La massiccia perdita di $ 151 miliardi di Elon Musk nel caos di Twitter

Le fortune personali di Elon Musk hanno subito un duro colpo mentre continua ad affrontare le conseguenze delle sue controverse decisioni come nuovo proprietario di Twitter.

Il patrimonio netto del fondatore di Tesla sta diminuendo a un ritmo senza precedenti, con le perdite del miliardario tecnologico che ammontano a oltre $ 101 miliardi (A $ 151,4 miliardi) finora per il 2022.

Musk è ancora considerato l’uomo più ricco del mondo, ma il Bloomberg Billionaires Index mostra fino a che punto è caduto dall’anno scorso.

Secondo l’indice, la sua fortuna personale ammonta a $ 169,8 miliardi (A $ 251,4 miliardi), una grande differenza rispetto ai $ 340 miliardi (A $ 503 miliardi) registrati lo scorso anno.

Ciò significa che Musk sta perdendo più di $ 400 milioni ogni singolo giorno finora quest’anno.

Le perdite straordinarie sono arrivate quando le azioni di Tesla hanno raggiunto il livello più basso in due anni.

Vuoi trasmettere in streaming le tue notizie? Flash ti consente di trasmettere in streaming oltre 25 canali di notizie in un unico posto. Nuovo in Flash? Prova 1 mese gratis. Offerta disponibile solo per un periodo di tempo limitato >

Le azioni del produttore di auto elettriche, che rappresentano la maggior parte della fortuna di Musk, sono diminuite del 56% nell’ultimo anno.

Il calo è legato a un inasprimento delle restrizioni legate al Covid in Cina che sta mettendo sotto pressione l’azienda.

Questo non è l’unico problema che Tesla ha dovuto affrontare, con la società costretta a richiamare più di 321.000 veicoli a causa di un problema al fanale posteriore.

“In rare occasioni”, le luci posteriori dei veicoli interessati si accendono a intermittenza a causa di un problema software, ha affermato la società in un documento alla National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) datato 15 novembre ma recentemente reso pubblico.

Le luci dei freni, le luci di retromarcia e gli indicatori di direzione non sono interessati. Tesla sta pianificando un aggiornamento software remoto gratuito per risolvere il problema nei veicoli Model 3 e Model Y 2020-2023 interessati.

La società ha spiegato nel documento di essere stata allertata del problema da clienti principalmente al di fuori degli Stati Uniti alla fine di ottobre e ne ha confermato l’origine il 7 novembre.

La casa automobilistica ha dichiarato di non essere a conoscenza di incidenti o infortuni legati al problema.

L’acquisizione di Twitter è stata afflitta da problemi

L’acquisizione di Twitter da parte di Musk è stata a dir poco tumultuosa, con il miliardario che ha dovuto affrontare un enorme contraccolpo dopo aver accidentalmente licenziato metà della forza lavoro e introdotto nuove rigide regole per il resto della forza lavoro, un passo che ha spinto centinaia di altri a dimettersi.

Il tumulto ha anche indotto gli inserzionisti a lasciare la piattaforma, con Pfizer e Volkswagen AG solo alcuni dei marchi che hanno interrotto la pubblicità a pagamento su Twitter.

La pubblicità costituisce il 90 percento delle entrate attuali di Twitter.

Oggi, nell’ultimo posto di blocco che deve affrontare Twitter, Musk ha annunciato che “si sta trattenendo” dal riportare in vita il controverso servizio di abbonamento Twitter Blue.

Rinnovato e rilanciato poco dopo la sua acquisizione dell’azienda, Twitter Blue ha permesso agli utenti di aggiungere un segno di spunta blu accanto al proprio profilo – precedentemente utilizzato solo per verificare l’identità di celebrità o organizzazioni – per $ 12 ($ US 8) al mese.

Musk ha affermato che consentire alle persone di acquistare segni di spunta blu sarebbe un “grande livellatore”.

Tuttavia, come molti avevano previsto, quando il nuovo Twitter Blue è diventato attivo, utenti malvagi hanno iniziato a impersonare persone e organizzazioni con un segno di spunta verificato.

Il nuovo Twitter Blue è stato ripreso dopo alcuni giorni tumultuosi.

“Trattenendo il rilancio di Blue Verified fino a quando non ci sarà un’elevata fiducia per smettere di impersonare”, ha detto Musk.

“Probabilmente userebbe un controllo del colore diverso per le organizzazioni rispetto ai singoli.”

Dopo che Twitter Blue è stato interrotto, Musk ha originariamente annunciato che i segni di spunta blu acquistabili sarebbero tornati intorno al 18 novembre.

Anche quella scadenza è slittata.

Lunedì non ha fornito alcuna indicazione su quando Twitter Blue potrebbe tornare.

Come riportato da Il New York Timescirca 140.000 persone, su 238 milioni di utenti, si sono iscritte al nuovo Twitter Blue prima che venisse ritirato.

Ciò equivarrebbe a circa $ 1,7 milioni ($ 1,12 milioni) di entrate. In realtà le entrate saranno inferiori poiché alcune persone stavano già pagando $ 5 per la precedente iterazione del servizio in abbonamento che non includeva il segno di spunta blu.

Il sito web Mashable ha affermato che in uno “scenario migliore” si aspetta che Twitter Blue possa far parte di un piano per portare a Twitter circa $ 132 milioni ($ 88 milioni) di entrate all’anno.

Musk ha preso in giro una “amnistia generale” di conti sospesi

La scorsa settimana, Musk ha ripristinato l’account Twitter dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump, dopo aver condotto un sondaggio sulla piattaforma.

Ora sta chiedendo agli utenti se il sito debba offrire un’amnistia generale a tutti gli account sospesi.

La mossa arriva quando Musk affronta il rifiuto del fatto che i suoi standard per la moderazione dei contenuti sono soggetti al suo capriccio personale, con ripristini decisi per alcuni account e non per altri.

“Twitter dovrebbe offrire un’amnistia generale agli account sospesi, a condizione che non abbiano infranto la legge o siano coinvolti in uno spam eclatante?” Musk ha chiesto in un tweet.

Una decisione in bianco sugli account sospesi potrebbe allarmare le autorità governative che hanno continuato a monitorare la gestione dell’incitamento all’odio da parte di Musk da quando ha acquistato l’influente piattaforma per 44 miliardi di dollari.

Potrebbe anche spaventare Apple e Google, titani della tecnologia che hanno il potere di bandire Twitter dai loro app store mobili per problemi di contenuto.

Trump è stato bandito dalla piattaforma all’inizio dello scorso anno per il suo ruolo nell’attacco del 6 gennaio al Campidoglio degli Stati Uniti da parte di una folla di suoi sostenitori che cercavano di ribaltare i risultati delle elezioni del 2020.

– con l’AFP

Leggi argomenti correlati:Elon Musk

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *