I texani giocheranno ruoli chiave per la squadra nazionale maschile degli Stati Uniti – Houston Public Media

Erik Drost

La nazionale di calcio maschile degli Stati Uniti non si è qualificata per l’ultima Coppa del Mondo FIFA, svoltasi in Russia nel 2018. Ma quando la prossima edizione del torneo inizierà domenica in Qatar, gli americani ci saranno – grazie in gran parte a un gruppo di texani in squadra.

Campana dell’arco, senior writer ed editor di concacaf.com, ha parlato con il Texas Standard della visione della squadra statunitense per il torneo. Ascolta la storia qui sopra o leggi la trascrizione qui sotto.

Questa trascrizione è stata leggermente modificata per chiarezza: Texas Standard: quali sono le prospettive per la squadra nazionale maschile degli Stati Uniti nella competizione di Coppa del Mondo di quest’anno?

Campana ad arco: Beh, è ​​davvero interessante perché ovviamente non hanno partecipato al torneo in Russia 2018. Quindi è la prima volta da Brasile 2014 che partecipano alla Coppa del Mondo. Quindi è una squadra molto giovane, ma penso che giocherà a loro favore. E penso che anche il girone in cui sono sia adatto a loro, contro Galles, Inghilterra e Iran. Quindi tre avversari molto tosti. Ma questa è una squadra statunitense con, come ho già detto, molti giovani giocatori che giocano in alcuni dei migliori club europei. Quindi è molto atletico. E penso che ci sia molta eccitazione intorno a questa squadra che potrebbe avere qualcosa di molto speciale. E inizia in Qatar in questa Coppa del Mondo.

oh! Penso che quando arrivano queste competizioni, molte persone vogliono cercare giocatori con legami con il Texas. E mi chiedevo se potessi parlarci di alcuni di loro, che i fan dovrebbero cercare.

Si Certamente. Voglio dire, se guardi alla squadra statunitense, ci sono dei legami molto forti con il Texas. Guarda il centrocampo degli Stati Uniti, Weston McKennie di Little Elm, sai, sono nel Dallas-Fort Worth Metroplex. È arrivato attraverso l’FC Dallas Academy, senza mai debuttare nella prima squadra dell’FC Dallas. È andato in Germania per iniziare la sua carriera lì e da allora è progredito, sai, giocando per la Juventus, la potenza italiana.

Un altro centrocampista statunitense con radici texane è Kellyn Acosta, un altro giocatore che è arrivato attraverso il sistema FC Dallas. È di Plano. Ha giocato per l’FC Dallas per diverse stagioni, ora gioca per il Los Angeles FC, dove ha appena vinto la MLS Cup con loro.

Jesús Ferreira è un altro. Anche se è nato in Colombia, suo padre, David Ferreira, è stato una star all’FC Dallas alla fine degli anni 2000 – più o meno 2009, 2010 – da qualche parte lì intorno. E anche Jesús è arrivato attraverso l’FC Dallas Academy. Inizi a sentire un tema coerente secondo cui l’FC Dallas, il loro sistema accademico, ha prodotto alcuni giocatori che sono una parte enorme di questa squadra statunitense.

Possiamo parlare di qualcun altro di cui non si trova il nome? Da quello che posso dire, chi è uscito da quel sistema FC Dallas? Ricardo Pepi, il 19enne attaccante di El Paso. Ha giocato per l’FC Dallas prima di accontentarsi di un sacco di soldi con la squadra tedesca, giusto? Non è stato tanto tempo fa? Molti analisti si aspettano che abbia un ruolo importante in questa Coppa del Mondo.

Sì. E sai, ad essere onesto, sono sorpreso che non sia sulla lista dell’allenatore Gregg Berhalter. Pensavo davvero che Pepi si fosse consolidato come uno dei migliori attaccanti di questa squadra statunitense. È stato eccellente nelle qualificazioni ai Mondiali quando è stato convocato, segnando un gol decisivo contro l’Honduras, e poi due gol contro la Giamaica in una vittoria qui ad Austin lo scorso ottobre.

Quindi so che è una delusione per molte persone, specialmente qui in Texas, che Ricardo Pepi non sia in quella squadra, ma è giovane, ha 20 anni. 26 squadra.

C’è qualche spiegazione formale sul motivo per cui non ha fatto il taglio?

Voglio dire, niente di specifico. Voglio dire, a Gregg Berhalter, l’allenatore, è stato chiesto di questo. E ha appena detto che sta davvero cercando ragazzi che secondo lui gli daranno le migliori possibilità di vincere. Tutto dipendeva da un giocatore, Haji Wright – che gioca per una squadra della Bundesliga, che è la massima divisione tedesca – che era davvero bravo. Ma, sai, sono sicuro che avrà un’altra possibilità.

Tutto è corretto. Hai quella sfera di cristallo?

Beh, penso che gli Stati Uniti apprezzino le loro possibilità di passare al secondo turno. Dopodiché, ovviamente, dipenderà da chi affronteranno agli ottavi. Ma penso che gli Stati Uniti finiranno secondi nel proprio girone dietro l’Inghilterra. Sono davvero emozionato per la seconda partita che giocheranno contro l’Inghilterra. Aprono in Galles e poi in Inghilterra e poi in Iran. Ma penso che gli Stati Uniti finiranno secondi. Penso che raggiungeranno la fase a eliminazione diretta. Per il Messico, sono un po’ più scettico. Sai, il Messico negli ultimi quattro anni è sempre arrivato agli ottavi di finale della Coppa del Mondo. Ma penso che quella serie potrebbe essere in serio pericolo questa volta.

Qualche scommessa su chi può prendere tutto?

Bene, penso che l’Argentina sia pronta a farlo. Il Brasile è sicuramente una potenza. Argentina, ha vinto l’ultima Copa America. Hanno battuto il Brasile in finale. E questa è una squadra argentina guidata da Lionel Messi, che è alla fine della sua carriera. E ha una giovane squadra argentina che lo sostiene. Questi sono tutti ragazzi che sono cresciuti guardando Messi e idolatrandolo, e ora giocano con lui e combattono per lui. E penso che l’Argentina abbia davvero trovato la sua forma qui negli ultimi due anni, e mi piacciono molto le loro possibilità di andare avanti e vincere questo torneo.

Se hai trovato prezioso il rapporto di cui sopra, considera di fare una donazione per sostenerlo qui. Il tuo regalo aiuta a pagare tutto ciò che vedi su texasstandard.org e KUT.org. Grazie per aver donato oggi.

Diritto d’autore 2022 KUT 90.5. Per saperne di più, visita KUT 90.5.

Iscriviti a Ora a Houston

Compila il modulo sottostante per iscriverti alla nostra nuova newsletter editoriale quotidiana dalla redazione di HPM.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *