Gli estremi climatici dai Poli ai Tropici

Negli ultimi dieci anni, il mondo è stato testimone di molti eventi meteorologici estremi, tra cui temperature da record quest’estate in Inghilterra e devastanti incendi in Australia nel 2019 e nel 2020.

Gli scienziati del clima stanno iniziando a valutare quali regioni sono già interessate dall’aumento degli eventi meteorologici estremi e da altri impatti dei cambiamenti climatici.

Una nuova analisi del Met Office – che si basa sul lavoro dell’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) e di altre fonti – ha esaminato sei tipi di eventi estremi e impatti dei cambiamenti climatici e ha cercato di valutare le tendenze sovrapposte in diverse regioni del mondo.

I dati sulle tendenze sono raccolti in una serie di sette mappe: una ciascuna per sei tipi di estremi o impatti climatici; e una mappa integrata che mostra il numero di eventi estremi cumulativi e il cambiamento di impatto per ciascuna regione.

Sono inclusi anche esempi di eventi estremi di impatto legati ai cambiamenti climatici causati dall’uomo, con statistiche sulle perdite di vite umane e sulla biodiversità e sui danni economici.

Il professor Richard Betts MBE, Head of Climate Impacts Research presso il Met Office e l’Università di Exeter, ha condotto lo studio. Ha detto: “È chiaro dalla nostra analisi che tutte le regioni del mondo stanno sperimentando aumenti di condizioni meteorologiche estreme o altri impatti dei cambiamenti climatici, e che questi stanno costando vite e causando danni ambientali ed economici diffusi”.

Le sei categorie oggetto dello studio sono:

  • Temperatura estremamente alta
  • Cade una pioggia battente
  • fiume che scorre
  • Siccità agricola
  • Stagione del fuoco
  • Perdita di massa di ghiaccio dai ghiacciai

Il professor Betts ha proseguito: “Quasi tutto le regioni stanno subendo molteplici impatti, inclusi molti nel Sud del mondo con la minore responsabilità storica per il cambiamento climatico. Tutti i continenti abitati hanno regioni che stanno registrando aumenti in almeno quattro dei sei estremi o impatti valutati e, in molti casi, possono essere piccole quantità perché mancanza di dati. Sottolinea la necessità che il mondo lavori insieme su un’azione urgente sia sulla riduzione delle emissioni che sull’adattamento”.

L’aumento delle temperature estremamente elevate è il fattore che colpisce la maggior parte delle 46 regioni di studio; almeno 40 sono colpiti.

La regione dell’Europa settentrionale, che comprende il Regno Unito, è interessata da almeno cinque dei sei fattori, ad eccezione della siccità agricola. Richard Betts ha aggiunto: “Sebbene i dati non siano chiari sul fatto che questa regione abbia ancora visto una tendenza a lungo termine verso una maggiore siccità agricola, non c’è dubbio che questa estate gli agricoltori di tutta la regione, compreso quello del Regno Unito, sono stati colpiti duro da condizioni meteorologiche estreme, inclusa una siccità prolungata.

A partire dal 2020, l’elenco include i seguenti effetti sul clima estremo globale e sui cambiamenti climatici.

Regno Unito, luglio 2022

Registra temperature elevate di oltre 40°C in vaste aree dell’Inghilterra. Più di 1000 morti in eccesso negli over 65. 13 sono morti per annegamento. Disagi diffusi sulla rete ferroviaria. Molti incendi, molte case private furono distrutte. I vigili del fuoco di Londra hanno avuto il suo giorno più impegnativo dalla seconda guerra mondiale. L’evento sarebbe 4°C più freddo rispetto ai tempi preindustriali.

India e Pakistan, marzo 2022

Almeno 90 morti in India e Pakistan, inondazioni da esplosione del lago glaciale nel nord del Pakistan, incendi boschivi in ​​India. Riduzione del 10-35% dei raccolti in Haryana, Uttar Pradesh e Punjab. Il caldo estremo è 30 volte più probabile a causa del cambiamento climatico.

Pacifico nord-occidentale, Nord America 2021

La temperatura record per il Canada è di 49,6°C. 1.400 morti in eccesso negli Stati Uniti e in Canada. Incendi diffusi, interruzione delle infrastrutture ferroviarie e stradali, inondazioni dovute al rapido scioglimento della neve. Il calore estremo a questo livello sarebbe quasi impossibile senza il cambiamento climatico indotto dall’uomo.

Europa occidentale, luglio 2021

Inondazioni dovute a piogge molto abbondanti per 1-2 giorni. Almeno 243 morti. Le precipitazioni giornaliere sono aumentate fino al 19% a causa del cambiamento climatico

Il fiume Colorado sta finendo

L’aumento dell’evapotraspirazione dovuto al riscaldamento ha causato una diminuzione del 13% dei flussi del fiume Colorado. La scarsità d’acqua di livello 1 è stata dichiarata per la prima volta nel 2021, limitando l’estrazione di acqua.

Siberia, 2020

Temperatura record di 38°C a nord del Circolo Polare Artico. Gli incendi boschivi colpiscono centinaia di migliaia di ettari, sciogliendo il permafrost e creando rapidamente sciami dannosi di falene della seta siberiane.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *