Le persone con disabilità temono che i cambiamenti di Twitter sotto Elon Musk li lasceranno indietro

Commento

Twitter è stato a lungo un importante spazio pubblico per le persone con disabilità grazie al suo formato unico e alla sua ampia portata. Ma ora, molte persone temono che i recenti tagli e cambiamenti di Elon Musk non danneggino la comunità dei disabili.

I dipendenti di Twitter hanno twittato che includevano i recenti licenziamenti l’intero team di ingegneri dell’accessibilitàper aiutare a rendere il sito web accessibile alle persone con disabilità, in particolare quelle con problemi sensoriali, problemi di mobilità e disabilità visive o uditive.

Inoltre, alcune persone affermano di aver subito più molestie a causa delle loro disabilità nelle ultime settimane, poiché Musk ha smantellato l’infrastruttura necessaria per moderare l’incitamento all’odio e gli abusi. All’inizio di questa settimana, Musk ha inviato quello che è stato descritto come un tweet abile paragonando le critiche di un ex dipendente a “un tragico caso di Tourette ad insorgenza in età adulta”.

Amanda Talty, presidente e amministratore delegato della Tourette Association of America, ha affermato di temere che questo tipo di comportamento da parte del proprietario della piattaforma possa incoraggiare altri su Twitter a seguire l’esempio.

“Si limita a perpetuare l’incomprensione di ciò che è veramente Tourette, ma minimizza anche la gravità della condizione e dà alle persone il via libera per fare cose come questa”, ha detto Talty.

L’attrice sorda Marlee Matlin twittato Giovedì sul licenziamento del team di accessibilità, che si è assicurato che il sito fosse compatibile con i lettori di schermo e ha fornito supporto per testo alternativo e sottotitoli automatici per video e tweet vocali.

Matlin ha affermato che Twitter ha “praticamente livellato il campo di gioco” per le persone con disabilità ed è stato un “punto di svolta senza barriere”. Ha lasciato intendere che potrebbe mettere in pausa il suo account per protestare contro la decisione di Musk di licenziare il team di accessibilità.

Twitter e Musk non hanno risposto alle richieste di commento. Twitter ha licenziato la maggior parte del suo team di comunicazione.

Twitter è stato a lungo particolarmente adatto alle persone con disabilità in un modo che non è facilmente replicabile altrove. Poiché si concentra principalmente sulla parola scritta, è più facile da usare per i non vedenti, i sordi e le persone con difficoltà di linguaggio o problemi di controllo motorio fine, rispetto ai siti di social media come TikTok e Instagram, che enfatizzano immagini e audio.

Twitter ha anche una vasta portata. Piattaforme come Reddit e Mastodon raggruppano le persone in specifici spazi o server della comunità, rendendo più difficile per i post attirare l’attenzione del pubblico in generale. E molte persone con disabilità usano Twitter per organizzare, raccogliere fondi e gestire attività commerciali.

“Essere visti online è un’ancora di salvezza, è letteralmente un’ancora di salvezza per molti di noi”, ha affermato Imani Barbarin, un’importante sostenitrice dei diritti dei disabili con paralisi cerebrale.

Prima di Twitter, Barbarin ha affermato di sentirsi spesso isolata e di non connettersi facilmente con gli altri con le sue condizioni. Ora ha guadagnato più di 173.000 follower e usa spesso la piattaforma per avviare campagne di sensibilizzazione su temi come le precauzioni di sicurezza per il covid-19.

Stephanie Tait, 37 anni, di Salem, Oregon, è stato escluso durante la pandemia perché era immunocompromesso e aveva problemi di salute legati alla malattia di Lyme. Twitter è il suo principale mezzo di comunicazione con il mondo.

Ha detto che c’è sempre qualche abilità e molestia sulle piattaforme dei social media. Ma da quando Musk è subentrato, ora riceve due dozzine di messaggi dannosi al giorno. È stato così brutto che ha reso privata la sua casella di posta.

“Sento che è diventato tutto un grande scherzo”, ha detto Tait. “È divertente battere diverse comunità emarginate perché Elon è divertente. Ma rende il sito inutilizzabile per molti di noi”.

Tait ha provato ad aprire un account Mastodon, ma finora afferma che il sito è confuso e potenzialmente inaccessibile per chi ha differenze neurologiche, come lui. Anche una piattaforma di social media più visiva come TikTok non è una buona scelta perché non è a suo agio nel condividere foto e video nei giorni in cui le sue condizioni di salute rendono difficile alzarsi dal letto, fare la doccia o vestirsi, ha detto.

David Radcliff, 40 anni, di North Hollywood, in California, uno scrittore con paralisi cerebrale, ha detto di aver provato a lasciare Twitter nel 2020, ma è tornato poche settimane dopo. Senza Twitter, è più difficile fare rete. Molti eventi di networking di persona si svolgono in piccoli spazi inaccessibili alla sua sedia a rotelle o le richiedono di stare in piedi per ore con le stampelle.

“Twitter dà alle nostre voci un posto da considerare alle nostre condizioni”, ha detto.

“Ci sono così tanti posti in cui le persone con disabilità sono invisibili”, ha detto. “La perdita di Twitter è un altro duro colpo e aumenta l’invisibilità”.

Aparna Nair, assistente professore presso l’Università dell’Oklahoma a Norman, ha affermato che Twitter è un modo importante per le persone con disabilità di condividere risorse e ricerche. Ha l’epilessia e non ha la stessa capacità dei ricercatori non disabili di viaggiare e condividere il suo lavoro in varie conferenze, ha detto.

Se le modifiche di Twitter portano a un minor numero di utenti o a più problemi tecnici, potrebbero interessare alcuni imprenditori con disabilità, che utilizzano il sito per commercializzare i propri prodotti, prodotti e servizi.

Tra loro c’è Abi Oyewole, 32 anni, di Calgary, Canada, che ha disabilità multiple. Usa Twitter, dove ha più di 25.000 follower, per vendere articoli del suo negozio, Bibipins, come calze a compressione o adesivi con i suoi disegni. Ha cercato di commercializzare la sua attività su altre piattaforme, ha detto, ma Twitter è dove ha avuto il maggior successo.

“Una persona capace può ottenere un altro lavoro solo se la sua attività fallisce, ma per noi spesso è l’unica opzione”, ha detto.

Molte altre persone disabili si affidano alla piattaforma per aiutare a trovare modi per soddisfare i bisogni primari. Victor Manuel, 24 anni, di New York City ha utilizzato Twitter per raccolte fondi online per pagare l’alloggio, le medicine e l’assistenza sanitaria. Ha disabilità multiple ed è immunocompromessa, ma ha perso temporaneamente il sostegno della sua famiglia quando si è dichiarata transgender.

“Twitter ha cambiato così tanto la mia vita, è incomparabile”, ha detto Manuel, che ha chiesto di usare solo il suo nome e secondo nome per proteggere la sua privacy. “Senza una piattaforma come Twitter per condividere queste cose così facilmente, penso che molte persone ne soffrirebbero in modo reale”.

Iscriviti alla newsletter Well+Being, la tua fonte di consigli esperti e semplici consigli per vivere bene ogni giorno

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *