Pat Nevin: Cosa possono aspettarsi i tifosi del Chelsea ai Mondiali | Notizie | Sito ufficiale

Pat Nevin lavorerà ai Mondiali nelle prossime settimane e dopo aver sospeso le partite casalinghe, rivolge la sua attenzione al Qatar con i suoi occhiali azzurri…

scrissi in questa colonna la scorsa settimana Ho pensato che potesse essere utile per il Chelsea avere una pausa imminente per la Coppa del Mondo, per dare all’allenatore il tempo di fare scorta e pianificare in profondità. Mi sento più fiducioso in quella dichiarazione ora dopo il Newcastle. Sono state settimane difficili e con un gruppo così ristretto di squadre in Premier League, anche un breve periodo senza vittorie può influenzare notevolmente la posizione in campionato.

Due punti sugli ultimi 15 disponibili in campionato hanno cambiato l’intero panorama della stagione. D’altra parte, un breve periodo di vincite può costringerti a tornare indietro al tavolo altrettanto rapidamente, quindi è necessario che ci sia un reset pronto per ripartire.

Quando la squadra si riunirà per le prossime partite post-natalizie contro Bournemouth e Nottingham Forest, dovrebbe essere pronta a partire dai blocchi di partenza. Speriamo di avere quasi tutto a disposizione per allora. Una domanda importante riguarda le condizioni dei giocatori dopo la trasferta in Qatar: ci sono molti giocatori del Chelsea lì, tutti sperano di giocare il più possibile.

Il contingente inglese è il più evidente e il più numeroso con Mason Mount, Conor Gallagher e Raheem Sterling, ciascuno in grado di avere un grande impatto sul torneo. C’è molta pressione su ciascuno di loro, ma poi non ti lamenti perché Reece James e Ben Chilwell amano condividere quella pressione.

Se quei due fossero rimasti in forma, sarebbero stati i primi per la squadra inglese, portando un totale di 14 giocatori dall’attuale squadra del Chelsea al torneo – e non dimentichiamo che anche N’Golo Kante è in Francia. squadra se riesce a rimettersi in forma in tempo, quindi ci sono 15 giocatori attuali del Chelsea.

Se ciò accadrà, solo il Man City in Premier League ne avrà di più, con i suoi 16 giocatori in mostra. È incredibile quando guardi in giro per il mondo quanto pesa la Premier League sulla Coppa del Mondo. Sfogliando le squadre l’altro giorno, sono rimasto stupito nel vedere che la rosa del Brasile aveva 12 giocatori su 26 che avrebbero esercitato il loro mestiere in Premier League, e questo senza selezionare Firmino dal Liverpool.

Thiago Silva è ancora senza dubbio uno dei, se non il giocatore più di classe del torneo, il che è notevole considerando che era nella rosa del Brasile per la competizione del 2010 ed ecco il suo quarto in quella competizione. Una partita che si distingue da tutte le altre che ha giocato, che ho effettivamente giocato in una Coppa del Mondo, è stata la sconfitta per 2-1 del Brasile contro il Belgio a Kazan, in Russia, nel 2018.

Il Chelsea ha avuto un’enorme influenza lì in quella partita in retrospettiva! Eden Hazard, Kevin De Bruyne, Thibaut Courtois, Romelu Lukaku, Willian, così come Thiago Silva, con Thorgan Hazard e Michy Batshuayi entrambi in panchina.

Questo potrebbe apparire di nuovo in questa competizione man mano che si sviluppa. Ci sono molti “vecchi ragazzi” del Chelsea che giocano per altri paesi, quindi ci saranno molti scontri a faccia in su tra di loro. Anche gli attuali giocatori del Chelsea contro i loro attuali compagni di squadra potrebbero essere una caratteristica.

È una strana sensazione giocare contro i tuoi compagni di squadra, ma non sorprende che, come professionisti, sappiamo come “parcheggiare” quel cameratismo per 90 minuti.

Non sorprenderti se e quando Mason Mount affronterà Christian Pulisic nella partita del 25 novembre allo stadio Al Bayt, nessuno dei due giocatori si tirerà indietro quando i contrasti devono volare. giocare per la Svizzera contro il Brasile per affrontare Thiago Silva. Considerando lo sforzo che Mateo Kovacic mette in ogni partita e terreno che copre, se Hakim Ziyech è in campo per il Marocco quando si incontrano, allora si incontreranno!

Lo scontro più ovvio e probabile è quando la Spagna affronta la Germania e Cesar Azpilicueta potrebbe passare molto tempo intorno a Kai Havertz. Non ha senso chiedere a nessuno dei due di rallentare, sono appassionati di giocare per i loro paesi.

Ricordo di aver giocato contro compagni di squadra in partite internazionali in passato. Kerry Dixon era nella squadra inglese quando ero nella squadra scozzese e ricordo il mio compagno di stanza dei tempi dell’Everton, Tony Cottee, che giocava in attacco per l’Inghilterra indossando il numero 10 mentre io avevo la maglia numero sette della Scozia sulla schiena.

Considerando quanto siamo moderati nei contrasti e quanto TC odia inseguire, non c’è alcuna possibilità che ci facciamo male. In una delle partite tra Scozia e Inghilterra, ho giocato contro Glenn Hoddle e Ray Wilkins, due leggende del Chelsea, ma se devo essere onesto, devo cercarlo.

Questo è il punto, anche se può sembrare bello che i vecchi amici si incontrino su questi grandi palchi, di solito lo bilanci completamente e te ne dimentichi completamente. Potresti vederlo in blu ogni fine settimana, ma se questa volta indossa una maglietta di colore diverso, entro 90 minuti dispari non è più tuo amico.

Vogliamo che tutti tornino sani e salvi, e certamente non vogliamo infortuni “blu su blu”, ma non è altro che la fortuna del sorteggio. Devono essere impegnati. I giocatori dimenticheranno i possibili infortuni e per un po’ i nostri giovani potranno anche dimenticare il momento difficile al Chelsea.

Quanto a me, quando arriverò in Qatar e poi uscirò per la prima delle mie 13 partite, quella d’esordio di domenica tra Qatar ed Ecuador, penserò ancora al Chelsea. Guarderò le partite con attenzione, ma a differenza di altri le commenterò anche io, anche se so che molti fan lo fanno involontariamente! Avrò ancora tempo per pensare a chi potrebbe essere abbastanza bravo da fare il lavoro per noi.

Se trovo qualcosa di speciale, riferirò, dando a tutti voi un assaggio di com’è essere lì alle partite. Sono stato a molti Mondiali fino a Francia 1998. Erano tutti diversi e tutti meravigliosi a modo loro. L’unica cosa che hanno in ognuno è che sono sorprendenti in qualche modo. Non vedo l’ora di uscire, vedere le sorprese e poi dirti di cosa si tratta.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *