Il licenziamento dell’intero ufficio di Bruxelles di Twitter da parte di Elon Musk lo ha messo in rotta di collisione con le leggi dell’UE

I piani di Elon Musk per trasformare Twitter Inc. in un paradiso della libertà di parola. potrebbe incontrare il suo più grande ostacolo politico nell’Unione Europea, dove deve combattere il suo nuovo Digital Services Act, che costringe le aziende a rimuovere i contenuti illegali.

Musk ha affermato che rispetterà le leggi nazionali – e in particolare ha assicurato ai funzionari dell’UE interessati che rispetterà il DSA – ma sarebbe difficile in pratica con così poco personale lasciato a moderare i contenuti. Non sarà più facile nella capitale legislativa dell’UE, Bruxelles, dove l’ufficio di Twitter non è più attivo.

I leader dell’UE sanno che lo stesso Musk è un oratore controverso su Twitter: è stato portato in tribunale per diffamazione dopo aver definito uno speleologo britannico un “pedo guy” (Musk ha vinto), la SEC degli Stati Uniti lo ha citato in giudizio per i tweet sull’acquisizione di Tesla Inc. in privato (Musk. si stabilì), ha twittato un meme nazista (successivamente cancellato) e ha pubblicato false informazioni su un attacco alla moglie del presidente della Camera degli Stati Uniti Nancy Pelosi (anch’essa cancellata).

Sebbene la maggior parte, se non tutti, di questi non violerebbe il DSA, ha certamente reso i legislatori consapevoli della possibilità che fossero segni di cose a venire.

Quali nuove regole deve seguire Twitter in Europa?

Una norma impone a piattaforme come Twitter di rimuovere i contenuti illegali in uno qualsiasi degli Stati membri del blocco UE. Ad esempio, i contenuti che promuovono il nazismo devono essere rimossi in Germania, dove tali discorsi sono illegali. Ma non deve essere portato oltre il confine in Danimarca, dove non esiste. Un’altra regola è che piattaforme come Twitter devono dimostrare alla Commissione europea, il braccio esecutivo del blocco, che sta facendo il lavoro adeguato per ridurre la diffusione di contenuti che non violano la legge, ma possono essere considerati dannosi. Ciò include la disinformazione. Le aziende dovranno mostrare come gestiscono tali post quest’estate. Se l’UE conclude che non è stato messo in atto abbastanza, questa seconda regola dà loro il potere di richiedere modifiche ad algoritmi o politiche, ad esempio.

Quali altre regole deve seguire Twitter in Europa?

Musk deve rispettare la regola fondamentale dell’UE sulla protezione dei dati, il GDPR, che richiede a Twitter di avere un responsabile della protezione dei dati nell’UE. Significa anche che Twitter deve ottenere il consenso prima di indirizzare gli annunci a gruppi di utenti specifici e renderà Twitter responsabile per eventuali violazioni dei dati. Musk deve tenere d’occhio altre leggi in cantiere come la legge sull’IA dell’UE. L’attuale proposta proibisce l’uso di algoritmi che hanno dimostrato di discriminare le persone, il che potrebbe influire sugli strumenti di ritaglio del volto di Twitter che hanno dimostrato di favorire le donne magre e giovani. La proposta dell’UE sui materiali per abusi sessuali su minori potrebbe costringere Twitter a schermare i messaggi privati ​​alla ricerca di immagini di abusi sessuali su minori o adescamento. Questi sono ancora in discussione nell’UE.

In che modo le autorità di regolamentazione dell’UE applicheranno le regole?

In casi estremi, possono vietare a Twitter di operare sul blocco. In situazioni più moderate, potrebbero sanzionare irruzioni nei restanti uffici per vedere se fa quello che dice di fare e utilizzare le loro scoperte per forzare cambiamenti più drastici nel comportamento. E in situazioni di partenza più probabili, emetteranno richieste, multe e minacce di ulteriori azioni.

Si tratta di opzioni aperte a tutte le società soggette alla legge di Bruxelles, tra cui Meta Platforms Inc., Alphabet Inc., Microsoft Corp. eccetera. Tuttavia, la posizione di Musk sulla libertà di parola e il suo licenziamento di quasi la metà dei dipendenti di Twitter lo hanno già messo sotto i riflettori delle autorità di regolamentazione. Twitter deve lavorare di più per conformarsi al DSA, inclusa l’aggiunta di un meccanismo che consenta agli utenti di segnalare facilmente i contenuti illegali e disporre di un numero sufficiente di moderatori per esaminare i contenuti in ciascun paese dell’UE. L’UE non ha avuto paura di affrontare le grandi aziende tecnologiche statunitensi in passato. Il cane da guardia irlandese per la protezione dei dati ha multato Twitter di € 450.000 ($ 448.360) nel 2020 per aver violato il GDPR. Amazon.com Inc., WhatsApp di Meta e Google di Alphabet sono stati colpiti da multe di milioni di euro, anche se i critici sostengono che queste multe simboliche fanno poco per cambiare il comportamento della grande tecnologia vista dalle aziende, sono il costo per fare affari in Europa.

Quando può essere intrapresa l’azione?

Per quanto riguarda DSA, non c’è tempo presto. Twitter è tenuto a pubblicare il conteggio degli utenti a febbraio, che avvierà il processo di supervisione della commissione, ma non dovrà presentare una valutazione del rischio fino alla prossima estate. Invece, la prima possibilità di Musk di mostrare all’UE che prende sul serio i contenuti è promuovere il Codice di condotta dell’UE sulla disinformazione. Twitter ha firmato il codice quest’estate, impegnandosi a non trarre profitto dalla disinformazione e combattendo gli account falsi e il potenziamento dei bot. Sebbene il codice sia volontario, chiaramente non è una buona idea vedere Musk fare marcia indietro sulla promessa o infrangerla subito.

Il supervisore irlandese ha affermato che i movimenti di Musk sono stati “strettamente” monitorati. Dopo la partenza dell’unico chief privacy officer di Twitter, la società ha assicurato al controllore dei dati irlandese che è conforme al GDPR e che per ora avrà qualcuno responsabile dei dati. Il rischio maggiore è avere troppo poco personale per proteggere la piattaforma dagli hack che espongono i dati degli utenti.

L’UE è l’unico posto di cui Musk deve preoccuparsi?

La Corte Suprema degli Stati Uniti esaminerà due casi che potrebbero ritenere le società di social media responsabili di algoritmi che promuovono contenuti illegali o dannosi. Ciò potrebbe cambiare radicalmente il modo in cui le aziende statunitensi moderano i contenuti. Nel frattempo, Twitter ha citato in giudizio l’India per una nuova legge che sostanzialmente dà al governo il controllo sulla censura dei post sui social media. Non è chiaro se questo sia in conflitto con le idee sulla libertà di parola di Musk abbastanza da consentirgli di perseguire la causa o se stia semplicemente seguendo la legge.

La nostra nuova newsletter settimanale Impact Report esaminerà come le notizie e le tendenze ESG stanno modellando i ruoli e le responsabilità dei dirigenti di oggi e come possono affrontare al meglio queste sfide. Iscriviti qui.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *