Mondiali 2022: 10 federazioni calcistiche europee rispondono alla lettera ‘focus on football’ della FIFA

Il capitano dell’Inghilterra Harry Kane indosserà la fascia da braccio “One Love” ai Mondiali in Qatar

Dieci federazioni calcistiche europee, tra cui Inghilterra e Galles, affermano che “i diritti umani sono universali e si applicano ovunque” dopo che la FIFA ha chiesto ai paesi che partecipano alla Coppa del Mondo del Qatar di “concentrarsi ora sul calcio”.

Il sovrano del mondo scrivi a tutte e 32 le squadre in seguito alla controversa preparazione del torneo, che inizierà il 20 novembre.

Il Qatar ospitante è stato criticato per la sua posizione in merito alle relazioni omosessuali, ai diritti umani e al trattamento riservato ai lavoratori migranti.

La lettera della FIFA è stata criticata da Human Rights Watch, Amnesty International e attivisti LGBT+ in Inghilterra e Galles.

Pur riconoscendo i “significativi progressi” compiuti dal Qatar, una dichiarazione congiunta rilasciata dai membri del Gruppo di lavoro Uefa sui diritti umani e sui diritti del lavoro ha affermato che “continuerà a premere” la FIFA per avere risposte alle restanti questioni relative ai lavoratori migranti.

“Accettiamo, e accettiamo, come abbiamo fatto in passato, che il Qatar abbia compiuto progressi significativi, soprattutto per quanto riguarda i diritti dei lavoratori migranti, con l’impatto delle modifiche legislative presentate nei recenti rapporti dell’Organizzazione internazionale del lavoro”, la dichiarazione disse.

“Accogliamo con favore le assicurazioni fornite dal governo del Qatar e dalla FIFA in merito alla sicurezza, protezione e inclusione di tutti i fan che si recano alla Coppa del Mondo, compresi i fan LGBTQ+. Riconosciamo inoltre che ogni paese ha problemi e sfide e siamo d’accordo con la FIFA che la diversità è un punto di forza.

“Tuttavia, accettare la diversità e la tolleranza significa anche sostenere i diritti umani. I diritti umani sono universali e si applicano ovunque”.

La lettera della FIFA, firmata dal presidente Gianni Infantino e dal segretario generale Fatma Samoura, esortava a non “trascinare” il calcio in “battaglie” ideologiche o politiche ea non “dare lezioni morali”.

Proteste pacifiche sono in programma da alcuni giocatori, mentre indosseranno l’inglese Harry Kane e altri nove capitani delle squadre europee Braccialetti “One Love”. promuovere la diversità e l’inclusione.

La Danimarca indosserà camicie “smorzate”. per protestare contro il Qatar, quale fornitore di kit Hummel dice di “non voler vedere” in un torneo che dice “è costato migliaia di vite”, mentre la squadra australiana ha ha pubblicato un video esortando il Qatar ad abrogare le sue leggi sulle relazioni omosessuali.

La FA inglese ha sostenuto le richieste di assegnare un risarcimento per “qualsiasi infortunio o morte in relazione a qualsiasi progetto di costruzione” per la Coppa del Mondo.

“Continueremo a sostenere lo slancio per un cambiamento positivo e progressivo e continueremo a spingere per un risultato concreto e l’aggiornamento sulle due principali questioni in sospeso che abbiamo discusso a lungo con la FIFA”, ha affermato il gruppo di lavoro Uefa.

“La FIFA ha più volte promesso di fornire risposte concrete a questi problemi – il fondo di compensazione per i lavoratori migranti e il concetto di un centro per i lavoratori migranti da creare a Doha – e continueremo a insistere per fornirli.

“Crediamo nel potere del calcio di apportare contributi più positivi e credibili al progressivo cambiamento sostenibile nel mondo”.

Sabato, le proteste si sono svolte alle partite della Bundesliga in Germania con i fan che tenevano striscioni tra la folla.

Il ministro degli Esteri del Qatar, lo sceicco Mohammed bin Abdulrahman Al-Thani, ha affermato che le critiche all’hosting della Coppa del Mondo da parte del suo paese sono state “ipocrisia”, mentre gli appelli al boicottaggio “hanno spacciato un numero molto limitato di persone, in 10 paesi, soprattutto, che non lo sono veramente rappresentativo del resto del mondo”.

E in un’intervista a Cielolink esterno domenica ha aggiunto che le persone “non possono accettare un piccolo paese del Medio Oriente” che ospita la Coppa del Mondo.

“Predicare da lontano non è la soluzione”, ha detto.

I tifosi del Bayern Monaco spiegano uno striscione sulla Coppa del Mondo del Qatar durante la partita della Bundesliga tra Hertha BSC e FC Bayern München all'Olympiastadion il 05 novembre 2022 a Berlino, Germania
I tifosi del Bayern Monaco spiegano uno striscione per protestare contro la Coppa del Mondo in Qatar dopo che la FIFA ha scritto a tutti i 32 paesi chiedendo loro di “mettere il calcio al primo posto”

Breve presentazione linea grigia

Analisi

Dan Roan, editore sportivo della BBC

Sebbene formulata in modo diplomatico, questa dichiarazione congiunta è stata una risposta forte e provocatoria alla straordinaria lettera della FIFA “stick to football” della scorsa settimana, che ha scioccato FA e FAW, con grande sgomento di molti nello sport, ed è stata ampiamente condannata dai gruppi per i diritti umani . e attivisti LGBT+.

L’intenzione di queste 10 federazioni dell’Europa occidentale è di affermare fermamente il diritto delle loro squadre a prendere posizione sulle questioni sociali in Qatar, poiché i giocatori di Inghilterra e Galles intendono indossare bracciali arcobaleno come parte di una campagna contro la discriminazione in un paese in cui è è illegale essere gay.

Ed è stato un chiaro rifiuto della richiesta della FIFA di mettere da parte le preoccupazioni politiche e sui diritti umani per tutta la durata della Coppa del Mondo in mezzo a un accumulo segnato da una miriade di controversie etiche e geopolitiche e da un approccio sempre più aggressivo. degli host ai loro critici.

C’è anche un senso di frustrazione crescente sentita da molti all’interno del calcio europeo per quelle che la dichiarazione chiamava “due questioni chiave in sospeso”; un Centro per i lavoratori migranti e un fondo di compensazione per le persone uccise o ferite durante i preparativi per la Coppa del Mondo.

Pur riconoscendo “significative” riforme del lavoro, i membri del Gruppo di lavoro sui diritti umani della Uefa si aspettano che la FIFA aiuti a realizzare progressi su entrambi questi obiettivi mesi fa, e sperano che li spingerà a un nuovo sforzo.

Con l’inizio del torneo a pochi giorni dall’inizio, resta da vedere se questa affermazione aiuterà, ma è sicuramente un promemoria della tensione e della divisione che circondano i preparativi finali per l’evento.

Altre letture sulla Coppa del Mondo in Qatar 2022

Breve presentazione linea grigia

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *