Caos scatenato: la corsa sfrenata di Elon Musk al timone di Twitter potrebbe abbatterlo | Elon Musk

Elon Musk ha scatenato il caos su Twitter nelle poche settimane da quando ha preso il timone dell’azienda, e gli esperti affermano che cause legali, interventi normativi ed eventuale collasso finanziario potrebbero essere all’orizzonte.

Il miliardario ha lasciato che il suo processo decisionale si svolgesse su un palcoscenico pubblico fin dall’inizio, twittando sulle nuove regole prima di invertirle rapidamente e interrogando gli utenti su funzionalità come la verifica.

“Si prega di notare che Twitter farà molte cose stupide nei prossimi mesi”, Musk twittato. “Manterremo ciò che funziona e cambieremo ciò che non funziona”.

Gli esperti affermano che questo stile di leadership avanti e indietro in una grande azienda non ha precedenti e potrebbe causare problemi per il futuro di Twitter, poiché gli inserzionisti fuggono dalla piattaforma disfunzionale e le autorità di regolamentazione reprimono potenziali indagini.

“Stava cercando di decidere cosa fare e chiaramente non c’era un piano: era il caos completo”, ha detto Anat Alon-Beck, professore di diritto alla Case Western Reserve University in Ohio. “Ci deve essere un adulto responsabile nella stanza, e non è Elon.”

Twitter e Musk affrontano un contenzioso

Gli analisti affermano che mentre lo stile di gestione traditore di Musk su Twitter non è poi così diverso da come ha gestito le aziende in passato, quelle azioni non hanno avuto risultati.

Il miliardario deve affrontare cause legali in altre società che dirige, tra cui la società spaziale SpaceX, la società automobilistica Tesla e lo sviluppatore di tecnologia di interfaccia cervello-macchina Neuralink.

Mentre il tracollo di Twitter continua, la prossima settimana va in tribunale una causa contro Musk in cui gli investitori di Tesla accusano il miliardario di pagarsi troppo senza investire abbastanza tempo nell’azienda. Gli investitori di Tesla hanno citato in giudizio Musk in passato per accuse di molestie sul posto di lavoro dannose per il marchio e frode sui titoli a causa del suo tweet sull’aver privato Tesla nel 2018.

Twitter sta già affrontando una causa da parte di alcune delle migliaia di dipendenti licenziati da Musk la scorsa settimana, che affermano di non aver ricevuto un adeguato preavviso di licenziamento o un’adeguata indennità di fine rapporto. Alon-Beck dice che questo è solo l’inizio di grattacapi legali per l’azienda.

“Musk affronterà una causa dopo l’altra”, ha detto. “Ci sono così tanti problemi che ha affrontato e continuerà ad affrontare per quanto riguarda questa acquisizione e ci sono molti motivi per un’azione legale”.

Intervento normativo all’orizzonte

Oltre al contenzioso in corso da parte di investitori e dipendenti, Musk potrebbe dover affrontare indagini da parte di organismi di regolamentazione per le sue azioni su Twitter, a seguito delle accuse secondo cui la società sta eludendo i regolamenti della Federal Trade Commission (FTC).

The Verge ha riferito giovedì che Twitter potrebbe non rispettare un ordine FTC emesso a maggio dopo aver accettato un accordo con l’agenzia che le avrebbe richiesto di condurre revisioni sulla privacy prima di apportare modifiche al prodotto.

Secondo il rapporto, Musk ha “superato i processi standard di gestione dei dati” e un avvocato interno dell’azienda ha avvertito che l’azienda potrebbe aprirsi fino a miliardi di dollari di multe. La FTC in risposta ha affermato che stava “monitorando i recenti sviluppi su Twitter con profonda preoccupazione”.

“Nessun CEO o azienda è al di sopra della legge e le aziende devono seguire i nostri ordini di consenso”, ha affermato l’agenzia in una nota. “Il nostro ordine rivisto ci offre nuovi strumenti per garantire la conformità e siamo pronti a utilizzarli”.

Il fallimento incombe mentre gli inserzionisti fuggono

Gli inserzionisti stanno già saltando su Twitter, dove General Mills, General Motors e altre società hanno sospeso i messaggi sulla piattaforma a tempo indeterminato a causa delle preoccupazioni sull’instabilità dell’azienda. I gruppi per i diritti civili chiedono a più aziende di tagliare i legami con Twitter per incitamento all’odio e disinformazione.

La risposta degli inserzionisti sottolinea come lo stile di leadership di Musk non sia riuscito a tradurre su Twitter. La società, a differenza delle altre iniziative di Musk, fa molto affidamento sulla pubblicità per i finanziamenti, rendendo il suo comportamento irregolare più consequenziale per i profitti dell’azienda, ha affermato John P Wihbey, professore di innovazione e tecnologia dei media presso la Northeastern University.

“Aziende come Tesla o SpaceX dipendono molto più dall’hardware di quanto non dica il pubblico”, ha affermato Wihbey. “Ma è un’attività da cui gli inserzionisti possono facilmente allontanarsi, quindi non è particolarmente abile nel creare confusione e alienare ampie sezioni della base di utenti”.

Questa è una cattiva notizia per Musk, che dopo aver acquistato Twitter per 44 miliardi di dollari è sottoposto a forti pressioni per rendere redditizia l’azienda. Il miliardario ha affermato che Twitter stava perdendo più di 4 milioni di dollari al giorno e giovedì ha detto allo staff che “il fallimento non è fuori questione”.

Anche se il suo stile di gestione irregolare potrebbe avergli servito bene in altre società, con una piattaforma come Twitter, che dipende in gran parte dagli inserzionisti per i finanziamenti, potrebbe rapidamente andare in pezzi, ha affermato Raj. Shah, analista capo per le telecomunicazioni, i media e la tecnologia al digitale consulenza per la trasformazione Publicis Sapient.

“L’esperienza di Musk con aziende leader con un atteggiamento di ‘Ho il quadro generale in mente e scopriremo come arrivarci lungo la strada’ non si traduce bene in un’importante piattaforma di informazione e pubblicità in cui milioni di persone dipendono la disponibilità, la stabilità e l’affidabilità della tecnologia e dei contenuti”, ha affermato.

“E’ tempo di mettere da parte l’ego da uomo di spettacolo anticonformista e prendere una strategia a breve, medio e lungo termine”, ha aggiunto Shah.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *