Mondiali 2022: tutto quello che c’è da sapere sul paese ospitante Qatar | Qatar

Dov’è il Qatar e che cos’è?

Il Qatar è una minuscola monarchia di 2,7 milioni di persone – di cui circa 300.000 sono cittadini del Qatar e il resto sono espatriati – sul Golfo Persico che condivide l’unico confine terrestre con l’Arabia Saudita. L’intero paese è grande circa il decimo di New York City e tutti i giochi si svolgono in un circolo ristretto di otto stadi vicino alla capitale, Doha.

carta geografica

Mappa degli stadi

chi sta correndo Qatar e come è redditizio?

Lo sceicco di formazione britannica Tamim bin Hamad al-Thani è succeduto a suo padre quasi un decennio fa e mantiene il controllo su quasi tutti gli aspetti del governo. Un tempo uno degli stati più poveri del Golfo, il Qatar è diventato uno dei paesi più ricchi al mondo pro capite grazie a petrolio e gas.

Un grafico che mostra il PIL pro capite di paesi tra cui il Qatar

Qual è il suo ruolo geopolitico?

Il Qatar ha una politica estera “a porte aperte” in cui parla a tutti i gruppi politici, quindi il Paese ha agito da mediatore, ad esempio, tra i talebani e gli Stati Uniti. Ma il sostegno del Qatar ai gruppi islamisti, come i Fratelli Musulmani e gli affiliati di Hamas a Gaza, ha causato seri attriti con i suoi vicini.

Nel giugno 2017 Egitto, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti e Bahrain hanno interrotto le relazioni diplomatiche con il Qatar. Il ruolo dell’Arabia Saudita, in particolare, significa che il Qatar è di fatto tagliato fuori dal resto del mondo. Il blocco è stato revocato lo scorso anno.

Cos’è famoso in Qatar?

Il piccolo stato ha un’enorme influenza in tutta la regione e nel mondo grazie al lancio nel 2006 dell’influente emittente televisiva panaraba e internazionale Al Jazeera.

Sebbene sia in parte di proprietà statale – ed eviti le critiche alla monarchia del Qatar – Al Jazeera mantiene un certo grado di indipendenza nei suoi reportage, rendendola un’importante fonte di notizie dell’ultima ora in tutto il Medio Oriente, in particolare durante le rivolte della primavera araba. esploso nel 2011.

I dittatori di tutta la regione odiano Al Jazeera, che ha riportato da vicino i movimenti a favore della democrazia e le rivolte islamiche. Hanno accusato il Qatar di utilizzare il canale per incitare al conflitto.

Perché questo torneo è così controverso?

In generale, sebbene non esaustivi, i principali argomenti addotti contro l’assegnazione del torneo al Qatar rientrano nelle seguenti categorie:

Il ruolo della numerosa popolazione di lavoratori migranti del Qatar – spesso provenienti dal sud e dall’est asiatico – nell’industria delle costruzioni del paese domina le discussioni. Un’indagine del Guardian nel 2019 ha rilevato che centinaia di lavoratori sono stati costretti a morire a temperature roventi fino a 45°C per un massimo di 10 ore per turno, sei giorni alla settimana. Molti lavoratori vivono in dormitori squallidi e sovraffollati, e alcuni degli intervistati dal Guardian affermano di guadagnare l’equivalente di circa 1 sterlina l’ora.

In risposta alle critiche, il Qatar ha introdotto un salario minimo e rimosso gli abusatori kafala sistema, in cui i lavoratori non possono cambiare lavoro e sono effettivamente controllati dai loro datori di lavoro. Tuttavia, a ottobre, Amnesty International ha affermato che le violazioni dei diritti umani “continuano su scala significativa”.

Il Qatar criminalizza l’attività sessuale tra persone dello stesso sesso con pene detentive e il paese si colloca male negli indici dei diritti LGBTQ+, anche per gli standard regionali.

Un grafico che mostra che il Qatar è il terzo paese meno LGBTQ+ friendly al mondo

Il mese scorso, Human Rights Watch ha pubblicato un rapporto che documenta quelle che ha definito azioni di polizia “arbitrarie” contro i residenti LGBTQ+ in Qatar. Un funzionario del Qatar ha affermato che le accuse “contengono informazioni categoricamente e chiaramente false”, senza specificare.

In uno sforzo verso l’accettazione globale, il Qatar ha dichiarato esplicitamente che le coppie LGBTQ+ in visita per la Coppa del Mondo possono stare nella stessa stanza. I documenti visti dal Guardian suggeriscono che alla polizia verrà detto di non agire contro manifestazioni pubbliche di affetto o proteste pro-LGBTQ+. Tuttavia, la zona grigia è un serio motivo di preoccupazione. Le recenti osservazioni di un ambasciatore ufficiale del torneo che descrive l’omosessualità come “danno mentale” sono state respinte come “dannose e inaccettabili”.

Il Qatar inizialmente aveva proposto di tenere il torneo durante l’estate, quando le temperature sono solitamente di 36°C e talvolta raggiungono i 50°C, ma nel 2015 la FIFA ha confermato che invece si sarebbe svolto un torneo invernale.

Un grafico che mostra le temperature medie alte e basse a Doha

Doha promette la “prima Coppa del mondo a emissioni zero della storia” con il suo design “compatto” che significa viaggiare con meno emissioni di carbonio. Ma sono state espresse preoccupazioni sull’uso dell’aria condizionata negli stadi e sulle centinaia di migliaia di litri di acqua desalinizzata necessari per mantenere i campi rigogliosi e verdi.

Non ci sono prove che colleghino lo stesso Qatar a qualsiasi tipo di corruzione nell’assicurarsi il successo nella sua candidatura ai Mondiali, ma sono passati 12 anni da quando è stata annunciata la nazione ospitante, e rimangono dubbi su come sia stato vinto il diritto di un paese che non si è mai qualificato. per il torneo. ospitalo. Invece l’attenzione si è concentrata sui 22 membri votanti del comitato esecutivo della FIFA all’epoca, 16 dei quali sono stati implicati o indagati per qualche forma di presunta corruzione o illecito.

All’inizio di questo mese, l’ex presidente della Fifa Sepp Blatter ha dichiarato che il torneo è stato passato allo stato del Golfo a causa delle azioni dell’ex presidente della UEFA Michel Platini, sotto la pressione dell’allora presidente della Francia Nicolas Sarkozy. Platini, ex giocatore della Francia, ha riconosciuto che c’era stato un incontro con Sarkozy ma ha negato che i suoi voti fossero stati influenzati. Sarkozy ha precedentemente scelto di non commentare le accuse.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *