I primi dieci giocatori della Premier League della stagione 2022/23 finora…

Siamo giunti al termine del primo atto della stagione 2022-23 di Premier League. E a questo punto naturale per fare il punto, pochi avrebbero previsto che il Newcastle sarebbe stato tra i primi quattro e ancora meno sarebbero stati l’Arsenal davanti al Manchester City in testa alla classifica.

La metà dei giocatori in questa lista proviene da due piantagrane della Premier League. Questi sono i primi dieci giocatori della stagione finora.

10) Rodrì
Magari non apprezzato al punto da essere apprezzato, ma continua a volare sotto i radar, com’è sua abitudine e forse quello che Pep Guardiola vuole dal suo centrocampista difensivo. Non ha ottenuto il “ovunque” di N’Golo Kante nel suo periodo migliore, perché non era necessario in questa squadra del Manchester City.

Di solito si trova intorno al cerchio centrale, a dribblare come se indossasse scarpette di velluto e a strappare il possesso agli avversari quando sembra che ci sia una pausa.

9) Giacomo Maddison
Ha realizzato il suo sogno di andare alla Coppa del Mondo, ma il fatto che non abbia giocato molto in quella Coppa del Mondo probabilmente gli è venuto in mente, se non già. Ma il fair play, la sua inclusione sembrava molto lontana all’inizio della stagione e vincere Gareth Southgate nonostante lo scarso inizio di stagione di Leicester sarebbe fantastico.

Un creatore negli spazi ristretti, brillante sulla palla inattiva e la giusta dose di arroganza.

8) Bruno Guimaraes
Ci sono voluti solo pochi minuti perché i tifosi del Newcastle si innamorassero del brasiliano, e non molto di più amore in cambio. Pensavo che Bruno fosse molto bravo per il Newcastle quando è arrivato per la prima volta a gennaio, ma non sembra più essere così, o almeno il divario di qualità si è notevolmente ridotto, non perché la forma del centrocampista sia calata ma perché sta trascinando. la squadra al suo livello.

Sembra avere molto tempo sulla palla, che è sempre il segno distintivo di un ottimo operatore, e perde raramente il possesso nonostante il suo desiderio di essere il più progressivo possibile. Avranno il lavoro sospeso su di lui nonostante i grandi cannoni.

7) Kieran Trippier
C’è da chiedersi se Reece James giocherà contro l’Iran lunedì anche se è in forma. Trippier è stato visto come un’opzione sicura da Southgate davanti al terzino del Chelsea e Trent Alexander-Arnold sulla destra per l’Inghilterra, ma pochi potrebbero avere le stesse riserve dopo l’inizio della stagione del 32enne.

Alexander-Arnold ci ha viziato un po’, con la sua eccezionale capacità di passare, crossare e creare problemi alle difese avversarie, ma perché ora accettiamo anche che un terzino possa essere uno dei migliori al mondo facendo un aspetto del gioco meglio di altri. Trippier fa questa cosa incredibile in cui attacca e difensivo e dannatamente bravo in entrambi.

6) Martin Odegard
Non diremmo che Odegaard sia un capitano eccezionale, dato che è piuttosto difficile dirlo da una presenza così tranquilla in campo, ma tutti i suoi compagni di squadra sembrano apprezzarlo e rispettarlo. E indubbiamente stanno facendo meglio con lui in testa rispetto a Pierre-Emerick Aubameyang, che – ammettiamolo – a parte Mikel Arteta, è sempre una scelta strana.

Ma sosterremo, con le prove di questa stagione in particolare, ma si può dire dal suo arrivo all’Arsenal, che Odegaard è stato un calciatore straordinario. Come bambino prodigio, è facile andare dall’altra parte, ma Odegaard è chiaramente un ragazzo intelligente circondato da persone che hanno a cuore i suoi migliori interessi.

È un creatore molto funzionale, che suona come un complimento ambiguo, ma è intenzionale in modo che tu possa contare su di lui per creare possibilità. È un profondo pensatore e discepolo di Arteta, e puoi immaginarlo abbracciare la sua struttura tattica mentre dorme e guardare i giocatori in campo come se fossero frammenti di codice in un programma per computer.

5) Harry Kane
In qualsiasi altra stagione rimarremmo sbalorditi dalla forma di Harry Kane: 12 gol in 15 partite sono il suo miglior inizio di stagione in Premier League. Erling Haaland ha alzato l’asticella che Kane, un giocatore sulla buona strada per segnare 30 gol in Premier League in questa stagione (un’impresa raggiunta solo dieci volte in 30 anni), non sta suonando il secondo violino, invece tiene lo spartito mentre Haaland piega il violino fino a quando fumava.

I fan dell’Inghilterra dovrebbero essere molto eccitati alla prospettiva che il capitano del loro paese e il miglior giocatore segnino gol per divertimento, ma potrebbe essere ingiusto dare la colpa per una netta mancanza di merda in una Coppa del Mondo in Qatar alle porte di Haaland. Sta “rovinando il calcio” in quel modo simpatico e quasi scherzoso di cui parlano i fan davanti a una pinta, no In realtà distruggendolo come le cause legali corrotte che hanno causato la calamità su di noi.

4) Miguel Almiron
Non è solo nella rosa del Newcastle, ma Almiron è l’esempio più evidente dei vantaggi di un buon allenatore e di una buona gestione. Laddove le squadre avversarie si rilassavano con la palla ai piedi di Almiron, perché anche se battesse un uomo o due i suoi sforzi sarebbero vanificati, il suo possesso ora diffonde il panico.

Ha segnato dei grandi gol in questa stagione ed è difficile non tifare per qualcuno a cui piace chiaramente il suo calcio che ora è diventato uno scherzo. molto più divertente dopo che è tornato a mordere il beffardo.

3) Guglielmo Saliba
A parte il norvegese dai capelli d’oro, nessun altro arrivo estivo ha avuto un impatto maggiore su una squadra della Premier League in questa stagione.

Saliba ha le caratteristiche di cui tutti i migliori difensori centrali hanno sempre bisogno – è grande, forte, veloce e sa saltare – insieme all’abilità e alla compostezza sulla palla solitamente riservate ai nuovi difensori della Premier League come Thiago Silva e Virgil van Dijk.

Ha anche l’arroganza della giovinezza, che a volte può motivarlo, ma più spesso ci permette di svenire o imprecare, a seconda della sincerità o del livello di invidia, nei confronti di un difensore centrale che fa il non-difensore centrale. cosa.

2) Kevin De Bruyne
Il miglior centrocampista della storia della Premier League, l’avete sentito qui, non so, quinto? Non è la brillantezza, che molti hanno mostrato, ma la costante brillantezza. Ha la capacità di tirare e segnare da qualsiasi posizione, con entrambi i piedi. Supera i giocatori con e senza palla. Ma la cosa più impressionante di tutte è la sua visione brillante e i suoi passaggi, il che è così buono che vede spazi e compagni di squadra liberi prima che abbiamo la possibilità di dirglielo dagli spalti o attraverso il nostro schermo televisivo, e prima che i compagni di squadra sapessero che erano un’opzione per lui.

Ha assistito Haaland cinque volte in questa stagione e, come coppia offensiva, sono al top.

1) Erling Haaland
Le statistiche dicono tutto e questo può essere scoraggiante. Dov’è il je ne sais quoi? La sua efficienza oggettiva lascia meno spazio alla gioia? Qualche errore ci permetterà di rimuovere le macchine e apprezzare la sua maestria?

Probabilmente, e giustamente, non gliene frega niente che il suo arrivo in Premier League abbia portato a una sorta di esistenzialismo calcistico tra le masse. Ama segnare gol e vincere, e continuerà a fare lo stesso al Manchester City.

Per saperne di più: Cristiano Ronaldo fallisce in ritardo, disperato tentativo di rilevanza con il Man Utd di Ten Hag

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *