Guide della squadra della Coppa del Mondo 2022 parte 11: Polonia | Polonia

Questo articolo fa parte del Guardian’s World Cup 2022 Experts’ Network, una collaborazione tra alcune delle migliori organizzazioni di media dei 32 paesi qualificati. theguardian.com trasmette ogni giorno anteprime da entrambi i paesi in vista del torneo del 20 novembre.

Il programma

Czeslaw Michniewicz era di buon umore quando ha parlato con i giornalisti riuniti per l’annuncio della sua squadra provvisoria per la Coppa del Mondo. “L’obiettivo principale della Coppa del Mondo?” Egli ha detto. “Abbiamo scherzato sul fatto che sarebbe stato opportuno trascorrere Barborka (il giorno dei minatori, 4 dicembre) e il giorno di San Nicola (6 dicembre) in Qatar. Questo è il nostro obiettivo perché significherebbe uscire dal gruppo”.

È qualcosa che la Polonia non ha fatto dal Messico 86. Di solito si discute molto sull’apprendimento dai fallimenti passati, ma questa volta il consenso del pubblico in generale sembra essere: “Fatti, non parole”.

È molto difficile prevedere fino a che punto arriverà questa squadra in Qatar, ma le partite della Nations League offrono alcuni indizi. La Polonia non era abbastanza brava per battere l’Olanda o il Belgio, ma era più forte di una squadra relativamente mediocre del Galles. Tutte le squadre si qualificano per la Coppa del Mondo.

Michniewicz stava costruendo il suo piano “perfetto”, ma gli infortuni e la mancanza di minuti per alcuni dei giocatori più esperti non hanno aiutato. Sembra che opterà per una difesa centrale a tre e terzini. Tuttavia, questa è una formazione ibrida che può rapidamente diventare un quattro difensore se la Polonia sta attaccando e un cinque difensore quando sta difendendo. Ha usato il sistema con buoni risultati quando ha allenato gli under 21, dove ha preso alcuni grandi scalpi tra cui Italia, Belgio e Portogallo.

Come sempre, molto dipende da Robert Lewandowski, un attaccante che può segnare contro qualsiasi difesa, e questa volta è circondato da giocatori in forma: Sebastian Szymanski sta sbocciando al Feyenoord mentre Piotr Zielinski sta vivendo una stagione strepitosa come parte di una micidiale Macchina del Napoli. Forse la qualificazione per la fase a eliminazione diretta è un desiderio che finalmente si avvererà.