Per Windows 8, la fine è vicina

Diciamo che è la tua versione preferita di Windows. Ti consente in particolare di scaricare gli aggiornamenti. Non inserisce cartoni animati o annunci sul tuo motore di ricerca. Non sposta le tue icone in giro. Ha un buon atteggiamento.

Tuttavia, questo è un aspetto di Windows che la maggior parte delle persone non usa.

Sto parlando, ovviamente, di Windows 8.1. (Non pensavi davvero che stessi descrivendo Windows 11, vero?)

E, come ogni altro importante sistema operativo sviluppato da Microsoft, Windows 8 si sta avvicinando alla fine del suo ciclo di vita.

Altrettanto importante per gli utenti di Windows 8, se non di più, è il supporto per i browser. Spesso, gli utenti continueranno a eseguire una vecchia piattaforma non supportata oltre la fine del suo ciclo di vita, purché un browser supportato funzioni ancora. Windows 7, ad esempio, ha avuto una vita più lunga del normale a causa del supporto software esteso fornito da Microsoft; che gli ha dato tre anni in più. Certo, ogni anno significa un aumento di prezzo. Ma chiaramente ci sono abbastanza aziende che utilizzano Windows 7 per mantenere Microsoft nel business dell’applicazione di patch al vecchio sistema operativo.

Lo stesso non sembra essere vero per Windows 8.1; Microsoft non fornisce un programma di fine vita per esso, né altri fornitori. Esempio: il browser Chrome di Google. Google ha annunciato che Windows 7 e Windows 8.1 smetteranno di ricevere supporto all’inizio del 2023. Come notato da Google, la fine di tale supporto cade a gennaio. 10.

Firefox, che deve ancora fare annunci sui suoi piani, si trova in una situazione simile. Il quindici percento della sua base di utenti del browser Firefox è ancora su Windows 7 (con Windows 8.1 ancora inferiore). Ma non sembra promettente per Firefox se gli altri grandi fornitori stanno staccando la spina sia su Windows 7 che su 8.1.

Alcuni fornitori adottano un approccio più sfumato per queste piattaforme meno recenti. 0patch, un fornitore specializzato nella creazione di “micro patch” per varie piattaforme, ha annunciato che continuerà a preparare micro patch per Windows 7 e Windows Server 2008 R2 per i prossimi due anni. Ma non lo farà per Windows 8.1.

Per quelli di voi che amano questi vecchi sistemi operativi, cosa fate? Dipende. Se sei un’azienda e hai bisogno di un vecchio sistema operativo per eseguire una speciale applicazione line-of-business, assicurati di isolarla da Internet. Limitalo a una rete locale isolata solo per quell’applicazione o per le tue esigenze aziendali specifiche.

Per i singoli utenti che desiderano ancora queste due piattaforme o che ne hanno bisogno per un’applicazione principale, utilizzerei lo stesso processo di separazione; non navigare in Internet dopo che i fornitori di browser hanno terminato il loro supporto. Se sei un utente avanzato, ti consiglio di spostare la piattaforma precedente su una macchina virtuale ed eseguirla solo quando necessario. Uso Disk2vhd da molto tempo per creare un’immagine virtuale di un computer e trasferirla su una macchina virtuale. Se stai usando un host virtuale basato su HyperV, il processo è senza interruzioni. Se stai usando Virtual Box, dovrai passare al convertitore Vmware per creare un’immagine che Virtual Box supporterà. Dopo averlo fatto, puoi condividere la connessione Internet della macchina o trasferire file tra la macchina host e la tua versione virtuale. Ciò garantisce che il computer su cui è in esecuzione non si imbatta in problemi hardware.

I vecchi computer Windows 7 e 8.1 possono anche avere componenti meno recenti come alimentatori e unità meccaniche che iniziano a consumarsi. Se stai ancora utilizzando un’unità fisica anziché un SSD, considera di passare a quest’ultimo. Entrambi i sistemi Windows 7 e Windows 8.1 possono essere spostati su un’unità SSD; tutto ciò che devi fare è accendere il tuo computer o laptop, utilizzare il software di backup per creare un’immagine esatta dell’unità corrente, quindi afferrare un supporto per cavo USB per trattenere temporaneamente l’SSD mentre riceve l’immagine del disco rigido.

Quindi, accendi il computer, sostituisci il vecchio disco rigido con quello nuovo, premi il pulsante di accensione e, se gli dei del computer sono con te, il sistema si avvierà. Potresti anche voler controllare Amazon ed Ebay per assicurarti di avere pezzi di ricambio per alimentatori e ventole per sistemi che non puoi virtualizzare. (I componenti hardware meno recenti utilizzano spesso connessioni seriali, dongle o altro hardware unico che è difficile da ottenere e non può essere virtualizzato).

Se vuoi che il vecchio sistema mantenga un qualche tipo di supporto, ricorda che puoi decidere di installare un sistema operativo basato su Linux su di esso. Sistemi operativi come Mint, ad esempio, possono essere installati su hardware meno recenti. Questo ti darà un sistema operativo supportato e un browser supportato.

Infine, sui computer meno recenti, assicurati che ci sia ancora una comunità attiva che aiuti a supportare qualsiasi piattaforma tu stia utilizzando. I fornitori sono noti per l’aggiornamento della documentazione solo per le versioni attualmente supportate, per l’eliminazione di informazioni e pagine Web per app e sistemi operativi precedenti.

Con Microsoft che sta arrivando alla fine della strada sia per Windows 7 che per Windows 8.1, ti riguarderà? Ti mancherà Windows 7 e Windows 8.1?

Copyright © 2022 IDG Communications, Inc.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *