Musk dice che impianterà un chip Neuralink nel suo cervello quando saranno pronti

Il logo Neuralink visualizzato sullo schermo di un telefono, una sagoma di carta a forma di volto umano e un codice binario visualizzato su uno schermo possono essere visti in questa illustrazione fotografica a esposizione multipla scattata a Cracovia, in Polonia, il 10 dicembre 2021.

Jakub Porzycki | Nurfoto | Immagini Getty

L’impresa di tecnologia sanitaria di Elon Musk, Neuralink, ha condiviso gli aggiornamenti sulla sua tecnologia di impianto cerebrale durante un evento di reclutamento “show and tell” mercoledì sera. Musk ha detto durante l’evento che ha intenzione di ottenere lui stesso uno degli impianti.

Musk ha affermato che due delle applicazioni dell’azienda mirano a ripristinare la vista, anche per le persone nate cieche, e una terza applicazione si concentra sulla corteccia motoria, ripristinando la “funzionalità completa del corpo” per le persone con midollo spinale reciso. “Siamo fiduciosi che non ci siano limitazioni fisiche al ripristino della funzione di tutto il corpo”, ha detto Musk.

Neuralink potrebbe iniziare a testare la tecnologia della corteccia motoria negli esseri umani entro sei mesi, ha affermato Musk.

“Ovviamente, vogliamo essere molto attenti e assicurarci che funzioni bene prima di mettere un dispositivo su qualcuno, ma abbiamo presentato, credo, la maggior parte dei nostri documenti alla FDA”, ha detto.

Musk ha anche detto che ha intenzione di prenderne uno lui stesso. “Potresti avere un dispositivo Neuralink impiantato oggi e non lo sapresti. Voglio dire, ipoteticamente… In effetti, in una di queste demo, lo farei”, ha detto. Lui lo ha ripetuto su Twitter dopo l’evento.

Poiché nessuno dei dispositivi di Neuralink è stato testato sugli esseri umani o approvato dalla FDA, gli annunci di mercoledì mettono in dubbio, ha affermato Xing Chen, assistente professore presso il Dipartimento di Oftalmologia presso la School of Medicine dell’Università di Pittsburgh.

“Neuralink è un’azienda [that] non deve rispondere agli azionisti “, ha detto alla CNBC.” Non so quanta supervisione sia coinvolta, ma penso che sia molto importante per il pubblico tenere sempre presente che prima che qualcosa sia approvato dalla FDA, o qualsiasi corpo di regolamentazione governativa, tutte le affermazioni devono essere valutate con molto scetticismo”.

Neuralink è stata fondata nel 2016 da Musk e da un gruppo di altri scienziati e ingegneri. Sta lavorando per sviluppare interfacce cervello-computer, o BCI, che collegano il cervello umano a computer in grado di decifrare i segnali neurali.

Musk ha investito decine di milioni della sua fortuna personale nell’azienda e ha affermato, senza prove, che i dispositivi Neuralink potrebbero abilitare la “cognizione sovrumana”, consentendo alle persone paralizzate di azionare smartphone o arti robotici usando le loro menti un giorno, e “risolvere” l’autismo e la schizofrenia .

La presentazione dell’azienda di mercoledì rifletteva questa nobile ambizione, poiché Musk ha affermato che “per quanto miracoloso possa sembrare, siamo fiduciosi che sia possibile ripristinare la piena funzionalità del corpo a una persona con un midollo spinale reciso”.

Musk ha mostrato filmati di una scimmia con un chip di computer nel cranio che gioca a un “videogioco telepatico”, lanciato per la prima volta da Neuralink più di un anno fa. Il miliardario, che è anche l’amministratore delegato di Tesla e SpaceX e il nuovo proprietario di Twitter, all’epoca dissero che voleva impiantare chip Neuralink in tetraplegici con lesioni cerebrali o spinali in modo che potessero controllare il mouse di un computer, o il loro telefono, o davvero qualsiasi dispositivo semplicemente pensando. “

Neuralink è stato preso di mira mercoledì per il suo presunto trattamento delle scimmie e il Comitato dei medici per la medicina responsabile chiama Muschio per rilasciare dettagli sugli esperimenti sulle scimmie che hanno provocato emorragie interne, paralisi, infezioni croniche, convulsioni, declino della salute psicologica e morte.

Jeff Miller/Università del Wisconsin-Madison

Le presentazioni appariscenti di Neuralink sono insolite per le aziende nel settore dei dispositivi medici, ha affermato Anna Wexler, assistente professore di etica medica e politica sanitaria presso la Perelman School of Medicine dell’Università della Pennsylvania. Ha detto che è pericoloso incoraggiare le persone con disabilità gravi a fare affidamento su di esso, soprattutto se potrebbero potenzialmente subire lesioni mentre la tecnologia viene impiantata durante l’intervento chirurgico.

Wexler ha incoraggiato le persone a indossare il loro “cappello scettico” sulle grandi affermazioni di Neuralink.

“Da un punto di vista etico, penso che l’hype sia molto preoccupante”, ha detto. “Spazio o Twitter, questa è una cosa, ma quando arrivi al contesto medico, la posta in gioco è più alta.”

Chen, specializzato in BCI, ha affermato che gli impianti Neuralink richiederebbero ai soggetti di sottoporsi a una procedura molto invasiva. I medici devono fare un buco nel cranio per inserire il dispositivo nel tessuto cerebrale.

Tuttavia, pensa che ci siano persone disposte a correre il rischio.

“Ci sono alcuni disturbi, come l’epilessia, il morbo di Parkinson e il disturbo ossessivo-compulsivo, in cui le persone hanno ricevuto impianti cerebrali e i disturbi sono stati trattati con successo, consentendo loro di avere una migliore qualità della vita”, ha affermato Chen. “Quindi mi sento come se ci fosse un precedente per farlo.”

Wexler ha affermato di ritenere che la decisione dipenderà dal calcolo del rischio-beneficio personale del singolo paziente.

Neuralink non è l’unica azienda che cerca di innovare con i BCI e molti hanno fatto passi da gigante negli ultimi anni. Blackrock Neurotech è sulla buona strada per portare sul mercato un sistema BCI il prossimo anno, rendendolo il primo BCI disponibile in commercio nella storia. Synchron ha ricevuto l’approvazione della FDA nel 2021 per iniziare una sperimentazione clinica per un BCI impiantato in modo permanente e, secondo quanto riferito, Paradromics si sta preparando a iniziare i test sull’uomo nel 2023.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *