Elon Musk, azioni Tesla e problemi di Twitter

È il giorno prima del Ringraziamento e Tesla è nei guai. I prezzi delle azioni della casa automobilistica elettrica sono diminuiti di oltre il 50% dall’inizio dell’anno. E ora il capriccioso CEO dell’azienda, Elon Musk, è stato distratto dal suo nuovo luccicante giocattolo da 44 miliardi di dollari: Twitter.

Tesla ha beneficiato a lungo di un’ottima reputazione, sia come produttore di veicoli elettrici di lusso che come opportunità di investimento. Ma i problemi dell’azienda stanno fluendo e più clienti e azionisti sembrano prenderne atto. Nelle ultime settimane, molti post sono stati criticati La qualità costruttiva di Tesla ha attirato l’attenzione sui social media e centinaia di migliaia di veicoli Tesla sono stati oggetto di richiami. (Gli aggiornamenti via etere risolveranno i problemi con le luci posteriori delle auto e l’airbag del passeggero anteriore, due delle recenti chiamate dell’azienda.) Quindi, mentre Musk è impegnato a spegnere gli incendi su Twitter e a gestire le sue altre società, SpaceX, the Boring Company e Neuralink: la reputazione di Tesla sembra essere colpita.

Cominciamo con lo stesso Musk. Sulla scia della sua acquisizione di Twitter, alcuni esperti e analisti temono che il nuovo lavoro di Musk possa danneggiare le sue responsabilità di CEO di Tesla e contribuire al crollo del prezzo delle sue azioni. Si noti che Musk ha anche finanziato la maggior parte del suo accordo di acquisizione di Twitter vendendo le proprie azioni Tesla e, secondo quanto riferito, ha anche permesso a più di 50 ingegneri di Tesla di lavorare su Twitter quando è subentrato il mese scorso. Allo stesso tempo, Tesla sta attualmente affrontando una causa in cui si afferma che il pacchetto di compensi di Musk del 2018 è stato influenzato in modo inappropriato dai legami personali del consiglio di amministrazione di Tesla con Musk. (La causa chiama anche Musk un “CEO part-time”.) Diverse azioni legali sono state intentate contro la società in relazione al suo posto di lavoro, comprese cause per presunte molestie sessuali, razzismo e una cultura del posto di lavoro “tossica”, nell’ultimo anno o giù di lì. . .

Anche le auto stesse hanno problemi. La qualità costruttiva è stata una critica costante nei confronti di Tesla e uno studio sull’affidabilità pubblicato da Consumer Reports questo mese ha rilevato che la società continua ad avere problemi con l’hardware della carrozzeria e il sistema di sterzo, oltre ad altri problemi. La riparazione di Tesla rimane un grosso ostacolo, poiché l’indagine di Recode ha fatto luce sulla scorsa estate. La sfida che GM ha affermato in una recente presentazione agli investitori è così significativa che i suoi concessionari hanno apparentemente riparato più di 11.000 veicoli Tesla dall’anno scorso. Un video TikTok che documenta la qualità costruttiva di una Tesla, incluso il cofano del bagagliaio traballante, ha raccolto più di 4 milioni di visualizzazioni all’inizio di questo mese.

Steven Elek, analista di dati per Consumer Reports, ha dichiarato in una dichiarazione: “La qualità costruttiva continua a essere un problema per Tesla. Nel nostro ultimo sondaggio sull’affidabilità, i proprietari hanno segnalato problemi con l’hardware della carrozzeria, la verniciatura e le rifiniture della Model S, Model 3 , e Model Y. I portelloni che non si chiudono correttamente, finiture e modanature allentate e vernice sbiadita sono alcuni dei difetti specifici di cui abbiamo sentito parlare dai proprietari di Tesla.

Poi ci sono i ritorni di Tesla, che hanno totalizzato 19 dall’inizio di quest’anno (GM ne ha emessi 25 e Ford ne ha emessi 63, per riferimento, sebbene producano anche molte più auto). Oltre ai richiami della scorsa settimana, la società ha anche emesso richiami su alcuni veicoli per problemi con il loro servosterzo a novembre e altre auto per aver forse ignorato i segnali di stop a febbraio.

Molti di questi richiami vengono emessi senza che i veicoli presentino problemi di sicurezza diffusi e non richiedono modifiche fisiche alle auto. Invece, vengono gestiti tramite aggiornamenti via etere, consentendo a Tesla di apportare le correzioni necessarie tramite, essenzialmente, download da Internet. Queste riparazioni sono ovviamente più facili da completare che portare il veicolo in riparazione o sostituirlo. Tuttavia, come spiegato in precedenza da Recode, questi tipi di richiami, poiché sono così facili da affrontare, possono anche creare un ciclo in cui le autorità di regolamentazione corrono costantemente per mettersi al passo con software pericolosi.

Anche il piano di Tesla di diventare un’azienda automobilistica a guida autonoma non sembra andare bene. Anche se altre aziende si ritirano dalle loro aspirazioni di veicoli autonomi in mezzo a una recessione economica, Elon Musk sta ancora introducendo il cosiddetto software Full Self-Driving di Tesla: una versione beta del sistema dell’azienda dovrebbe essere disponibile per più proprietari di Tesla entro la fine. di quest’anno.

E ora Tesla sta affrontando un’altra causa, intentata a settembre dai proprietari che affermano che Musk ha ingannato i clienti su quanto avanti e quanto bene sia questa tecnologia. Anche il governo è stato coinvolto: Reuters ha riferito a ottobre che il Dipartimento di Giustizia stava indagando sulla tecnologia di Tesla e anche la Securities and Exchange Commission aveva avviato un’indagine. Allo stesso tempo, un’iniziativa chiamata Dawn Project ha chiesto il divieto del software di guida autonoma di Tesla. Per supportare tale sforzo, il progetto ha rilasciato video e annunci intesi a evidenziare i pericoli della tecnologia di Tesla, inclusa una campagna televisiva che mostra una Tesla che fa cadere un giovane manichino. La casa automobilistica ha recentemente inviato una lettera di cessazione e cessazione in risposta.

Oh, e i concorrenti di Tesla stanno iniziando a rappresentare una minaccia maggiore. Mentre la società è ancora la beniamina del fiorente settore dei veicoli elettrici, aziende come Ford e GM stanno correndo per superare Tesla e aumentare la loro produzione. Anche startup come Lucid e Rivian stanno cercando di battere le auto di Elon Musk nel mercato del lusso.

A queste aziende probabilmente non importa che Musk stia attualmente impiegando il suo tempo a ripristinare l’account Twitter di Donald Trump e a pubblicare meme, perché potrebbero usare il tempo per recuperare il ritardo. Come ha scritto l’editore di Recode Adam Clark Estes quando è stata annunciata per la prima volta la notizia dell’assunzione di Musk: “Ma se c’è mai stato un momento per iniziare, è adesso. Il capo di Tesla non c’è. Ora di giocare.”

Questa storia è stata pubblicata per la prima volta nella newsletter di Recode. Iscriviti qui per non perderti il ​​prossimo!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *