La SEC statunitense sta cercando di manipolare l’offerta di Bitcoin?

Quando CME Group ha lanciato il primo contratto future su Bitcoin nel 2017, il presidente emerito dell’azienda, Leo Melamed, ha notoriamente dichiarato che avrebbe “addomesticato” Bitcoin. Da allora, diversi ETF sono stati approvati dalla SEC. Ma quando gli scambi aumentarono l’offerta di BTC vendendo “Bitcoin di carta”, iniziarono a sorgere questioni di manipolazione del mercato.

All’epoca Melamed disse a Reuters: “Regoleremo, renderemo Bitcoin non selvaggio, né più selvaggio. Lo sistemeremo in un tipo regolare di strumento di trading con regole “.

Un fondo negoziato in borsa, o ETF, consente agli investitori di acquistare un asset che tiene traccia del prezzo di Bitcoin. Ma senza possedere direttamente l’asset sottostante. Negli Stati Uniti, tali fondi sono di competenza della Securities and Exchange Commission (SEC).

Strutturato come un IOU, un documento informale che riconosce il debito, un ETF assume la forma di un documento che può essere scambiato durante il processo di negoziazione. Gli osservatori sono preoccupati se lo scopo della carta Bitcoin sia manipolare l’asset sottostante con l’aiuto della SEC come regolatore.

Manipolazione di Bitcoin: le banche vogliono il controllo

“Le banche stanno cercando di controllare, ma questo è anche il normale sistema che usano”, ha detto a BeInCrypto James Crypto Guru, fondatore e CEO della piattaforma crittografica MagicCraft.

“In un certo senso controlla e manipola. Ma le persone capiscono che vogliono Bitcoin dalla blockchain e nel tempo il loro [banks’ BTC holding] la dimensione sarà inferiore al mercato generale”, ha affermato l’imprenditore e influencer di YouTube.

James Crypto Guru prevede che i problemi di manipolazione del mercato si tradurranno in un calo del prezzo del Bitcoin a breve termine. Alla lunga, però, “[this will be] molto buono per l’adozione “, ha aggiunto.

La SEC ha approvato il primo ETF Bitcoin che investe in contratti future nell’ottobre 2021. Il fondo negoziato in borsa Proshares Bitcoin Strategy è stato lanciato alla Borsa di New York il 19 ottobre, diventando il primo ETF Bitcoin negli Stati Uniti.

Quasi $ 1 miliardo di azioni sono passate di mano nel primo giorno di negoziazione. Dopo l’approvazione dell’ETF, il prezzo del Bitcoin è salito a $ 64.124, un record all’epoca. Ma da allora Bitcoin è sceso del 75%, a $ 16.500 al momento della scrittura.

L’analista di criptovalute Willy Woo ha commentato che l’ETF sui future sui Bitcoin sarebbe dannoso per gli investitori al dettaglio perché avvantaggia gli investitori istituzionali come gli hedge fund.

“Secondo me, questo sarebbe un modo costoso per possedere BTC”, ha detto Woo twittato dopo. “L’exchange-traded-fund esternalizza efficacemente la gestione di Bitcoin a hedge fund attraverso una serie di incentivi al reddito”, ha affermato.

Woo ha affermato che un ETF sui futures sui Bitcoin ha “il potenziale per la soppressione dei prezzi e una maggiore volatilità a causa del dominio dei futures”. Questo perché si aspetta che i futures BTC siano più costosi rispetto al prezzo spot a causa delle posizioni ampie e lunghe aperte dagli hedge fund.

Il gold standard

Nei mercati dell’oro, gli ETF di solito guidano i prezzi. Sono anche utilizzati per la scoperta dei prezzi, secondo gli esperti. Questa stessa pratica sembra essere adattata anche per i mercati Bitcoin.

CME Group afferma che il suo contratto future su Bitcoin aiuterà gli investitori a “beneficiare di un’efficiente scoperta dei prezzi in mercati future trasparenti”.

Serhii Zhdanov, CEO dell’exchange di criptovalute EXMO, ha dichiarato a BeInCrypto che l’introduzione del Bitcoin cartaceo dovrebbe essere rivista. “La manipolazione del mercato finanziario è un problema serio non solo per le criptovalute ma anche per altri asset negoziati pubblicamente”, ha affermato.

“Quando si tratta del CME, la SEC funge da cane da guardia, garantendo la sicurezza degli asset. La creazione e la regolamentazione di tali asset devono essere trasparenti e comprensibili per gli investitori. Ciò dà loro fiducia che il loro investimento è sicuro”.

BeInCrypto ha contattato il commissario della SEC Hester Peirce, ma non era disponibile per un commento “a causa della pressione degli affari”.

Chris Esparza, CEO di Vault Finance, ha affermato che lo scopo dei contratti future su Bitcoin non è mai quello di manipolare l’asset sottostante, anche se ciò potrebbe accadere. Ha continuato a mettere in guardia contro potenziali truffatori.

“L’obiettivo è aprire il trading a più investitori senza dover gestire fisicamente l’asset sottostante. Sfortunatamente, consente anche alle persone di scambiare cose che non hanno”, ha detto Esparza a BeInCrypto.

“L’impatto è fantastico. Quando le persone possono scambiare futures e Bitcoin senza detenere l’asset fisico. “Paper Bitcoin” può avere un’influenza significativa sul prezzo quando viene acquistato e venduto.”

Non è tutto buio e rovina

Il valore principale di Bitcoin deriva da due cose. Innanzitutto, a differenza di altre risorse crittografiche, BTC è veramente decentralizzato. In secondo luogo, la sua scarsità, con un’offerta massima di 21 milioni di monete.

Tuttavia, gli ETF Bitcoin aumentano l’offerta di Bitcoin vendendo Bitcoin di carta. Gli investitori non devono detenere direttamente alcun BTC. Un aumento dell’offerta diluisce il valore della moneta.

“Quindi, indipendentemente dal fatto che l’intento sia quello di manipolare l’asset sottostante, è inevitabile che ciò accada in una certa misura”, secondo Ben Sharon, fondatore e CEO della piattaforma d’oro tokenizzata Illumishare.

Non è tutto negativo con i contratti future su Bitcoin. Andrew Weiner, vicepresidente dell’exchange di criptovalute asiatico MEXC, ha spiegato che il cosiddetto documento Bitcoin gestisce lo scetticismo delle persone che sanno poco di criptovalute.

“L’emergere di più Bitcoin cartacei dimostra che la conformità e la maturità di BTC sono ben riconosciute dal mercato”, ha detto Weiner a BeInCrypto via e-mail.

“Questo non solo accelera l’ingresso di investitori istituzionali tradizionali e altri trader tradizionali, ma aumenta anche la fiducia degli utenti di criptovalute. Paper Bitcoin introdurrà fondi dal mondo finanziario tradizionale, che dovrebbe portare BTC a nuovi livelli.

Serhii Zhdanov, CEO dell’exchange EXMO, condivide il punto di vista di Weiner. Zhdanov ha creato un elenco di vantaggi che presumibilmente derivano dagli ETF Bitcoin. Ciò include diversificazione, “gestione flessibile del rischio, un’opportunità per coprire le posizioni e afflussi di capitali istituzionali”.

“L’idea alla base del documento Bitcoin difficilmente può essere definita manipolativa perché serve allo sviluppo del settore come partecipante a pieno titolo nel settore finanziario”, ha spiegato Zhdanov.

“I pro di un tale asset superano gli svantaggi. Ma è necessario controllare il fondo o lo scambio che emette asset class su cui nessuno vuole perdere denaro”.

Zhdanov afferma che se gestito bene, il Bitcoin cartaceo può funzionare allo stesso modo dell’oro cartaceo, del petrolio, dell’argento e del rame, tra le altre materie prime. Ha detto che gli ETF Bitcoin avranno un impatto positivo sui prezzi BTC a causa della maggiore partecipazione delle istituzioni.

Bitcoin BTC Dominio BTCD

Minaccia del decentramento

Un ETF sui future sui Bitcoin potrebbe essere utile per l’adozione mainstream. Tuttavia, questo potrebbe essere “contro l’etica decentralizzata rappresentata da BTC”.

C’è preoccupazione per il fatto che BTC venga “catturato” da hedge fund e grandi banche, il che potrebbe portare a manipolazioni dei prezzi.

“BTC come strumento al portatore decentralizzato è fondamentale. “Immagina se tutto il Bitcoin fosse tenuto come ETF in custodia con un fornitore”, ha detto Willy Woo l’anno scorso.

“Quel fornitore può ora modificare il rapporto di convertibilità, in seguito disaccoppiarlo come una nuova fiat. Questo è successo all’oro quando eravamo nel gold standard monetario”.

Il presidente della SEC Gary Gensler ha precedentemente espresso sostegno per i fondi negoziati in borsa sui futures Bitcoin che “forniscono una protezione significativa per gli investitori”, come affermato nell’Investment Company Act del 1940.

Tuttavia, la piena utilità dell’idea si vedrà quando ci sarà una migliore stabilità nel mercato. Gli esperti dicono che questo è particolarmente vero per quanto riguarda gli eventi politici che influenzano il mercato e le dinamiche economiche.

Disclaimer

Tutte le informazioni contenute nel nostro sito Web sono pubblicate in buona fede e solo a scopo informativo generale. Qualsiasi azione intrapresa dal lettore sulle informazioni trovate sul nostro sito Web è rigorosamente a proprio rischio.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *