Perché l’acquisizione di Twitter da parte di Elon Musk ha aumentato l’incitamento all’odio?

“Il uccello è liberato”, ha twittato Elon Musk il 27 ottobre 2022, come nota di chiusura celebrativa della sua acquisizione di Twitter. Tuttavia, questo pone la domanda, libero per che tipo di uccelli? Mostrando le sue dichiarazioni politiche passate, i passi falsi attuali e i piani futuri per la piattaforma, questa cosiddetta libertà può alimentare gli estremisti ed esporre ulteriormente le minoranze razziali e religiose all’incitamento all’odio e ai traumi.Twitter è ora una piattaforma principale per i sostenitori dell’incitamento all’odio.

Twitter ha registrato un aumento di quasi il 500% nell’utilizzo di N-parola nella finestra di 12 ore immediatamente successiva al passaggio di proprietà a Musk. Durante la settimana successiva, i tweet che includevano la parola “ebreo” sono quintuplicati da prima del trasferimento di proprietà. Troppi tweet con il maggior coinvolgimento antisemita. Allo stesso modo, c’è stato anche un aumento del linguaggio misogino e transfobico. Questa ondata di incitamento all’odio è stata accreditata a varie campagne di trolling su siti come 4chan e il forum pro-Trump “The Donald”.

In risposta a questi rapporti, Yoel Roth (ex responsabile della sicurezza e dell’integrità di Twitter) ha pubblicato a fili specificando che la maggior parte di questo linguaggio dispregiativo proviene da circa 300 account “falsi”. Sebbene questo comportamento odioso provenga da un piccolo numero di account di troll, questo fenomeno parla di come le reti marginali e dell’alt-right non si sentano solo potenziate prendendo il controllo di Musk, ma anche protette.

Poco dopo l’acquisizione, Musk ha licenziato quasi il 50% dei dipendenti di Twitter. Ha anche licenziato diversi dirigenti di lunga data tra cui: il CEO Parag Argrawal, il CFO Ned Segal, il presidente Bret Taylor, il consigliere generale dell’azienda, Sean Edgett, e il capo della politica legale, della fiducia e della sicurezza, Vijaya Gadde. Gadde è noto per essere stato determinante nel far bandire l’ex presidente Donald Trump da Twitter. Dopo un Sondaggio Twitter con più di 15 milioni di voti (con il 52% che ha votato sì per riportare Trump su Twitter), Musk ha riportato Trump sulla piattaforma. Di conseguenza, il team che una volta era in atto per monitorare e rimproverare l’incitamento all’odio non è più su Twitter.

Con Musk ora il principale proprietario della piattaforma, può seguire l’allentamento degli standard di contenuti dannosi e sciogliere la cosiddetta censura che ha criticato in passato. Ha in programma di formare un “Consiglio di moderazione dei contenuti” e ha anche cambiato il modo in cui gli utenti vengono verificati sulla piattaforma. Ha offerto un processo di verifica di $ 8 al mese per l’inafferrabile segno di spunta blu di Twitter, al posto del tradizionale processo basato sul merito che sembrava premiare gli utenti in base al numero di follower e alla fama in un campo particolare come il giornalismo, il mondo accademico o l’intrattenimento. Questo nuovo processo di verifica è fallito miseramente ed è stato ritirato quando gli utenti hanno creato account falsi per aziende e leader politici. Un account falso ha effettivamente portato a un calo delle azioni di Ely Lilly di oltre il 4% e costato agli investitori miliardi di dollari.

Anche se per ora il processo di verifica è stato diluito, siamo preoccupati per potenziali modifiche al processo di moderazione di Twitter. Quando si verificano acquisizioni di piattaforme di social media, i nuovi proprietari dovrebbero avere l’obbligo di garantire che l’incitamento all’odio sia moderato. Ciò è ancora più importante dato l’attuale contesto politico e la diffusione della disinformazione. Alcuni politici sono d’accordo. In uno sforzo bipartisan, la senatrice democratica Amy Klobuchar (D-MN) e la senatrice repubblicana Cynthia Lummis (D-WY) hanno introdotto il NUDGE Act (Nudging Users to Drive Good Experiences on Social Media) per fornire finanziamenti alla National Science Foundation e alla National Academy di Scienze, Ingegneria e Medicina per condurre uno studio sugli interventi per ridurre la dipendenza dai social media e il linguaggio dannoso. Nel 2021, i Democratici hanno reintrodotto il Protecting Americans from Dangerous Algorithms Act “per ritenere le grandi piattaforme di social media responsabili della loro amplificazione algoritmica di contenuti dannosi e radicalizzanti che portano alla violenza offline”.

Due studi di ricerca su Twitter parlano dell’importanza di queste potenziali politiche. In primo luogo, i ricercatori hanno analizzato i contenuti politici su Twitter provenienti da Canada, Francia, Germania, Spagna, Giappone, Gran Bretagna e Stati Uniti. In sei dei sette paesi (la Germania è l’eccezione), i contenuti politici di destra hanno ricevuto un’amplificazione algoritmica maggiore rispetto ai contenuti di sinistra. In secondo luogo, un rapporto di The Brookings Institution ha analizzato oltre due milioni di tweet e post da Twitter e Reddit. I ricercatori hanno scoperto che gli utenti di Twitter, rispetto agli utenti di Reddit, avevano una probabilità 2,5 volte inferiore di partecipare all’intervento degli astanti per combattere il linguaggio razzista. Attribuiscono questa differenza alle diverse politiche di moderazione sulle due piattaforme. Reddit ha politiche di moderazione più rigorose per controllare e affrontare l’incitamento all’odio sulla piattaforma. Al contrario, Twitter è come il selvaggio West e sembra muoversi in una direzione che potrebbe emarginare ulteriormente le persone sulla piattaforma. La politica sempre più polarizzata e la proliferazione della disinformazione rendono questa tendenza ancora più confusa.

Alcuni potrebbero affermare che la censura di Internet e il de-platforming delle persone non hanno alcun effetto, ma non è così. Ad esempio, in seguito alla messa al bando di Trump da Twitter e altri siti di social media, il coinvolgimento online intorno a Trump è diminuito del 95%. La presenza di disinformazione online sulle frodi elettorali è diminuita del 73% in seguito al divieto di Twitter di Trump. Il divieto di Andrew Tate potrebbe seguire una tendenza simile. La sua partenza da TikTok, dove l’algoritmo la collegava a milioni di giovani attraenti, ha effettivamente sottratto la sua portata violenta. Naturalmente, è ingenuo credere che il de-platforming fermerà completamente gli sforzi delle persone dedite al fanatismo. Spesso vengono spinti verso parti più nascoste e appropriate di Internet per diffondere il loro messaggio. Da Timothy McVeigh a Dylann Roof, abbiamo prove di cosa possono fare gli estremisti di estrema destra quando vengono spinti al limite.

Collettivamente, i recenti cambiamenti in e su Twitter stanno interrompendo la capacità delle persone emarginate di trovare comunità, impegnarsi in discorsi significativi per condividere modi per promuovere l’uguaglianza e proteggersi dall’incitamento all’odio e dai traumi. L’acquisizione di Twitter da parte di Musk e i suoi potenziali piani per allentare le regole di moderazione continueranno ad aumentare l’uso dell’incitamento all’odio e probabilmente ostacoleranno i modi in cui i gruppi emarginati si organizzano e si mobilitano sulla piattaforma per combattere i discorsi dannosi e la discriminazione nella loro vita quotidiana. Censurare l’incitamento all’odio e gli utenti che usano la retorica dell’odio sono modi fondamentali per garantire che l’uccello sia veramente libero.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *