Ben Simmons torna a Philadelphia 76ers, Brooklyn Nets, live blog, risultati, punteggi, statistiche, ultimi, video, momenti salienti, segni, cori della folla, reazioni, risposta

Ben Simmons torna a Philadelphia mercoledì per giocare per la prima volta da quando è stato ceduto ai Brooklyn Nets, alle 11:30 (tutti gli orari AEDT).

L’australiano riceverà sicuramente un contraccolpo dai suoi vecchi fan, che ci sono già riusciti quando è tornato lì per la prima volta la scorsa stagione come membro dei Nets mentre era infortunato.

Ma sarà una partita completamente diversa quando Simmons entrerà in campo per affrontare ufficialmente la sua ex squadra.

Guarda una media di 9 partite LIVE NBA Regular Season a settimana su ESPN su Kayo Sports su ESPN su Kayo Sports. Nuovo per te? Inizia oggi la tua prova gratuita >

Mer 23 nov

mercoledì 23 novembre

“Questo è probabilmente l’ambiente più ostile in cui sia mai stato”, ha detto a ESPN l’allenatore dei Nets Jacque Vaughn. “E superare questo ostacolo sarà enorme per lui per essere dove si trova ora e tornare alla forma in cui vuole tornare”.

Vaughn ha anche confermato prima della partita di Simmons che Simmons sarebbe tornato alla formazione titolare insieme a Nic Claxton.

Simmons ha lottato all’inizio della stagione a Brooklyn che lo ha portato alla retrocessione in panchina, pur essendo ostacolato da un problema al ginocchio.

Tuttavia, ha rotto la sua crisi nelle ultime partite, tra cui lunedì ha messo a segno i migliori 22 punti della stagione contro Memphis, sostituendo il centro titolare per Claxton, che era fuori per motivi personali.

Dopo non essere riuscito a segnare in doppia cifra in nessuna delle sue prime nove partite, Simmons ha ora segnato rispettivamente 11, 15 e 22 punti nelle ultime tre apparizioni.

“La mia mente mi diceva: ‘Vai a essere te'”, ha detto Simmons a ESPN. ”Ma poi il mio corpo cerca di recuperare. Quindi è come se stessi progredendo giorno dopo giorno, partita dopo partita. Sto solo costruendo.

“Sto ancora cercando di trovare un ritmo, trovare la mia velocità. È facile essere come … prima dell’infortunio, (io) ero uno dei migliori difensori (del campionato), e ora devo imparare a molte cose di nuovo, ricostruisci. Ci vuole tempo, ma ce la fai.

Arriva quando i Nets hanno ribaltato il loro lento inizio di stagione, vincendo sei delle ultime nove partite per migliorare a 8-9.

Ma per quanto Simmons sia stato impressionante nelle recenti esibizioni, il suo più grande test attende mercoledì a Filadelfia.

Il 26enne ha saltato tutta la scorsa stagione a seguito di una situazione di stallo commerciale con i Sixers, e la tensione tra lui e l’organizzazione è stata ampiamente riportata.

Ha già ricevuto una risposta mista dai fan quando è uscito per riscaldarsi, con alcuni che mostravano affetto e chiedevano foto e autografi, mentre altri mostravano segni ostili e sbuffavano.

L’atmosfera generale però era stoica, anche con una folla limitata.

Inondato di fischi e canti sarcastici mentre indossava abiti civili quando è tornato l’ultima volta a Philadelphia a marzo con una sicurezza extra attorno alla panchina dei Nets, i fedeli Sixers avranno senza dubbio altro da dire questa volta quando la partita inizierà.

Lo stesso Simmons ha ammesso lunedì che “sapeva cosa sarebbe successo” quando ha fatto il suo ritorno ufficiale al Wells Fargo Center.

Era contro una squadra di Philly a cui mancavano sia James Harden che Joel Embiid per infortunio, con la perdita di quest’ultimo per rendere il match meno piccante a causa dell’ansia tra Simmons.

Indipendentemente da ciò, è ancora un gioco enorme per l’australiano e sicuramente non vedeva l’ora.

“Quello che gli dico sempre è: ‘Mettiamo via la pallacanestro e vediamo chi sono le persone che ti supportano davvero'”, ha detto Patty Mills, compagna di squadra dei Nets e collega australiana.

“Penso che, sfortunatamente, gli mancasse solo quello da quello che ho visto da lontano. Quindi, per quel gioco, volevo solo assicurarmi che avesse il supporto. Che qualunque cosa accada, io ci sarò. Letteralmente accanto a te”.

BILANCIO DELLA PARTITA

Proprio come quando è stato annunciato come titolare, Simmons è stato accolto con forti fischi dai fan di Philly ogni volta che ha toccato la palla all’inizio del gioco.

Ma questo chiaramente non lo ha rallentato, con Simmons che ha distribuito tre assist nei primi tre minuti per aiutare a dare ai Nets un vantaggio iniziale di 10-2, provocando un timeout di Philadelphia.

Quei fischi sono diventati più forti quando Simmons è andato sulla linea di tiro libero, ma ha affondato con calma entrambi i colpi per continuare il suo inizio promettente, prima di sorridere e scrollare le spalle.

Il giornalista di Filadelfia Shamus Clancy ha twittato: “Un canto di ‘F *** Ben Simmons’ continua al Wells Fargo Center durante un timeout televisivo”.

Philly è tornato in partita grazie a Shake Milton, che aveva sette punti nella stagione iniziale, quando i padroni di casa hanno abbattuto un totale di cinque triple per aiutare a prendere un vantaggio per 33-26.

Simmons aveva quattro punti e quattro assist entro la fine del periodo di apertura.

L’australiano ha mantenuto la sua forma forte nel secondo mandato con un enfatico rifiuto prima di terminare il gioco dall’altra parte lanciando un ingorgo tintinnante.

“Questo è ciò che Ben Simmons può fare… può farlo su entrambe le estremità del campo, uno dei migliori giocatori a doppio senso del gioco”, ha detto a ESPN l’ex allenatore della NBA Stan Van Gundy.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *