Elon Musk eredita l’incubo sugli abusi sui minori di Twitter: gli esperti dicono che sta peggiorando le cose


Con una causa per sestorsione potenzialmente dannosa che pende sulla testa di Twitter e il personale di protezione dei minori impazzito, Musk ha un grosso lavoro da mantenere per le promesse che ha fatto per proteggere i minori sul sito.


TWitter ha lottato a lungo per sorvegliare l’ondata di materiale pedopornografico in quella che definisce una “piazza pubblica”. Queste carenze lo scorso anno hanno portato l’azienda nel mezzo di una significativa causa per la sicurezza dei bambini che il nuovo CEO Elon Musk deve combattere. Ma la sua tumultuosa acquisizione della piattaforma ha lasciato un equipaggio scheletrico per affrontare l’enorme problema di Twitter con i contenuti illegali per bambini, uno che gli esperti temono stia per peggiorare.

La causa civile, intentata contro Twitter nel 2021, ripercorre il modo in cui la società ha affrontato la sestorsione di due ragazzini minorenni che hanno visto video sessuali espliciti di se stessi – cosa che sono stati manipolati a fare – che sono diventati virali sulla piattaforma.

Jane Doe non sapeva che l’immagine dell’abuso sessuale del figlio di 13 anni era diventata virale su Twitter fino a quando non ha preso in considerazione l’idea di togliersi la vita. Nel 2017, un truffatore l’ha indotta a inviare foto di nudo su Snapchat. Quelle richieste di foto e video si sono presto trasformate in minacce di ricatto, in cui la vittima è stata costretta a inviare materiale di se stessa mentre compiva atti sessuali su un altro ragazzo minorenne, secondo la denuncia.

Tre anni dopo, le immagini sono riemerse, sono state raccolte in un video pornografico ed esplose su Twitter, secondo la causa. Il gigante dei social media ha impiegato nove giorni per rimuovere il contenuto, nonostante il materiale costituisca materiale illegale di abusi sessuali su minori (CSAM), hanno affermato i querelanti nella loro denuncia. Solo dopo che il contenuto è stato visualizzato centinaia di migliaia di volte e un agente del Department of Homeland Security ha richiesto la rimozione del contenuto, Twitter ha finalmente agito, afferma la denuncia.

“Questo caso cerca di far luce su come Twitter ha abilitato e avvantaggiato CSAM sulla sua piattaforma, scegliendo il profitto sulle persone, il denaro sulla sicurezza dei bambini e la ricchezza sulla libertà di espressione. dignità umana e umana”, ha affermato. La causa, intentata contro Twitter quando Jack Dorsey era ancora CEO, è ora un problema per il collega miliardario e nuovo CEO Elon Musk, in un momento in cui molti membri del personale direttamente responsabili della sicurezza dei minori e della pulizia del sito di CSAM potrebbero essere stati rimossi. o dimessi, compresi alcuni fino a ieri, Forbes è stato appreso.

Musk ha ereditato la lunga battaglia della piattaforma contro il flagello del materiale pedopornografico. Dal 2019, Twitter ha segnalato circa 200.000 pezzi di tali contenuti illegali al National Center for Missing and Exploited Children (NCMEC), un’organizzazione senza scopo di lucro che rilascia questi “suggerimenti informatici” dalle società tecnologiche alle forze dell’ordine. Lo hanno detto ex funzionari delle forze dell’ordine Forbes che anche sotto Dorsey, la piattaforma aveva una comprensione peggiore del problema e un processo di segnalazione più debole rispetto ai concorrenti. Ora, sulla scia della tumultuosa acquisizione dell’azienda da parte di Musk, temono che il problema si sia intensificato.

“Se va male quando ci sono molte persone [working on child protection]penso che a nessuno importi qui”, ha detto l’ex agente di polizia Yami Pence, che ha lavorato come detective nell’unità Internet Crimes Against Children della Florida fino all’anno scorso. , Egli ha detto Forbes che anche sotto la precedente leadership di Twitter, i suoi rapporti all’NCMEC erano spesso così ritardati che il ritardo spesso impediva alle forze dell’ordine di trovare e perseguire le persone coinvolte.

“Spero davvero che il signor Musk sia pronto e disposto, perché ci sono letteralmente solo arretrati”, ha detto Pence.

“Se va male quando ci sono molte persone [working on child protection]penso che a nessuno importi lì.

Yami Pence, ex detective dell’unità Internet Crimes Against Children della Florida

Twitter non ha risposto Forbes‘ richiesta di commento; il suo ufficio stampa è stato sciolto sotto Musk. Ma Politica di Twitter afferma che la società ha “tolleranza zero per qualsiasi materiale che presenti o promuova lo sfruttamento sessuale dei minori”. Anche Musk ha indicato che la repressione di questo contenuto è una priorità. Lo ha detto al presidente francese Emmanuel Macron su Twitter settimana scorsa che l’azienda continuerà a proteggere i bambini. In risposta a un altro tweet che chiedeva a Twitter di espandere il suo team contro lo sfruttamento dei minori, Musk ha promesso: “Agiremo”.

Tuttavia, il team di fiducia e sicurezza di Twitter, responsabile del monitoraggio della piattaforma per contenuti illegali, è stato rimosso nelle ultime due settimane. Molti membri del suo personale sono stati licenziati o si sono dimessi, in particolare l’ex capo della sicurezza e dell’integrità Yoel Roth. Con l’uscita dei dipendenti a seguito di un ultimatum di Musk secondo cui il personale potrebbe iscriversi a un Twitter “estremamente hardcore” di lunga durata o andarsene, non è chiaro quanti rimangano nella vecchia squadra di Roth. Ma ha detto un dipendente di Twitter recentemente scomparso Forbes diversi membri del personale che si occupano direttamente del monitoraggio CSAM e dell’assistenza all’infanzia in loco sono stati licenziati nelle ultime due settimane. More ha deciso di andarsene ieri invece di iscriversi al Twitter di Musk entro la scadenza delle 17:00 ET.

Lasciando andare così tanto personale di fiducia e sicurezza, Musk sta “mettendo a rischio un intero gruppo di bambini”, ha dichiarato John Pizurro, un comandante dell’unità Internet Crimes Against Children del New Jersey da poco in pensione, che ora ha fatto pressioni a Washington DC per convincere i legislatori a farlo intraprendere più azioni sulla protezione dei minori. “Non è di buon auspicio.”

L’ex dipendente di Twitter ha aggiunto che “non ci vuole un genio per capire, se rimuovi le persone da qualsiasi team di fiducia e sicurezza, ciò influirà inevitabilmente sulla sicurezza dei bambini”. Se altri di questi lavoratori decidessero di dimettersi questa settimana, ciò avrebbe un impatto ancora più negativo sugli utenti minorenni di Twitter, ha affermato l’ex dipendente.

Musk “mette a rischio un intero gruppo di bambini”.

John Pizurro, ex comandante dell’unità Internet Crimes Against Children del New Jersey

Insieme alle perdite nel team di fiducia e sicurezza, c’è anche un potenziale vuoto di moderatori dei contenuti poiché Twitter, secondo quanto riferito, ha licenziato migliaia di appaltatori. L’NCMEC è preoccupato per questi tagli: ha detto il capo dell’ufficio legale dell’organizzazione, Yiota Souras Forbes I tagli drastici sollevano interrogativi su quale tecnologia Twitter abbia in atto per aiutare la sua forza lavoro di moderazione dei contenuti drasticamente ridotta.

L’NCMEC ha recentemente depositato un amicus brief a sostegno dei ragazzi adolescenti (rappresentati dal National Center on Sexual Exploitation, Haba Law Firm e Matiasic Firm) nel caso nel 2021. Souras lo ha definito un esempio particolarmente “spaventoso” di “spazi di moderazione” dell’azienda . Tali debolezze devono essere “chiamate fuori”, ha aggiunto, e spera che, se il caso dovesse procedere, i querelanti avranno la loro giornata in tribunale e esprimeranno le loro lamentele.

Il caso è attualmente presso la Corte d’Appello del Nono Circuito. Il giudice ha respinto tutte le affermazioni del querelante tranne una sulla base della Sezione 230 del Communications Decency Act, una controversa disposizione della legge federale che conferisce alle società di Internet un’ampia immunità legale per gli utenti di contenuti che pubblicano sulle loro piattaforme. Nei casi che coinvolgono la distribuzione di materiale pedopornografico o il traffico, le leggi penali federali si applicherebbero normalmente indipendentemente dalla Sezione 230, ma il giudice in questo caso ha respinto alcune delle affermazioni del querelante sulla base del fatto che erano sotto la giurisdizione della legge. Tuttavia, il giudice ha consentito che un’affermazione significativa andasse avanti: che Twitter ha consapevolmente tratto profitto dal traffico sessuale e dal materiale pedopornografico sulla sua piattaforma. (Twitter, rappresentato da Cooley, sta impugnando la decisione in modo che le affermazioni dei querelanti possano andare avanti.)

Le discussioni orali sono attese in primavera. Per qualcuno che ha familiarità con i tribunali, Musk dovrà prestare molta attenzione se la causa civile andrà avanti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *