Elon Musk afferma che Twitter non ha mai preso investimenti da SBF, FTX

  • Elon Musk ha affermato che né lui né Twitter hanno mai preso un investimento da Sam Bankman-Fried o FTX.
  • Musk nega un recente rapporto di Semafor, definendolo “una bugia”.
  • Semafor ha riferito in precedenza che Sam Bankman-Fried ha una partecipazione nel nuovo Twitter privato.

Elon Musk nega che il merlato fondatore di FTX, Sam Bankman-Fried, o FTX possieda azioni di Twitter da quando il CEO di Tesla ha privato la società, negando un recente rapporto di Semafor.

Martedì, Semafor ha riferito che il 5 maggio il CEO di Tesla ha inviato un messaggio a Bankman-Fried, invitandola a trasformare le sue azioni pubbliche di Twitter in una partecipazione nella società privata di Musk, alcune settimane dopo che Musk si era offerto di acquistare Twitter per 44 miliardi di dollari.

“Come ho detto, né io né Twitter abbiamo preso alcun investimento da SBF/FTX,” Musk ha twittato mercoledì in risposta a Semafor e al suo redattore capo, Ben Smith. “Il tuo articolo è una bugia.”

“Potrebbe possedere azioni di Twitter come società pubblica, ma certamente non possiede azioni di Twitter come società privata”, ha detto Musk. in un tweet separato.

Semafor ha riferito che il messaggio di Musk a maggio faceva seguito a un messaggio di Bankman-Fried in cui esprimeva il suo sostegno ai piani di Musk per Twitter e affermava che non sarebbe stato in grado di investire nuovo denaro su Twitter. Secondo il rapporto, il fondatore di criptovalute ha aggiunto di avere circa $ 100 milioni in azioni che potrebbe inserire nell’affare.

Nel frattempo, il Financial Times ha riferito che un bilancio FTX datato 10 novembre elencava le azioni di Twitter come asset “illiquidi”.

I rappresentanti di Twitter e FTX non hanno risposto a una richiesta di commento di Insider prima della pubblicazione.

Musk ha risposto per la prima volta alla storia di Insider nel rapporto di Semafor su a tweet, definendolo “sbagliato”. Una persona a conoscenza dell’accordo ha anche detto a Insider che le affermazioni secondo cui SBF ha una partecipazione in Twitter sono “completamente false”.

Musk ha anche sottolineato che Bankman-Fried è un investitore in Semaforil media ha riferito che Bankman-Fried ha una partecipazione in Twitter.

Il caporedattore del sito, Ben Smith, ha riconosciuto l’investimento. “Come te e molti altri, abbiamo preso un investimento da lui”, Smith disse in risposta a Musk su Twitter. “Lo abbiamo coperto in modo aggressivo e lo abbiamo rivelato ogni volta che abbiamo scritto su di lui, anche qui”.

In una successiva risposta a Musk su Twitter mercoledì, Smith ha pubblicato uno screenshot di una conversazione testuale che ha affermato essere tra Musk e Bankman-Fried: Il twitter di Musk, come riportato da Liz”, ha detto, riferendosi alla giornalista di Semafor Liz Hoffman.

Semafor ha successivamente aggiornato la sua storia per includere un commento di Musk, che ha confermato di aver inviato un messaggio a Bankman-Fried in merito all’investimento, ma ha affermato che l’investimento non è mai avvenuto.

La pubblicazione ha anche chiarito che il suo suggerimento che Bankman-Fried avesse investito in Twitter si basava sull’elenco delle attività diffuso da FTX e ha rimosso una riga che descriveva i due uomini come “partner finanziari”.

Semafor ha anche pubblicato una correzione alla sua storia, affermando che il Wall Street Journal ha riferito che il padre di Bankman-Fried è stato visto piangere in un tiki bar delle Bahamas. Una versione precedente della storia diceva erroneamente che si trattava di Bankman-Fried.

Un deposito normativo del maggio di quest’anno elencava 18 investitori che si erano impegnati a investire nel Twitter privato di Musk, tra cui il rivale di FTX Binance e investitori come Sequoia e Fidelity. FTX e Sam Bankman-Fried non sono nella lista.

Alcuni messaggi tra Musk e Bankman-Fried sull’acquisizione di Twitter erano stati precedentemente rivelati a settembre durante il processo di scoperta preliminare per la causa di Twitter contro Musk per i suoi tentativi di annullare l’acquisto dell’app social. .

Il consulente di Bankman-Fried, Will MacAskill, ha contattato Musk a marzo dicendo che il fondatore di FTX stava prendendo in considerazione l’acquisto di Twitter stesso ed era disposto a contribuire da $ 8 miliardi a $ 15 miliardi per l’acquisizione di Musk.

I due uomini si sono collegati al telefono e alla fine Bankman-Fried ha deciso di non investire nell’acquisizione, come riportato in precedenza da Axios.

Da allora, Musk ha ripetutamente denigrato Bankman-Fried su Twitter. All’inizio di questo mese, Musk ha detto a Twitter Spaces che il suo “misuratore di stronzate era in rosso” quando ha incontrato per la prima volta il fondatore di FTX.

“Amico, tutti, comprese le principali banche di investimento, tutti parlano di lui come se stesse camminando sull’acqua e avesse un milione di dollari, e questa non è la mia impressione”, ha detto Musk. “Quell’uomo è giusto… c’è qualcosa che non va, e non ha un capitale, e non verrà. Questa è la mia ipotesi.”

Musk ha fatto i commenti poco dopo la diffusione della notizia che FTX aveva presentato istanza di fallimento ai sensi del Capitolo 11 dopo aver fallito nell’ottenere finanziamenti di emergenza. Bankman-Fried si è dimesso da CEO e ha perso il 94% del suo patrimonio netto nello stesso giorno, secondo Bloomberg.

Bankman-Fried non è stato l’unico a rinnovare le sue azioni pubbliche. Il cofondatore di Twitter Jack Dorsey ha investito circa 1 miliardo di dollari nella società privata.

23 novembre: questa storia è stata aggiornata per riflettere sul fatto che Elon Musk ha affermato che la storia di Semafor era falsa. Semafor non ha risposto a una richiesta di commento di Insider.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *