SpaceX ha appena acquistato un’enorme campagna pubblicitaria su Twitter per Starlink

Il fondatore di SpaceX Elon Musk a un evento congiunto T-Mobile e SpaceX il 25 agosto 2022 a Boca Chica Beach, in Texas.

Michele Gonzalez | Getty Images

L’attività aerospaziale di Elon Musk, SpaceX, ha ordinato uno dei più grandi pacchetti pubblicitari disponibili da Twitter, l’attività di social media che ha appena acquistato con un affare da 44 miliardi di dollari e di cui ora ricopre il ruolo di CEO.

La campagna promuoverà il servizio Internet satellitare di proprietà e gestito da SpaceX chiamato Starlink su Twitter in Spagna e Australia, secondo i registri interni del business dei social media visti dalla CNBC.

La campagna pubblicitaria che SpaceX sta acquistando per promuovere Starlink viene chiamata “acquisizione” di Twitter. Quando un’azienda acquista uno di questi pacchetti, in genere spende fino a $ 250.000 per mettere il proprio marchio al di sopra della sequenza temporale principale di Twitter per un intero giorno, secondo un attuale e un ex dipendente di Twitter che ha chiesto di rimanere senza nome poiché non è autorizzato a parlare su per conto della società.

Gli utenti dovrebbero vedere i messaggi del marchio Starlink le prime tre volte che aprono l’app Twitter nel giorno o nei giorni della campagna di acquisizione pianificata in Australia e Spagna. La campagna, acquistata la scorsa settimana, partirà nei prossimi giorni prima in Australia e poi in Spagna.

SpaceX in genere non acquista grandi pacchetti pubblicitari da Twitter, hanno affermato i dipendenti attuali ed ex.

Starlink utilizza una costellazione di satelliti che forniscono Internet agli abbonati paganti che devono anche ottenere terminali da SpaceX per accedervi. SpaceX ha sviluppato Starlink con l’obiettivo di fornire connettività Internet ad alta velocità a persone in luoghi poco serviti o non serviti affatto da infrastrutture via cavo o in fibra ottica.

Pressione sulle vendite di annunci su Twitter

Musk è anche l’amministratore delegato del produttore di veicoli elettrici Tesla, oltre alle sue responsabilità in SpaceX e Twitter. È orgoglioso del fatto che la sua azienda automobilistica non spenda soldi per la pubblicità tradizionale come la stampa, la radio, la televisione e gli annunci display online. Invece, Tesla ottiene titoli dai blog dei fan, dai siti di notizie e crea ronzio attraverso i club automobilistici, gli eventi dei fan o degli azionisti e il coinvolgimento dei social media.

Musk ora si trova nella posizione di dover vendere pubblicità online come “Chief Twit”, o più formalmente CEO, di Twitter, che rimane una delle principali piattaforme di social media internazionali. Twitter vantava circa 237,8 milioni di utenti attivi giornalieri monetizzati prima del controverso accordo privato di Musk. Musk ha la missione di generare almeno la metà delle entrate di Twitter dagli abbonati, non solo dalla pubblicità.

Una campagna, anche grande come “acquisizione”, non sarà sufficiente per compensare i molti inserzionisti che hanno interrotto la spesa su Twitter di recente o sono fuggiti dalla piattaforma durante l’acquisizione rocciosa di Musk.

Aziende tra cui General Motors, Audi, Volkswagen, General Mills, Pfizer, United Airlines e altre hanno temporaneamente sospeso la spesa pubblicitaria su Twitter, in parte in risposta a un assalto di incitamenti all’odio e disinformazione sulla piattaforma. Il gigante della pubblicità Interpublic Group raccomanda che i suoi clienti delle agenzie facciano lo stesso. Twitter in precedenza ha ottenuto circa il 90% delle sue entrate dalla pubblicità.

Gli inserzionisti sono tornati su Twitter dopo l'acquisizione di Musk mentre il governo esaminava l'accordo

Quando Musk ha lanciato e poi sospeso rapidamente un badge per abbonati a pagamento su Twitter la scorsa settimana, ha ulteriormente scosso la fiducia degli inserzionisti nella piattaforma. Il badge sembra un precedente segno di spunta blu di verifica, ma costa agli utenti solo $ 7,99 al mese. I segni di spunta blu acquisiti a buon mercato sono stati utilizzati da burloni e impostori per impersonare marchi, politici e celebrità e pubblicare messaggi poco lusinghieri e imprecisi.

Un account fatto a somiglianza della compagnia farmaceutica Eli Lilly ha causato seri problemi giovedì quando ha pubblicato il messaggio: “siamo entusiasti di annunciare che l’insulina ora è gratuita”. Il tweet è diventato virale ed è rimasto su Twitter per almeno due ore prima di essere cancellato. Il vero account di Eli Lilly poi twittato: “Ci scusiamo con coloro che hanno ricevuto un messaggio fraudolento da un account Lilly falso”.

Il prezzo delle azioni di Eli Lilly è sceso drasticamente dopo la pubblicazione del tweet falso, anche se i principali indici azionari all’epoca erano positivi, con l’S&P 500 che ha registrato il suo più grande rally in due anni. La casa automobilistica guidata da Musk Tesla, il concorrente di SpaceX Lockheed Martin, il sen. Anche Ed Markey (D-Mass.) e molti altri furono imitati e messi alla berlina sulla piattaforma.

Questo fine settimana, Musk ha scritto in un tweet: “Twitter porta un numero enorme di clic su altri siti Web/app. Il più grande driver di clic su Internet in questo momento”. Il nuovo CEO di Twitter è stato immediatamente corretto da esperti di marketing ed ex dipendenti di Twitter e una nota di correzione è stata aggiunta al suo tweet. Successivamente ha cancellato il tweet.

Un’ex dipendente di Twitter, Claire Díaz-Ortiz, lo ha chiamato, scrivendo: “Bugie. Ho lavorato @twitter 5 anni + ha scritto 2 libri sul social media marketing. Questo non è vero e @twitter lo so. Non l’abbiamo venduto ai clic, perché ha meno traffico di Facebook, LinkedIn, ecc. Twitter ha altri punti di forza chiave. (E il marketing è qualcosa di più dei clic.”

In una riunione a livello aziendale la scorsa settimana, Musk ha detto agli attuali dipendenti di Twitter che il fallimento non è fuori questione, poiché l’azienda deve affrontare un esodo di inserzionisti e una più ampia recessione economica.

Secondo quanto riferito, Musk sta dicendo ai dipendenti di Twitter che il fallimento non è fuori questione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *