Le entrate della Coppa del Mondo Fifa aumentano di oltre $ 1 miliardo dopo il torneo del Qatar | Coppa del Mondo 2022

La FIFA ha aumentato le entrate della Coppa del Mondo di oltre $ 1 miliardo (£ 840 milioni) dopo aver portato il torneo in Qatar, ha annunciato l’organo di governo.

Gianni Infantino, oggetto di critiche diffuse sabato dopo un provocatorio discorso di apertura, domenica ha condiviso informazioni sul reddito record con le sue associazioni nazionali.

Le entrate per il ciclo quadriennale dei Mondiali del Qatar (dal 2018 al 2022, più cinque mesi in più a causa del programma invernale) raggiungeranno i 7,5 miliardi di dollari, rispetto ai 6,4 miliardi del ciclo precedente in Russia.

Con accordi sui diritti televisivi concordati dieci anni fa, il Guardian comprende che gran parte dell’aumento è stato generato da un recente aumento delle sponsorizzazioni e c’è stata anche una riduzione dei costi dovuta alla compattezza del torneo.

La sponsorizzazione è stata rafforzata da una serie di accordi redditizi con le società del Qatar, tra cui l’annuncio a marzo della società statale di petrolio e gas QatarEnergy come partner del torneo. Qatar Energy si è unita alla Qatar Airways di proprietà statale nel livello più alto di sponsor e la società di telecomunicazioni Ooredoo – che è di proprietà statale al 68% – è stata nominata nello stesso mese “fornitore ufficiale di servizi di connettività globale”. Il gruppo Qatari National Bank – di proprietà congiunta dello Stato e del pubblico qatariota – è il “sostenitore ufficiale in Medio Oriente e Africa” ​​e “Banca ufficiale del Qatar” del torneo.

This is a World Cup like no other. For the last 12 years the Guardian has been reporting on the issues surrounding Qatar 2022, from corruption and human rights abuses to the treatment of migrant workers and discriminatory laws. The best of our journalism is gathered on our dedicated Qatar: Beyond the Football home page for those who want to go deeper into the issues beyond the pitch.

Guardian reporting goes far beyond what happens on the pitch. Support our investigative journalism today.

“,”image”:”https://i.guim.co.uk/img/media/13fe42413e819fcefe460ac92e24955d42f3dcf6/0_132_6496_3898/6496.jpg?width=620&quality=85&auto=format&fit=max&s=533ca84411fd0ca1cbe928bd194d22b2″,”credit”:”Photograph: Tom Jenkins”,”pillar”:2}”>

Guida veloce

Qatar: oltre il calcio

mostrare

Questa è una Coppa del Mondo come nessun’altra. Negli ultimi 12 anni, il Guardian ha riferito di questioni relative al Qatar 2022, dalla corruzione e violazioni dei diritti umani al trattamento dei lavoratori migranti e leggi discriminatorie. Il meglio del nostro giornalismo è raccolto nella nostra home page dedicata a Qatar: Beyond the Football per coloro che vogliono approfondire questioni oltre il campo.

La denuncia degli accompagnatori è qualcosa di più di ciò che accade sul campo. Sostieni il nostro giornalismo investigativo oggi.

Grazie per il tuo feedback.

La FIFA ha ottenuto notevoli risparmi sui costi programmando un torneo in una sola città. Tutti e otto gli stadi della Coppa del Mondo si trovano entro un raggio di 50 km da Doha, il che ha consentito agli organizzatori di utilizzare una serie di infrastrutture per i tornei, compresi i media e le strutture alberghiere, e di ridurre significativamente i costi di viaggio di cui la FIFA è responsabile.

I funzionari della FIFA stimano che il guadagno inaspettato genererà un investimento extra di $ 700.000 per il gioco, con $ 300.000 contabilizzati in finanziamenti di emergenza Covid. Nei prossimi quattro anni ci saranno anche maggiori finanziamenti per il programma avanzato della FIFA con 200 milioni di dollari da spendere ogni anno per lo sviluppo di talenti internazionali, un progetto supervisionato da Arsène Wenger. La FIFA ha affermato che maggiori finanziamenti sarebbero anche accompagnati da una maggiore supervisione della spesa.

Infantino è stato sollecitato da una coalizione di enti di beneficenza e ONG a impegnarsi a pagare 440 milioni di dollari, pari al montepremi della Coppa del Mondo, a titolo di risarcimento ai lavoratori migranti danneggiati durante la preparazione della Coppa del Mondo in Qatar e alle famiglie di quei lavoratori che sono morti . Infantino ha affrontato l’argomento sabato, dicendo che verrà istituito un fondo ma “la cifra verrà decisa dopo il Mondiale” e “chiunque vorrà investire investirà”. Resta inteso che l’argomento non è stato sollevato nella riunione di domenica.

Infantino, oggetto di scherno dopo essersi paragonato a un lavoratore migrante nel suo discorso di apertura dei Mondiali, ha ricevuto un certo sostegno dal primo ministro gallese, che è in Qatar per il torneo nonostante le lamentele in patria.

Mark Drakeford ha affermato che mentre il discorso del presidente della FIFA gli ha ricordato la prima legge dei buchi dell’ex cancelliere Denis Healy – “quando sei in uno, smettila di scavare” – pensava che Infantino avesse fatto valere il punto sulla necessità per i paesi occidentali di affrontare i propri storia prima di criticare il contemporaneo fallimento degli altri.

“Il Galles è un paese inclusivo e rivolto all’esterno, dove i diritti delle persone sono davvero importanti per noi”, ha affermato Drakeford. “Ma non è sempre così. Nella nostra storia, abbiamo avuto momenti in cui le cose che abbiamo fatto, comprese le cose che abbiamo fatto in altre parti del mondo, non sono coerenti con il tipo di credenze e standard che abbiamo oggi. Quindi, prendere un momento per riflettere sulle nostre storie, non è un momento sprecato”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *