L’Arsenal è la migliore squadra della Premier League, ma il Manchester City vincerà facilmente il titolo, afferma Gary Neville | Notizie di calcio

Con la prima metà della stagione della Premier League che si è conclusa questo fine settimana a causa della pausa per la Coppa del Mondo, Sky Sport L’esperto Gary Neville emette il suo verdetto sui grandi argomenti di discussione nella massima serie.

L’Arsenal è un atto di classe, ma il City avrà vita facile per il titolo

La scorsa settimana ho detto che pensavo che il Manchester City avrebbe vinto il titolo di 15 punti – rimarrò fedele a quella previsione.

Ma l’Arsenal dubitava di me. Sono stati fantastici, sono stati l’atto di classe in queste prime 14 partite. Vogliamo una corsa al titolo, vogliamo avere competitività in Premier League e non che una squadra la scappi ogni stagione.

In questo momento, l’Arsenal sta combattendo davvero. Sono state la migliore squadra del campionato nelle prime 14 partite della stagione per un miglio.

Ero lì per la loro prima partita della stagione al Crystal Palace un venerdì sera di agosto e i primi 25 minuti sono stati elettrizzanti tra quei giocatori di punta e hanno tenuto duro fino in fondo. Hanno spirito, unità e buon calcio.

Mi piace questo fatto [Gabriel] Gesù non è riuscito a segnare 25 gol. Quante volte abbiamo vinto titoli allo United senza che i giocatori segnassero così tanti gol. Non è un barometro per vincere un titolo, non credo.

A volte succede, non fraintendermi. Abbiamo avuto [Ruud] van Nistelrooy, a [Dwight] Yorke, a [Andy] Cole oh [Wayne] Rooney – è successo. Ma di solito a volte i giocatori non superano i 15 goal ma la squadra è migliore.

Utilizza il browser Chrome per un lettore video più accessibile

LIBERO DA GUARDARE: Lupi v Arsenal Highlights

Quello che Gesù ha fatto lì davanti ha reso la squadra migliore. Finora sono fantastici in tutti i reparti.

Non credo che vinceranno il titolo, penso che vincerà il City. Penso che possano entrare tra i primi quattro, ma penso che sarà interessante a febbraio e marzo con l’Arsenal dove finiranno.

Penso che ci sia ancora un elemento che devono dimostrare a se stessi. Lo dirò più e più volte finché non mi mostreranno qualcos’altro.

Ma quello che stanno dimostrando questa volta è che sono la squadra migliore del campionato, la squadra più coerente del campionato, e da dove erano alla fine della scorsa stagione – complimenti a Mikel Arteta, questo è un lavoro brillante ha ha fatto.

Mikel Arteta festeggia la vittoria dell'Arsenal sui Wolves
Immagine:
Mikel Arteta celebra la vittoria dell’Arsenal ai Wolves che li ha portati a cinque punti di vantaggio

L’Arsenal dovrebbe rafforzarsi a gennaio?

Il reclutamento è stato fantastico e ben fatto al club per aver tenuto i nervi saldi in un momento difficile in cui avrebbero potuto facilmente rimanere con Mikel.

Un altro allenatore potrebbe aver perso il lavoro, è stato lì per tre anni quando non sono finiti tra i primi quattro la scorsa stagione. Hanno preso i giocatori giusti e all’improvviso sembravano unirsi.

L’Arsenal si rafforzerà a gennaio? Quali pericoli comporta? Aumenterai per aumentare la rosa o aumenterai per aumentare i primi undici? Se fai quest’ultimo, ti risenti due o tre giocatori attualmente nella squadra?

Martin Odegaard festeggia il gol di Arsenal vs Wolves
Immagine:
L’Arsenal è coerente con la sua rosa, ma ha profondità?

È un enigma che attraversa la mente del consiglio dell’Arsenal in questo momento. Non sono sicuro che nessun altro club farà affari. Non credo che il City o qualsiasi altro club al vertice farà affari. C’è la sensazione che l’Arsenal possa fare qualcosa a centrocampo.

Sono in una buona stagione. Devono assicurarsi che non escano dalla Coppa del Mondo come una sfortunata storia della Coppa del Mondo, come fanno tutti i grandi club della Premier League con sei, sette, otto giocatori chiave che vanno in Qatar.

Potrebbero essere giocatori che vanno in finale e tornano stanchi o infortunati e restano fuori per due o tre mesi.

Il Man Utd non è vicino ai suoi rivali ma a giocatori come Ten Hag

Penso che Erik ten Hag abbia fatto molto bene nella prima parte della sua carriera al Manchester United.

Era ancora presto e stava lottando. Dalla fine della scorsa stagione e dopo una finestra di mercato difficile, la situazione di Cristiano Ronaldo ha messo una richiesta di trasferimento e la situazione si è sviluppata negli ultimi due o tre mesi.

Harry Maguire era fuori forma e come suo capitano, ha dovuto togliergli la fascia da braccio in qualche modo lasciandolo fuori dalla squadra. Aveva molto da fare contro di lui ei risultati a inizio stagione sono stati terribili.

Il capo allenatore del Manchester United Erik ten Hag guarda a Craven Cottage
Immagine:
Il capo allenatore del Manchester United Erik ten Hag guarda a Craven Cottage

Dopo la partita del Brentford, hai sentito che il mondo stava volgendo al termine per il Manchester United con il Liverpool nel Monday Night Football della prossima settimana.

Ma il punto in cui è salito molto secondo le mie stime è stata quella settimana per affrontare il Liverpool. Aveva tutta la stampa davanti a sé, è rimasto lì e ha risposto a tutte le domande difficili ed è uscito nei momenti difficili in cui le persone continuavano a chiedere di Ronaldo e Maguire, e l’ha affrontato con vero acciaio. L’ha superato con vera forza.

Quello che direi è che avrà anche capito che grande compito ha. Il Manchester United ha speso oltre 200 milioni di sterline nella finestra di trasferimento, ma non sembra ancora una squadra da 200 milioni di sterline, come il Chelsea.

Questa è ancora una squadra che gioca in modo incoerente, non solo in ogni partita ma all’interno delle partite. Parte del calcio che abbiamo visto in pre-stagione, il calcio fluido, il ritmo a centrocampo… sembrano ancora una squadra con un’impostazione predefinita nel passato.

Marcus Rashford festeggia dopo aver segnato il gol di apertura di Man Utd
Immagine:
Un Manchester United incoerente ha concluso la prima metà della stagione della Premier League al quinto posto

Ora hanno Christian Eriksen, Bruno Fernandes e Casemiro a centrocampo, quindi lo United dovrebbe dominare le partite con quella combinazione, senza ombra di dubbio dovrebbe dominare la palla. Ma hanno ancora un aspetto migliore in modalità contrattacco.

Non sono sicuro del motivo perché sono sicuro del programma di allenamento di Ten Hag durante la sua permanenza al Bayern Monaco con Pep [Guardiola] e nell’Ajax si tratta di possesso. Non possono dominare la palla, quindi non so cosa sia.

La loro vittoria al Fulham non è avvenuta a causa della prestazione; è venuto da un momento. Quello che Erik ten Hag vuole vedere nei prossimi sei-otto mesi è un aumento dei livelli di prestazione poiché lo United non è ancora vicino ai suoi rivali di campionato quando si tratta di prestazioni dentro e fuori il possesso palla.

Utilizza il browser Chrome per un lettore video più accessibile

LIBERO DA GUARDARE: Fulham-Manchester United Highlights

I giocatori ora giocano per lui in campo, quindi vince quella battaglia nello spogliatoio. È stato davvero importante vincere e ne è uscito come il miglior cane. Il club lo ha sostenuto e i giocatori hanno risposto a questo mentre ha assunto alcuni grandi personaggi.

Ora può riflettere sull’accaduto, ma dopo la pausa deve ancora tornare da Marcus Rashford e Anthony Martial. È una partnership di sei o sette anni nonostante il Manchester United abbia speso fortune”.

Potter sotto pressione al Chelsea, ma il progetto richiederà tempo

I tifosi del Chelsea mi hanno attaccato all’inizio della stagione, ma non sono sorpreso da quello che è successo loro. Penso che abbia tutte le caratteristiche di un progetto che durerà.

Se si guarda a quello che è successo ad inizio stagione, non c’è dubbio che il mercato sia stato gestito con ferocia. Potrebbero volerci alcuni anni al Chelsea per riprendersi dalla finestra di mercato se non lo fa bene.

Il manager del Chelsea Graham Potter durante la partita della Premier League all'Amex Stadium di Brighton.
Immagine:
Il manager del Chelsea Graham Potter è già allo Stamford Bridge

Penso che Graham Potter sia sotto pressione in questo momento, ma spero che riescano a farcela perché quello che stiamo vedendo è la fine della partenza di Abramovich, il nuovo proprietario. [Todd Boehly] entra e tira fuori il petto, viaggiando per l’Europa pensando di poter giocare a Football Manager.

L’ho già visto al Manchester United: non funziona. Ho sempre pensato che Chelsea fosse un operatore clinico brillante, efficiente quando si trattava di reclutamento.

Penso che il Chelsea sia stata una delle grandi storie di inizio stagione. Possono migliorare, ma ci sono domande. Come con lo United, potrebbero iniziare a chiedersi: dove sono i 250 milioni di sterline? È un quarto di miliardo di sterline.

I tifosi del Chelsea sono in una posizione in cui devono verificare se la loro “reattività di Abramovich” degli ultimi 20 anni è ancora presente come parte di questa nuova proprietà, mentre i nuovi proprietari devono dimostrare se sono più indulgenti e razionali, più alla ricerca alla lunga vita».

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *