Coppa del Mondo 2022: il boss del Canada John Herdman dice che si pizzicherà in Qatar

Tajon Buchanan festeggia dopo aver segnato nella vittoria per 4-0 sulla Giamaica mentre il Canada raggiunge la sua prima Coppa del Mondo maschile in 36 anni
Nazione ospitante: Qatar Data: 20 novembre-18 dicembre Scopo: In diretta su BBC TV, BBC iPlayer, BBC Radio 5 Live, BBC Radio Wales, BBC Radio Cymru, BBC Sounds e il sito Web e l’app BBC Sport. Programmi televisivi giornalieriDettagli di copertura completa

John Herdman ammette che, per un momento, dovrà darsi un pizzicotto quando guiderà la sua squadra canadese per affrontare il Belgio nella prima partita della fase finale della Coppa del Mondo maschile in 36 anni.

Affrontare la seconda squadra al mondo, che include giocatori del calibro di Kevin de Bruyne, Eden Hazard e Romelu Lukaku, è un compito difficile, anche se la tua squadra include Alphonso Davies e Jonathan David, due dei migliori giovani talenti che giocano in Europa .

Ma considera il background di Herdman.

Un 47enne della città siderurgica nord-orientale di Consett, senza precedenti di gioco, che ha iniziato ad allenare solo quando ha diretto una squadra locale under 11 come parte del suo premio Duke of Edinburgh quando era adolescente e si è trasferito in Nuova Zelanda quando aveva 20 anni quando si è reso conto che non c’era alcuna possibilità che gli sarebbe stata data una possibilità nel gioco professionistico in Inghilterra.

“Mi prenderò un pizzicotto”, ha detto Herdman a proposito della gara di apertura del Gruppo F del Canada allo stadio Al-Rayyan da 44.000 posti il ​​23 novembre.

In Nuova Zelanda, Herdman è passato dall’essere responsabile della formazione degli allenatori alla supervisione della nazionale femminile, dove ha iniziato a costruire la sua reputazione. È stata poi in Canada, dove ha guidato la squadra femminile alle medaglie di bronzo consecutive alle Olimpiadi, prima di passare al gioco maschile e assicurarsi la seconda apparizione del paese ai Mondiali.

Abbraccia il suo viaggio non convenzionale che porta un elemento di sindrome dell’impostore. Ma Herdman non ritiene che sia esclusivo per lui.

“Tutti ne soffrono prima o poi”, ha detto.

“Ricordo quando sono volato per la prima volta a Vancouver pensando che stavo andando a una sessione di allenamento con la migliore di tutti i tempi nel suo lavoro, Christine Sinclair, e che non avevo mai lavorato con quel tipo di atleta prima e come avrei fatto. questo ?

“Ma stavo ascoltando il podcast in cui Hugh Jackman parlava della sindrome dell’impostore. Ho solo pensato che se Wolverine può farlo, posso farlo anch’io! Non mi vergogno ad ammetterlo e sono sicuro che lo sentirò quando De Bruyne vai via.

“Ma se sei disposto ad ammettere queste cose, lavori di più per colmare le lacune e innovare”.

Il boss del Canada John Herdman festeggia un gol contro la Giamaica in una partita di qualificazione ai Mondiali
John Herdman è nato a Consett, nella contea di Durham, ed è un ex allenatore dell’accademia giovanile del Sunderland.

I progressi del Canada in Qatar sono stati più fluidi sul campo che fuori.

Una lite a giugno sui pagamenti costretto a rompere l’amicizia con Panama nel breve tempo e poiché le partite si sono svolte da allora, il rapporto tra Herdman e la sua squadra e Canada Soccer rimane a disagio.

Sarebbe un peccato che qualsiasi cosa distogliesse l’attenzione dalla squadra di Herdman.

Il suo passaggio dalla squadra femminile a quella maschile è stato molto controverso in Canada. Esprimere poi la convinzione che la sua squadra si sarebbe qualificata per il Qatar è stato audace.

“Devi impegnare la mente per andare all in”, ha detto. “Mi è sempre stato chiaro che saremmo saliti sul podio nella squadra femminile. In quella maschile, nessuno ha detto ‘ci qualificheremo’ prima. Uno dei ragazzi più anziani ha detto ‘hai messo un cappio intorno il tuo collo. ‘. La mia risposta è “buona”. Se do la mente, i giocatori lo vedranno – e il processo, i sistemi e lo stile di gioco – e ci crederanno “.

Probabilmente non è stato fino all’ottava giornata di un girone di qualificazione finale di 14 partite che è diventato evidente che il Canada aveva una possibilità realistica di arrivare alla loro prima Coppa del Mondo dal 1986.

Sergei Rodionov dell'URSS gestisce la palla contro Gerry Gray del Canada ai Mondiali del 1986
Il Canada ha raggiunto la Coppa del Mondo del 1986 in Messico, dove ha perso contro Francia, Ungheria e Unione Sovietica

Di fronte a 44.000 spettatori in una notte gelida ma memorabile a Edmonton, in una partita soprannominata ‘Iceteca’, quando la temperatura al calcio d’inizio era di -9°C e la neve doveva essere rimossa dal campo per consentirne la continuazione, il Canada ha battuto il Messico 2-1. È stata la loro prima vittoria di qualificazione su El Tri dal 1976 e li ha portati in testa al gruppo, una posizione che non avrebbero mai perso.

“Le squadre Concacaf faranno di tutto per qualificarsi, ma stenderemo letteralmente il tappeto rosso per le squadre”, ha detto Herdman.

“Ma è il nostro terreno. Possiamo controllarlo e cambiare la mentalità. Quando andiamo in Messico, andiamo in quota, nell’Azteca, con il caldo. Quindi quando il Messico è arrivato qui, era su un campo di plastica e -13 a un punto. C’è una frase ‘ottenere Concacaf-ed’. Beh, l’abbiamo fatto in Messico per la prima volta “.

La coperta di conforto del Canada deriva dalla consapevolezza che la loro apparizione in Qatar non dovrebbe essere una tantum. Sono uno dei tre co-organizzatori – insieme a Stati Uniti e Messico – per il torneo del 2026 e dovrebbero ricevere automaticamente un posto dall’organo di governo mondiale Fifa.

Tuttavia, è richiesto fare meglio rispetto al 1986, quando non sono riusciti a segnare un gol o ottenere un punto.

Non dovrebbe essere troppo difficile, soprattutto perché Davies del Bayern Monaco si è ripreso dal problema cardiaco che lo ha tenuto fuori per tre mesi all’inizio dell’anno.

Davies è senza dubbio il ragazzo pin-up del football canadese. E Herdman pensa che il 22enne potrebbe avere una grande influenza sullo sviluppo del gioco in un paese che ha chiamato casa dal 2005, quando è arrivato come rifugiato dopo che i suoi genitori erano fuggiti dalla Liberia. sono nato.

“Era il punto di svolta”, ha detto Herdman. “Simboleggia il nuovo Canada.

“Molte persone in Canada non riescono a trovare uno sbocco, quindi Alphonso è diventato un portale per esprimersi e godersi il calcio.

“È un talento generazionale. È speciale.”

Banner dell'app BBC Sport

Ricevi gli ultimi risultati e le notifiche dei gol per qualsiasi squadra della Coppa del Mondo FIFA scaricando l’app BBC Sport: Melalink esternoAndroidelink esternoAmazzonialink esterno

Bandiera della BBC SportLogo della BBC Sounds

Ottieni la tua dose giornaliera di reazioni, dibattiti e analisi sulla Coppa del Mondo FIFA Mondiali giornalieri su BBC Sounds

Intorno al piè di pagina della BBC - Suoni

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *