I neonazisti hanno sfondato le finestre e afferrato i passanti dopo aver salutato la fiera del libro di Harvard

Un gruppo neonazista molesta i clienti a una fiera del libro anarchico di Harvard rompendo finestre e prendendo a pugni un passante.

La Boston Anarchist Bookfair si stava svolgendo in una Quincy House nel campus di Harvard domenica quando 12 National Social Club 131 (NSC-131) – un gruppo neonazista con sede nel New England – è apparso e ha iniziato a molestare aggressivamente i clienti.

Il gruppo, che ha pubblicato un video dei loro sforzi su Odysee, ha affermato di “affrontare Antifa” e ha affermato che i clienti all’interno facevano parte del gruppo di estrema sinistra.

Tutti i giovani indossavano felpe nere con il logo NSC-131, mascherine nere, occhiali da sole e pantaloni kaki e sono arrivati ​​in furgoni bianchi, apparentemente intenti a interferire violentemente con la fiera del libro, che promuove l’esatto contrario.

Non è noto se qualcuno degli uomini fosse studente ad Harvard.

La fiera del libro è stata istituita per “celebrare ed esplorare le idee anarchiche” e riunire “persone che lottano per distruggere il capitalismo, l’imperialismo, il patriarcato, l’eterosessismo, la transfobia, il razzismo, il colonialismo, lo statalismo, il fascismo, la schiavitù e tutte le altre forme di oppressione”. secondo il suo sito web.

Il gruppo è stato filmato mentre cantava “131” e “Di chi sono le strade?” Le nostre strade!’ fuori da Quinvy House.

Un gruppo neonazista molesta i clienti a una fiera del libro anarchico di Harvard rompendo finestre e prendendo a pugni un passante. Uno dei membri ha gridato all’uomo: ”Vuoi prendere a pugni il fottuto re nazista? Dai, figlio di puttana. Che cosa? Sì, torna indietro puttana!’

Il passante (nella foto) ha gridato: 'Ragazzi, che ca**o?'  che non si è seduto bene nel gruppo

Il passante (nella foto) ha gridato: ‘Ragazzi, che ca**o?’ che non si è seduto bene nel gruppo

In un video, pubblicato su Twitter, si può vedere un membro gridare a un passante di fermarsi a guardare gli altri per strada ed esclamare: “Ragazzi, che ca**o?”

È iniziato con un membro dell’NSC-131 visto colpire l’uomo, gridando: “Vuoi prendere a pugni il fottuto re nazista?” Dai, figlio di puttana. Che cosa? Sì, torna indietro puttana!’

Ha puntato il dito contro l’uomo mentre ha detto ‘vattene da qui, fottuto ca**o’.

Diversi altri membri dell’NSC-131 lo hanno seguito prima di ricongiungersi al gruppo dopo che il passante ha lasciato l’area.

Il gruppo si è presentato per la prima volta al Democracy Center del campus e ha eseguito un saluto nazista, secondo il sito web del giornale studentesco della scuola, The Harvard Crimson.

Il gruppo si è presentato per la prima volta al Democracy Center del campus e ha rivolto all'edificio un saluto nazista

Il gruppo si è presentato per la prima volta al Democracy Center del campus e ha rivolto all’edificio un saluto nazista

Sono stati visti sfondare finestre e prendere a calci le porte prima di fare un saluto nazista all’edificio e partire su furgoni bianchi.

Gli organizzatori della fiera del libro affermano che tutti all'evento sono

Gli organizzatori della fiera del libro affermano che tutti all’evento sono “al sicuro” e i volontari stanno aiutando a tenere chiuse le porte per tenere fuori i membri dell’NSC-131

Arrivati ​​alla Quincy House, sono stati visti sbattere i pugni contro le finestre e prendere a calci la porta prima che il saluto nazista entrasse nell’edificio.

La fiera del libro ha affermato che volontari e partecipanti hanno intrapreso “un’azione rapida” per impedire al gruppo di partecipare all’evento e che tutti sono stati “tenuti al sicuro da qualsiasi potenziale violenza”.

“A meno di dieci minuti dall’arrivo, si sono caricati su due furgoni bianchi senza contrassegni (presunti noleggi) e non sono più tornati”, hanno scritto su Twitter gli organizzatori della fiera del libro.

Hanno anche ringraziato la “comunità” per aver cercato di proteggersi a vicenda.

“Che tu porti uno spuntino in più, indossi una maschera o chiudi una porta in faccia a un fascista, stai partecipando a un importante lavoro di cura e unità della comunità”.

Chris Hood, 23 anni, di Pepperell, ha fondato il gruppo per la supremazia bianca nel 2019 ed è stato arrestato e incriminato nel luglio 2022 dopo che lui e i suoi membri avevano protestato fuori dall’ora di una storia di drag queen per bambini, ha riferito l’Harvard Crimson.

È stato accusato di rissa – o rissa in pubblico – che non comporta una pena detentiva. Gli è stato detto che doveva stare lontano dai contro-manifestanti.

Il gruppo di Hood sostiene la supremazia bianca, l’antisemitismo e le opinioni neonaziste. Si ritiene che abbia circa 30-40 membri che sono tutti maschi bianchi. L’obiettivo del gruppo è combattere l’estinzione della propria razza.

Chris Hood, 23 anni, di Pepperell, ha fondato il gruppo per la supremazia bianca nel 2019 ed è stato arrestato e incriminato nel luglio 2022 dopo che lui e i suoi membri avevano protestato fuori dall'ora di una storia di drag queen per bambini

Chris Hood, 23 anni, di Pepperell, ha fondato il gruppo per la supremazia bianca nel 2019 ed è stato arrestato e incriminato nel luglio 2022 dopo che lui e i suoi membri avevano protestato fuori dall’ora di una storia di drag queen per bambini

Il fondatore del gruppo, originario del Massachusetts, ha frequentato una scuola superiore per studenti con “significative disabilità emotive, problemi comportamentali e difficoltà di apprendimento”, secondo WCVB.

Nel 2016 la scuola lo ha descritto come un “bravo studente”. [who was] rispettato dai suoi insegnanti’, secondo l’outlet.

Prima di creare il suo gruppo di estrema destra, è stato membro del Patriot Front e dei Proud Boys.

Non è chiaro se Hood abbia partecipato alla protesta di Harvard.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *