Il consigliere n. 10 ha affermato che chiudere le finestre o utilizzare bruciatori di tronchi per ridurre le bollette energetiche “aumenta il rischio per la salute”

Gli hack energetici per risparmiare sui costi potrebbero mettere a rischio la nostra salute, avverte un esperto.

Milioni di britannici stanno tenendo le finestre chiuse, spegnendo il riscaldamento e utilizzando bruciatori a legna nel tentativo di risparmiare energia e tagliare le bollette.

Ma queste azioni aumentano l’esposizione agli inquinanti, come la cottura o la combustione della legna, secondo la professoressa Catherine Noakes, ingegnere meccanico dell’Università di Leeds.

La mancanza di ventilazione aumenta anche la possibilità di diffusione di malattie, come Covid e influenza, e aumenta il rischio di umidità e muffe, che possono scatenare infezioni respiratorie.

Il professor Noakes, un membro SAGE che ha consigliato al governo la sua risposta alla pandemia, ha detto ai britannici di aprire le finestre “a intermittenza” e di accendere i ventilatori dopo essersi presentati e aver cucinato per aumentare il ricambio d’aria.

La crisi del costo della vita ha visto gli inglesi evitare di rendere le loro case più fresche in modo da non dover accendere il riscaldamento, tra gli avvertimenti che le bollette annuali medie raddoppieranno a £ 2.500.

Con i tassi di cibo, carburante e mutui in aumento, molti potrebbero non voler rischiare di rendere la loro casa più fredda.

Il professor Noakes, un membro SAGE che ha consigliato al governo la sua risposta alla pandemia, ha detto ai britannici di aprire le finestre “a intermittenza” e di accendere i ventilatori dopo essersi presentati e aver cucinato per aumentare il ricambio d’aria

PERCHÉ È IMPORTANTE LA VENTILAZIONE?

La ventilazione è il processo di immissione di aria fresca negli spazi interni rimuovendo l’aria viziata.

La ventilazione degli spazi interni può aiutare a rimuovere l’aria che contiene particelle di virus e prevenire la diffusione di infezioni come Covid, influenza e morbillo.

Una buona ventilazione è stata anche collegata a benefici per la salute come un sonno e una concentrazione migliori e un minor numero di giorni di malattia dal lavoro o dalla scuola.

Quando una persona con un’infezione virale respiratoria respira, parla, tossisce o starnutisce, rilascia minuscole particelle che contengono il virus che ha causato l’infezione.

Mentre grandi goccioline cadono rapidamente a terra, gli aerosol contenenti il ​​virus possono rimanere sospesi nell’aria per qualche tempo, anche dopo che una persona infetta ha lasciato l’area.

Queste particelle possono essere inalate da altri o possono entrare in contatto con gli occhi, il naso o la bocca.

In ambienti scarsamente ventilati, la quantità di virus può accumularsi nell’aria, aumentando il rischio di diffusione, soprattutto se nella stanza sono presenti molte persone infette.

Fonte: Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito

Il professor Noakes ha detto: ‘Ho una reale preoccupazione che alcune delle cose che le persone fanno abbiano davvero un effetto cumulativo.

‘Quindi se sei a casa, per esempio, e non accendi il riscaldamento e tieni la finestra chiusa, non solo hai una ventilazione ridotta, ma hai anche creato una condizione in cui puoi diventare più umido e ammuffito. , che ha un impatto sulla tua salute.’

Precedenti ricerche del professor Noakes hanno suggerito che essere in una stanza con aria fresca riduce il rischio di contrarre il Covid dalle goccioline nell’aria di oltre il 70%.

Questo perché la ventilazione diluisce le particelle che contengono Covid.

Ma i benefici dell’aria fresca si applicano anche ad altri virus, come la varicella, il morbillo e l’influenza, che rappresentano un rischio maggiore in aree scarsamente ventilate, ha affermato.

Il professor Noakes ha detto: “Respiriamo circa 14.000 litri di aria ogni giorno.

“Gran parte di ciò a cui siamo esposti deriva da ciò che respiriamo.

“Quasi il 90% del tempo che stiamo al chiuso, potrebbe essere la tua casa, il posto di lavoro, la scuola, i trasporti e le strutture sociali.

“Ci sono prove schiaccianti che la qualità dell’aria che respiriamo è davvero importante per la nostra salute e la ventilazione ne è una parte davvero importante”.

Ha detto che ci sono molti modi in cui la ventilazione può essere migliorata a costi minimi o nulli.

Ciò include garantire che i sistemi di ventilazione siano adeguatamente mantenuti e sensibilizzare sull’importanza della ventilazione, ha affermato il professor Noakes.

Lui dice: ‘[When] Apri le finestre ogni tanto, puoi far entrare un po’ di quell’aria fresca senza avere un impatto enorme sul tuo consumo di energia.

‘Assicurarsi di aprire una finestra dopo la doccia o di utilizzare un aspiratore in cucina quando cucini può essere d’aiuto.

“Lo stai usando solo per un breve periodo di tempo, quindi non stai usando molta energia per fornire ventilazione.”

Laddove è difficile migliorare la ventilazione, l’uso di dispositivi di purificazione dell’aria può essere un modo a basso consumo energetico per migliorare la qualità dell’aria interna, ha aggiunto.

Una migliore ventilazione nei luoghi di lavoro e nelle scuole è anche collegata a una minore assenza per malattia, ha affermato il professor Noakes.

Insieme a un team internazionale di scienziati, il professor Noakes sta conducendo una campagna – chiamata World Ventil8 Day, che si terrà l’8 novembre – per aumentare la consapevolezza su come la ventilazione degli edifici supporti la salute e il benessere.

Ha detto: “È importante rendere gli edifici più resistenti alle minacce per la salute, comprese le nostre battaglie regolari con la trasmissione di raffreddore e influenza intorno a spazi interni affollati”.

Il professor Noakes fa parte del sottocomitato SAGE Environmental Modeling Group (EMG) e ha svolto ricerche sulla diffusione del virus.

Nel giugno 2020 ha avvertito che era troppo presto per allentare le regole di distanziamento sociale e che quella persona poteva prendere il Covid da qualcuno a 4 metri di distanza in un’area poco ventilata.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *