Aspetta qualche minuto, allora ricollegare il router o il modem.
  3. Attendere il riavvio del router o del modem e stabilire la connessione a Internet.
  4. Infine, prova ad accedere nuovamente al sito Web per vedere se l’errore DNS_PROBE_FINISHED_NXDOMAIN è stato risolto.

Se utilizzi una connessione Wi-Fi, prova a passare a una connessione cablata per vedere se questo fa la differenza o viceversa. Se un adattatore specifico ti dà questo problema, potrebbe essere necessario eseguire un “Netsh Winsock Reset” o uno degli altri suggerimenti comuni per la risoluzione dei problemi dell’adattatore di rete.

2. Controlla il tuo file Localhosts

Potresti aver utilizzato il file localhost per specificare quali indirizzi IP devono essere utilizzati da determinati siti Web. Chrome utilizzerà sempre le impostazioni IP specificate nel file localhosts, quindi se non è corretto o non è aggiornato, potrebbe generare un errore. Fai riferimento a Cos’è Localhost e come puoi usarlo? Per i dettagli su come verificare la presenza di errori nel file.

3. Disattiva VPN, antivirus o firewall (o modificali)

Se hai un firewall attivo (e dovresti!), disabilitalo temporaneamente per vedere se è il colpevole. Controlla le sue impostazioni per vedere se blocca siti o domini specifici. Lo stesso vale per il software antivirus, che può interferire con alcuni siti web. Se il tuo pacchetto antivirus sta bloccando un determinato sito, assicurati che il sito sia sicuro e che tu abbia digitato correttamente l’URL.

Puoi anche provare a cambiare la tua posizione VPN se stai utilizzando una VPN. In alternativa, disattiva completamente la tua VPN.

Quando utilizzi una VPN, il tuo traffico Internet viene instradato attraverso un server VPN prima che raggiunga la sua destinazione. A volte ciò può causare problemi DNS, come ricerche DNS lente o errori DNS.

Tuttavia, è importante notare che la disattivazione della VPN disabiliterà anche i vantaggi in termini di sicurezza e privacy che offre. Supponiamo che tu stia utilizzando una VPN per motivi di sicurezza o privacy. In tal caso, dovresti disattivarlo solo se sei sicuro che stia causando un problema con la risoluzione DNS e se sei disposto a sacrificare i vantaggi in termini di sicurezza e privacy che offre.

4. Svuota la cache DNS

La cache DNS è un’area di archiviazione temporanea sul tuo computer che contiene informazioni sui siti Web visitati di recente. Svuotare la cache DNS può aiutare a risolvere eventuali problemi con informazioni corrotte o obsolete che potrebbero causare l’errore.

Per utilizzare il comando flushdns in Windows, puoi seguire questi passaggi:

  1. Apri il Prompt dei comandi sul tuo computer. scegli il Pulsante Start e cercare Prompt dei comandi o cmd.
  2. Nella finestra del prompt dei comandi, digitare: ipconfig /flushdns
  1. Colpire accedere, per svuotare la cache DNS del tuo computer, rimuovere tutte le informazioni DNS memorizzate e risolvere eventuali problemi DNS che potresti riscontrare.
  2. Se il comando flushdns ha esito positivo, dovresti visualizzare un messaggio che dice “La cache del resolver DNS è stata svuotata correttamente”.

Al termine, puoi chiudere la finestra del prompt dei comandi.

Eventuali problemi DNS dovrebbero essere risolti ora. Lo svuotamento della cache DNS non influirà sulle connessioni attive, ma potrebbe causare un ritardo temporaneo durante l’accesso alle pagine Web o ad altre risorse Internet per la prima volta dopo lo svuotamento.

5. Utilizzare un server DNS alternativo sul router

Il tuo provider di servizi Internet di solito offre i propri server DNS, ma possono variare in termini di qualità e affidabilità. Spesso il modo migliore per correggere gli errori DNS_PROBE_FINISHED_NXDOMAIN è utilizzare un set di server completamente diverso.

I seguenti indirizzi di server DNS sono alcune buone alternative che puoi utilizzare:

  1. Server DNS pubblici di Google: 8.8.8.8 e 8.8.4.4
  2. DNS di Cloudflare: 1.1.1.1 e 1.0.0.1
  3. OpenDNS: 208.67.222.222 e 208.67.220.220
  4. Quad9: 9.9.9.9 e 149.112.112.112
  5. Comodo DNS sicuro: 8.26.56.26 e 8.20.247.20
  6. Norton ConnectSafe: 199.85.126.10 e 199.85.127.10

Questi server DNS sono gratuiti e offrono un buon equilibrio tra velocità, sicurezza e affidabilità. Puoi utilizzare uno qualsiasi di questi server DNS come alternativa al tuo attuale server DNS. Tuttavia, è importante ricordare che l’esperienza di ogni utente sarà diversa, quindi potresti voler provare alcuni server DNS diversi per vedere quale funziona meglio per te.

Per modificare i server DNS sul tuo router, puoi seguire questi passaggi:

  1. Apri un browser web sul tuo computer e digita l’indirizzo IP del tuo router nella barra degli indirizzi. Di solito è qualcosa di simile 192.168.1.1 o 192.168.0.1ma l’indirizzo esatto varierà a seconda del modello e delle impostazioni del tuo router.
  2. Quando richiesto, inserisci il file nome utente e password per il tuo router Puoi trovare queste informazioni su un adesivo nella parte inferiore o laterale del router o nella documentazione fornita con il router.
  3. Dopo aver effettuato l’accesso al router, cerca a Impostazioni o Configurazione sezione. Di solito si chiamerà qualcosa come “Avanzate”, “Impostazioni” o “Configurazione”, ma il nome esatto varierà a seconda del modello e delle impostazioni del router.
  4. Nella sezione delle impostazioni o della configurazione, cerca a Impostazioni DNS opzione. Di solito si chiamerà qualcosa come “DNS”, “Rete” o “Internet”, ma il nome esatto varierà a seconda del modello e delle impostazioni del router.
  5. Nella sezione Impostazioni DNS o di rete, dovresti vedere un’opzione per specificare il server DNS che desideri utilizzare. Questo può essere chiamato “DNS primario” o “DNS preferito”, ma il nome esatto varia a seconda del modello e delle impostazioni del router.
  6. Immettere gli indirizzi del server DNS che si desidera utilizzare nei campi forniti. Potrebbe trattarsi di un singolo indirizzo di server DNS o di più server DNS.

Se desideri solo modificare le impostazioni del server DNS per Windows, ecco come:

  1. Domani Pannello di controllo > Network e internett> Centro connessioni di rete e condivisione sul tuo computer. Puoi trovarlo aprendo il file Menu iniziale e cercando Centro connessioni di rete e condivisione.
  2. Scegliere Cambia le impostazioni dell’adattatore nel menu a sinistra.
  1. Fare clic con il tasto destro sulla scheda di rete per la quale si desidera modificare i server DNS e selezionare Proprietà dal menù.
  1. Nella finestra delle proprietà della scheda di rete, selezionare Protocollo Internet versione 4 (TCP/IP v4) e selezionare il Proprietà pulsante.
  1. Nella finestra delle proprietà del protocollo Internet versione 4 (TCP/IPv4), selezionare il Utilizzare i seguenti indirizzi del server DNS opzione.
  1. Inserisci gli indirizzi del server DNS che desideri utilizzare Server DNS preferito e Server DNS alternativo Spazi vuoti.
  2. scegli il OK pulsante per salvare le modifiche.
  3. Chiudere la finestra delle proprietà della scheda di rete e la finestra Centro connessioni di rete e condivisione.

Dopo aver completato questi passaggi, il computer utilizzerà i server DNS specificati per la risoluzione dei nomi di dominio. Potrebbe essere necessario riavviare il computer per rendere effettive le modifiche. Puoi utilizzare Mozilla Firefox o Microsoft Edge come browser alternativi finché gli errori specifici di Chrome non vengono risolti.

6. Ripristina i flag di Chrome

La reimpostazione dei “flag” di Chrome a volte risolve gli errori DNS. Per reimpostare i flag di Chrome sui valori predefiniti, procedi nel seguente modo:

  1. Digita nella barra degli indirizzi di Chrome chrome://flag e premere Si accomodi.
  2. In Esperimenti pagina visualizzata, fare clic su Ripeti tutto pulsante in alto.
  1. Ciò ripristinerà tutti i flag di Chrome ai valori predefiniti. Chrome potrebbe rimuovere alcuni flag dall’elenco se non sono più disponibili o sono stati rimossi da Chrome.

I flag di Chrome sono funzionalità sperimentali che non sono state completamente testate e potrebbero contenere bug. Reimpostarli può aiutarti a risolvere i problemi che potresti riscontrare con Chrome, ma può rimuovere le funzionalità su cui fai affidamento. Controllare l’elenco dei flag dopo averli reimpostati. I flag sono presenti anche nelle versioni iOS e Android del browser.

7. Contatta il tuo ISP

Il tuo ISP potrebbe avere un sito Web o una dashboard utente che puoi visitare per verificare eventuali problemi di rete noti. Se ricevi l’errore mentre utilizzi una connessione Internet ma non l’altra, è probabile che si tratti di un problema con il lato ISP.

Se i canali ufficiali dell’ISP non menzionano tale problema, registra un ticket di supporto in modo che conoscano il problema e ricevano assistenza diretta.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *