Meta sta licenziando 11.000 lavoratori mentre affronta la concorrenza di TikTok

Commento

La società madre di Facebook, Meta, prevede di tagliare oltre 11.000 posti di lavoro, ovvero il 13% della sua forza lavoro, mentre cerca di ridurre i costi e trasformare la propria attività in un mercato della pubblicità digitale più competitivo.

Il gigante dei social media ridurrà anche la spesa discrezionale ed estenderà il blocco delle assunzioni fino a marzo nel tentativo di diventare “più snello ed efficiente”, ha dichiarato mercoledì il CEO di Meta Mark Zuckerberg.

Ha definito i licenziamenti “alcuni dei cambiamenti più difficili che abbiamo mai apportato nella storia di Meta” e ha notato che tutti i dipendenti riceveranno presto un’e-mail “che ti farà sapere cosa significa per te questo licenziamento”.

Zuckerberg ha affermato che la società rifocalizzerà le priorità come la sua attività pubblicitaria e promuoverà i contenuti di creatori virali piuttosto che di amici e familiari, una strategia che ha reso così popolare l’app video in formato breve TikTok. .

Ha detto che i tagli ai posti di lavoro hanno colpito l’intera organizzazione, anche i team focalizzati sull’assunzione di lavoratori non valevano il costo.

“Stiamo ristrutturando i team per aumentare la nostra efficienza”, ha affermato Zuckerberg. “Ma queste misure da sole non porteranno i nostri costi in linea con la nostra crescita dei ricavi, quindi ho anche preso la difficile decisione di lasciare andare le persone”.

I licenziamenti segnano una nuova era turbolenta nella Silicon Valley, poiché i giganti della tecnologia noti da tempo come bastioni del potere economico e a prova di recessione hanno perso un gran numero di lavoratori nelle ultime settimane. Per anni, le aziende sono cresciute rapidamente e hanno assunto a ritmi vertiginosi. Facebook da solo ha aumentato il suo personale del 28 percento, a 87.314, nei 12 mesi terminati a settembre, mostrano i documenti normativi.

Uno dei tagli più grandi è avvenuto su Twitter la scorsa settimana, dove il nuovo proprietario Elon Musk ha tagliato circa la metà della sua forza lavoro di 7.500 membri, al punto che, durante il fine settimana, ad alcuni lavoratori è stato chiesto di tornare.

Martedì, i media sono emersi secondo cui erano in corso centinaia di licenziamenti presso Salesforce, che vende programmi software aziendali. Anche l’app di ride-hailing Lyft, la piattaforma di servizi finanziari Stripe e il mercato immobiliare digitale Zillow hanno ridotto il personale, secondo dichiarazioni aziendali e resoconti dei media.

Meta prevede di entrare a far parte della crescente lista di licenziamenti nel settore tecnologico

Zuckerberg ha affermato che ogni lavoratore licenziato riceverà 16 settimane di retribuzione base e due settimane aggiuntive per ogni anno di lavoro. La società coprirà anche le spese sanitarie per sei mesi.

Ha detto che la società ha interrotto l’accesso alla maggior parte dei sistemi Meta per i lavoratori sfollati, ma la loro e-mail rimarrà “attiva per tutto il giorno in modo che tutti possano dire addio”.

I licenziamenti di Meta – che ha cambiato nome da Facebook più di un anno fa – arrivano quando la società fa una grande scommessa per costruire il metaverso. Parte dello sviluppo delle assunzioni degli ultimi anni si è concentrato sulla costruzione di regni digitali immersivi accessibili attraverso la realtà virtuale, che secondo Zuckerberg sarà la prossima grande piattaforma informatica dopo il telefono cellulare e sostituirà alcune comunicazioni personali.

L’azienda sta investendo molto in cuffie per realtà virtuale e altre tecnologie per cercare di conquistare il mercato. Meta ha affermato che prevede che le perdite operative per Reality Labs, la divisione che lavora sulle sue offerte hardware, cresceranno ulteriormente nel 2023.

Il mese scorso, la società ha presentato un visore VR da 1.500 dollari che, a suo avviso, trasformerà la capacità dei lavoratori di collaborare con i colleghi e svolgere il proprio lavoro.

Ma finora, quella visione è stata lenta a concretizzarsi, in parte, perché l’azienda sta ancora sviluppando la tecnologia sottostante e una più ampia gamma di applicazioni che la renderanno attraente per il pubblico mainstream. Mentre la società attualmente domina il mercato delle cuffie VR, Meta probabilmente dovrà affrontare una concorrenza significativa nello spazio da parte di Apple.

Meta gestisce, tra le altre iniziative, le piattaforme di social media Facebook e Instagram e l’app di messaggistica WhatsApp. Il modello di business più tradizionale per la sua app blu, che si basa sulla pubblicità, è stato particolarmente colpito da sfide economiche più ampie, tra cui alcuni inserzionisti digitali che hanno ritirato la spesa mentre l’inflazione aumenta e l’assalto della Russia in Ucraina ha creato instabilità nel mercato.

All’inizio della pandemia di covid-19, più rivenditori e acquirenti si sono riversati sull’e-commerce, aumentando le entrate di Meta – una tendenza che Zuckerberg ha detto che pensava sarebbe stata permanente anche quando i vaccini sarebbero diventati accessibili e alleggerito le restrizioni sociali. Non era vero, disse.

“Non solo il commercio online è tornato alle tendenze precedenti, ma la recessione macroeconomica, l’aumento della concorrenza e la perdita del segnale degli annunci hanno fatto sì che le nostre entrate fossero inferiori a quanto mi aspettassi”, ha affermato. “Ho fatto un errore, ed è una mia responsabilità”.

L’azienda sta affrontando sempre più la concorrenza per i dollari di marketing e gli utenti di rivali emergenti come TikTok, la piattaforma video in formato breve che è decollata con le generazioni più giovani. Quest’anno, la società ha riferito che Facebook ha perso utenti giornalieri per la prima volta nei suoi 18 anni di storia, anche se alla fine la crescita degli utenti si è ripresa. Il mese scorso, Meta ha registrato il suo secondo calo degli utili trimestrali consecutivi.

E Meta ha stimato che quest’anno avrebbe perso $ 10 miliardi dopo che Apple ha introdotto restrizioni sulla privacy che hanno costretto i produttori di app come Facebook a chiedere agli utenti a titolo definitivo se possono raccogliere dati sulla loro attività su Internet, il che danneggia la capacità della società di social media di facilitare campagne pubblicitarie mirate. Facebook sostenne all’epoca che le nuove politiche sulla privacy danneggerebbero le piccole imprese che necessitano di informazioni dettagliate sugli utenti per trovare potenziali clienti.

Di fronte a queste sfide, i dirigenti di Meta avvertono sempre più i dipendenti che l’azienda sta entrando in una nuova era di aspettative di prestazioni più elevate e maggiore attenzione ai suoi obiettivi più grandi.

In una recente telefonata con gli investitori, Zuckerberg ha preso in considerazione la decisione dell’azienda di replicare la stessa strategia che ha reso popolare TikTok: mostrare agli utenti contenuti che intrattengono da estranei sui post di amici e familiari. L’azienda promuove anche pesantemente il suo prodotto video in formato abbreviato, Reels, su Instagram e Facebook, nonché la messaggistica aziendale.

Nella stessa telefonata, Facebook ha detto che prevede di rallentare significativamente le assunzioni e mantenere il numero di dipendenti il ​​prossimo anno più o meno lo stesso di adesso.

I lavoratori di Facebook temono di essere tagliati dopo gli avvisi loschi di Zuckerberg, leader

Più di un mese fa, Meta ha dichiarato che avrebbe smesso di fare nuove offerte a candidati di lavoro, assumere candidati e approvare trasferimenti interni mentre l’azienda rivaluta il modo migliore per dare priorità alle risorse del suo personale, secondo un promemoria pubblicato sulla bacheca interna dell’azienda visualizzata da Il Post di Washington. Zuckerberg ha dichiarato mercoledì che la società estenderà il blocco delle assunzioni fino al primo trimestre del 2023 “con un piccolo numero di eccezioni”.

La scorsa estate, Lori Goler, il principale direttore delle risorse umane dell’azienda, ha consigliato ai manager di implementare pratiche di “rigorosa gestione delle prestazioni” su cui Meta faceva affidamento prima della pandemia, come fornire un feedback critico ai dipendenti in difficoltà.

A luglio, il capo dell’ingegneria di Meta, Maher Saba, ha ordinato ai responsabili dell’ingegneria in una nota interna di identificare e rimuovere i dipendenti con le prestazioni più basse.

“Se un rapporto diretto va in calo o un rendimento scarso, non sono ciò di cui abbiamo bisogno; hanno fallito questa azienda”, ha scritto Saba. “Come manager, non puoi permettere a qualcuno di essere neutrale o negativo per Meta.”

Tali messaggi dai dirigenti dell’azienda hanno creato un’ondata di ansia e risentimento tra i lavoratori di Facebook. Alcuni temono di poter perdere il lavoro o di vedere tagliati i loro bonus annuali. Altri temono che un ambiente aziendale rigido diventi più competitivo poiché i dipendenti si contendono posizioni meno ambite, ha riferito The Post.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *