I leader di Miami-Dade implorano Elon Musk di spostare Twitter al 305

Da quando il capo di Twitter Elon Musk ha espresso pubblicamente il suo disappunto per l’attuale sede dell’azienda a San Francisco, i leader di Miami-Dade hanno iniziato a stendere il tappeto rosso per il gigante della tecnologia.

La scorsa settimana, ore dopo che Musk si è scagliato su Twitter in merito all’indagine del dipartimento edile di San Francisco sulla società che stava convertendo lo spazio della sua sede centrale in camere da letto per i dipendenti, il sindaco di Miami ha risposto Francis Suarez era frustrato da Musk e ha fatto una proposta non richiesta affinché Miami diventasse Twitter . nuova casa.

“È ora di spostare il quartier generale di Twitter a Miami”, ha detto Suarez sui social media. “Non si tratta di politica. Si tratta dell’anima del nostro paese”.

Sembra che Suarez non sia l’unico leader locale che non vede l’ora di portare Musk a Miami.

In un lettera di invito ha scritto a Musk il 12 dicembre, l’ex sindaco di Miami-Dade e attuale deputato del sud della Florida Carlos Gimenez si è unito al coro nell’implorare il miliardario di sradicare Twitter a 305.

“Vogliamo incoraggiarti a esplorare il nostro Free State of Florida e fare il passo per spostare Twitter nella contea di Miami-Dade”, ha scritto Gimenez a Musk. “Apprezziamo la libertà, apprezziamo il duro lavoro e la gente di Miami-Dade accoglierà Twitter nella nostra comunità a braccia aperte”.

Il 6 dicembre, Musk si è rivolto a Twitter per criticare il sindaco di San Francisco London Breed in merito alle indagini della città sull’installazione di letti negli uffici di Twitter. Apparentemente gli alloggi sono stati allestiti per i dipendenti che lavorano fino a tardi per soddisfare le crescenti aspettative del carico di lavoro di Musk e la revisione “super hardcore” autodefinita della società.

Tre giorni dopo, Gimenez ha lanciato ufficialmente il suo concept #Twitter2Miami Fox News con Maria Bartiromo. Ha detto a Bartiromo che come ex sindaco di Miami-Dade, ha creato un “grande ecosistema tecnologico”, indicando Miami e Miami-Dade come luoghi non solo con una popolazione diversificata ma anche “diversità di pensiero”.

Nella lettera di Gimenez a Musk, ha descritto la contea di Miami-Dade come un centro tecnologico internazionale con un clima favorevole, prima di vantarsi della sua mancanza di imposta sul reddito statale e della sua opposizione al definanziamento della polizia

Il membro del Congresso ha concluso la lettera con un paragrafo lusinghiero che elogia il “livello di trasparenza senza pari” di Twitter sotto la nuova leadership di Musk.

“Spero che Twitter continui su questa strada e rimanga un faro della libertà di parola e delle libertà del Primo Emendamento sul web”, ha scritto Gimenez. “Signor Musk, la decisione dovrebbe essere facile, spostare Twitter nella contea di Miami-Dade.”

Non è chiaro se Musk stia prendendo seriamente in considerazione entrambe le proposte. Il dipartimento delle comunicazioni di Twitter, che è stato maltrattato da quando è subentrato, non è stato possibile contattarlo per un commento.

Due dei vecchi partner di Musk presso la società di pagamenti online PayPal, Keith Rabois e Peter Thiel, si sono trasferiti nel sud della Florida durante la pandemia, acquistando una villa multimilionaria sul lungomare nell’area di Miami. I leader della società di venture capital Founders Fund, Rabois e Thiel condividono alcune delle inclinazioni libertarie di Musk e un generale disgusto per quella che vedono come una contorta politica di sinistra nella Silicon Valley.

Gimenez e Suarez sembrano nutrire speranze che Miami possa continuare a capitalizzare l’esodo dei guru della tecnologia dalla California, che fa parte della pandemia. La loro retorica nel corteggiare Musk era chiaramente adattata per fare appello alle sue inclinazioni politiche.

Miami, Seattle e Austin sono tra le destinazioni di trasferimento popolari per i professionisti della tecnologia disamorati dalla politica di San Francisco e dalle restrizioni e chiusure legate al coronavirus. Musk, da parte sua, ha annunciato nell’ottobre 2021 che avrebbe trasferito la sede della sua azienda di auto elettriche Tesla dalla Silicon Valley ad Austin.

Le società di investimento globali focalizzate sul settore tecnologico, tra cui Softbank e Blackstone, nel frattempo si sono mosse per aprire uffici a Miami lo scorso anno.

La società di scambio di criptovalute FTX, ora insolvente, l’ex omonimo dello stadio dei Miami Heat, ha in programma di aprire il proprio quartier generale a Miami, suscitando l’entusiasmo di Suarez e di altri sostenitori delle criptovalute. Ma prima che la mossa potesse essere eseguita, la società ha dichiarato bancarotta il mese scorso. Il suo fondatore, Sam Bankman-Fried, questa settimana è stato incriminato per frode e riciclaggio di denaro.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *