Il boss australiano di Twitter Neil Varcoe in “congedo per giardinaggio” dopo che Elon Musk ha licenziato l’intera squadra

La moglie della star televisiva Edwina Bartholomew è in “congedo di giardinaggio” dopo che Elon Musk ha licenziato la sua squadra di Twitter.

Il responsabile della curatela editoriale di Twitter Australia, Neil Varcoe, 40 anni, ha annunciato lunedì di essere in “congedo per giardinaggio”, condividendo una foto di una sezione dello stabilimento di Bunnings su LinkedIn, Facebook e Twitter.

Il termine è utilizzato per descrivere la sospensione dal lavoro di un dipendente a retribuzione intera per la durata del periodo di preavviso, generalmente per i dirigenti apicali.

Il signor Varcoe ha detto agli amici su Facebook di non essere stato in grado di commentare i dettagli della sua partenza dall’azienda, ma ha affermato che la copertura mediatica è stata “abbastanza buona”.

Musk – che ha preso in prestito più di 30 miliardi di dollari per acquistare il gigante dei social media – ha licenziato metà dei suoi 7.500 dipendenti in tutto il mondo durante il fine settimana.

Il marito della star di Sunrise, Edwina Bartholomew, Neil Varcoe, è stato privato del suo ruolo di protagonista come Twitter Lead australiano nonostante abbia cercato di lasciare l’azienda prima dell’abbattimento del personale globale di Elon Musk (nella foto, Neil Varcoe ed Edwina Bartholomew)

Venerdì, il signor Varcoe ha rivelato di essere stato bloccato dagli account di messaggistica istantanea interni dell’azienda in un tweet da allora cancellato.

“Mi sono appena disconnesso da Slack”, ha scritto, insieme a un’emoji di saluto in un apparente addio alla compagnia.

Resta inteso che della forza lavoro australiana di 40 persone, solo uno ‘personale scheletro’ composto principalmente da coloro che lavorano nella pubblicità è sopravvissuto all’abbattimento.

Twitter ha chiuso l’accesso ai suoi uffici in tutto il mondo e ha bloccato il personale dagli account aziendali venerdì, consigliando loro di rimanere a casa e attendere notizie sul loro destino durante un’importante ristrutturazione aziendale. .

Ai dipendenti è stato detto che avrebbero ricevuto un’e-mail sul proprio account di lavoro, in cui si affermava che il loro lavoro era al sicuro, o una sul proprio account personale, il che significa che erano senza lavoro.

Il sig. Varcoe ha condiviso una foto della sezione di giardinaggio di Bunnings con la didascalia

Il sig. Varcoe ha condiviso una foto della sezione di giardinaggio di Bunnings con la didascalia “congedo di giardinaggio” (nella foto) – un termine usato per descrivere un dipendente sospeso dal lavoro a stipendio pieno per la durata del periodo di preavviso

I dipendenti dell’ufficio di Twitter di Sydney hanno ricevuto un’e-mail sabato intorno all’una di notte per informarli se avevano ancora lavoro.

Lo staff locale di Twitter ha condiviso il suo “cuore spezzato” su LinkedIn dopo aver ricevuto la notizia che facevano parte di licenziamenti globali.

“Il mio intero team è stato licenziato da Twitter”, ha scritto l’ex vice capo della curation di Sydney Global News Katherine Gallo.

“Avevo il cuore spezzato perché quando ho lasciato il mio vecchio lavoro in SBS ho pensato che non avrei mai trovato un altro posto che amassi così tanto. Ma l’ho fatto. Queste sono le persone che rendono speciale Twitter. Qual è il prossimo passo per me? Non ne sono sicuro.’

Ma in una svolta inaspettata degli eventi, secondo quanto riferito, Twitter ha contattato dozzine di dipendenti che sono stati licenziati a causa del licenziamento globale e ha chiesto loro di tornare.

Alcuni membri dello staff a cui è stato chiesto di tornare sono stati licenziati involontariamente, secondo due persone che avevano familiarità con le mosse come riportato da Bloomberg.

Daily Mail Australia ha contattato Twitter Australia e Mr Varcoe per un commento.

Altri, cosa più preoccupante, sono stati “lasciati andare prima che la direzione si rendesse conto che il loro lavoro e la loro esperienza potrebbero essere necessari per creare nuove funzionalità che Musk immagina”, afferma il rapporto.

Il licenziamento di quasi 3.700 dipendenti via e-mail è una mossa che Musk ha fatto per ridurre i costi sulla piattaforma dei social media.

“Per quanto riguarda il ridimensionamento di Twitter, sfortunatamente non c’è scelta quando la società sta perdendo oltre $ 4 milioni di dollari al giorno”, ha twittato Musk venerdì.

Il CEO di Twitter e miliardario Elon Musk (nella foto) ha tagliato metà dei 7.500 dipendenti dell'azienda in un'epurazione globale per ridurre i costi sulla piattaforma dei social media

Il CEO di Twitter e miliardario Elon Musk (nella foto) ha tagliato metà dei 7.500 dipendenti dell’azienda in un’epurazione globale per ridurre i costi sulla piattaforma dei social media

Un’e-mail interna inviata ai dipendenti affermava che i tagli alla forza lavoro globale di Twitter avrebbero messo l’azienda su un “percorso salutare”.

“Nel tentativo di mettere Twitter su un percorso salutare, venerdì affronteremo il difficile processo di ridimensionamento della nostra forza lavoro globale”, si legge nell’e-mail interna.

“Riconosciamo che ciò influenzerà alcune persone che hanno dato importanti contributi a Twitter, ma purtroppo questa azione è necessaria per garantire il successo dell’azienda in futuro”.

L’e-mail ha quindi rivelato: “tutti riceveranno un’e-mail individuale con l’oggetto: il tuo ruolo su Twitter”.

Ai dipendenti che sono rimasti nelle loro posizioni è stata inviata un’e-mail al loro indirizzo Twitter, con il personale licenziato che ha ricevuto i passaggi successivi relativi alla cessazione tramite il proprio indirizzo e-mail personale.

Katherine Gallo, vice curatrice delle notizie globali di Sydney, ha scritto di avere il cuore spezzato dopo aver ricevuto la notizia che lei e il suo intero team facevano parte di licenziamenti di massa (nella foto)

Katherine Gallo, vice curatrice delle notizie globali di Sydney, ha scritto di avere il cuore spezzato dopo aver ricevuto la notizia che lei e il suo intero team facevano parte di licenziamenti di massa (nella foto)

Circa 40 dipendenti dell'ufficio Twitter di Sydney (nella foto) hanno ricevuto un'e-mail sabato all'una di notte per informarli se avevano ancora un lavoro

Circa 40 dipendenti dell’ufficio Twitter di Sydney (nella foto) hanno ricevuto un’e-mail sabato all’una di notte per informarli se avevano ancora un lavoro

Musk ha acquisito Twitter per 44 miliardi di dollari (70 miliardi di dollari) il mese scorso, assumendo miliardi di dollari di debiti e vendendo azioni per un valore di 15,5 miliardi di dollari di Tesla, la sua azienda di auto elettriche.

Ha già epurato i ranghi senior dell’azienda, licenziando il suo amministratore delegato e i massimi dirigenti finanziari e legali, insieme a coloro che sedevano nelle divisioni pubblicità, marketing e risorse umane dell’azienda.

Prima di acquistare la piattaforma, Musk ha twittato che la società sotto la sua proprietà sarebbe stata “super concentrata sull’ingegneria del software, sulla progettazione, sull’infosec e sull’hardware del server”.

Musk ha chiesto agli utenti il ​​2 novembre se gli inserzionisti dovrebbero sostenere la libertà di parola o la “correttezza politica”: più di due milioni di utenti hanno votato nel sondaggio e quasi l’80% ha risposto “libertà di parola”.

Gli inserzionisti hanno espresso preoccupazione per il fatto che la piattaforma sarebbe stata inondata dalle voci di fanatici e teorie del complotto dopo che Musk aveva annunciato che sarebbe stato introdotto un processo per ripristinare gli account vietati.

Il miliardario ha promesso all’inserzionista che Twitter non sarà un “paesaggio infernale libero per tutti”.

Musk (nella foto al quartier generale di Twitter a San Francisco) ha acquisito Twitter per 44 miliardi di dollari (70 miliardi di dollari) il mese scorso, assumendo miliardi di dollari di debiti e vendendo azioni di Tesla per un valore di 15,5 miliardi di dollari

Musk (nella foto al quartier generale di Twitter a San Francisco) ha acquisito Twitter per 44 miliardi di dollari (70 miliardi di dollari) il mese scorso, assumendo miliardi di dollari di debiti e vendendo azioni di Tesla per un valore di 15,5 miliardi di dollari

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *