La pioggia influenzerà l’affluenza alle urne domani? La risposta è torbida.

Il giorno delle elezioni si preannuncia mite e secco in gran parte degli Stati Uniti ad eccezione dell’ovest, dove sono probabili forti piogge e nevicate in California, Nevada e Utah. Entro il tardo pomeriggio, la prima ondata di umidità della tempesta subtropicale Nicole dovrebbe raggiungere la Florida. Quello che ognuna di queste piogge potrebbe presagire per l’affluenza alle urne è un classico gioco di società del ciclo elettorale.

Le speculazioni sul tempo e sull’affluenza alle urne risalgono almeno al 19° secolo, quando i giornali di New York iniziarono a pubblicare per la prima volta le previsioni del giorno delle elezioni per varie parti dello stato. . Non è difficile trovare titoli del New York Times come “Election Time Predictions. Un meteorologo del governo pensa che la giornata sarà piacevole”, dal 1896, o “Luogo freddo, giorno delle elezioni piovoso: previsioni dubbie dall’Atlantico alle Montagne Rocciose”, 40 anni dopo.



novembre 1, 1936

novembre 2, 1895

31 ottobre 1896


Tre articoli del New York Times sul periodo del giorno delle elezioni, dal 1936, 1895 e 1896

Lo sforzo per votare, che si tratti di guidare verso un seggio elettorale o di fare la fila, può sembrare ancora più scoraggiante quando il tempo peggiora.

“Quando il tempo è brutto, allora significa che il costo sociale e forse psicologico per andare al seggio elettorale aumenta”, ha affermato Yusaku Horiuchi, professore di governo a Darthmouth, e coautore di un articolo del 2017 che mostra come il il tempo influisce sul voto e sulla selezione delle elezioni.

Il documento del signor Horiuchi è uno dei tanti che ha utilizzato dati meteorologici a livello di contea e file di sondaggi per misurare l’impatto della pioggia sulle elezioni. Il consenso è che un pollice di pioggia sopra il normale per la giornata può ridurre l’affluenza alle urne fino all’uno per cento. Un pollice di neve può ridurre l’affluenza alle urne di meno del mezzo percento.

Nelle tabelle seguenti, abbiamo calcolato quante precipitazioni dovrebbero cadere sopra la media nei distretti e negli stati della Camera degli Stati Uniti (con gare al Senato) che il Times considera competitivi.

Gare casalinghe competitive che possono ottenere precipitazioni superiori alla media

Maggiori precipitazioni (pollici)

Gocce di pioggia

<1

Gocce di pioggia

1

Gocce di pioggiaGocce di pioggia

2

Concorsi al Senato che potrebbero avere una pioggia sopra la media

Maggiori precipitazioni (pollici)

Gocce di pioggia

<1

Gocce di pioggia

1

Gocce di pioggiaGocce di pioggia

2

Ci sono diversi fattori che sembrano moderare l’effetto del tempo sull’affluenza alle urne. Uno studio suggerisce che il tempo non è un fattore importante nelle corse competitive, come quelle che abbiamo descritto sopra.

E poi ci sono le votazioni per corrispondenza e le votazioni anticipate di persona.

I repubblicani, che una volta abbracciavano il voto per corrispondenza, ora sono più propensi dei democratici a saltare il voto anticipato di persona e per corrispondenza a favore del voto il giorno delle elezioni (su sollecitazione dell’ex presidente Donald J. Trump). Ciò lascia agli elettori repubblicani meno flessibilità se il tempo difficile si presenta il giorno delle elezioni.

Ma alcuni funzionari repubblicani come il Gov. Ron DeSantis della Florida ha rotto con Trump e ha incoraggiato il voto anticipato. E domenica, il GOP della California ha avvertito della pioggia martedì e detto su Twitter: “Non lasciare che la pioggia sia un freno nel giorno delle elezioni. Prepara un piano per votare per posta o di persona OGGI!”

Robert Stein, professore alla Rice University, è coautore di un articolo pubblicato a ottobre che indaga su come il voto anticipato e le votazioni per assente possono ridurre l’influenza del tempo sulle elezioni. La sua ricerca ha trovato quello che ci si potrebbe aspettare: queste opzioni sembrano moderare l’effetto del tempo sull’affluenza alle urne.

Negli stati in cui è stato offerto il voto anticipato, le precipitazioni estreme il giorno delle elezioni sono diminuite solo dello 0,2%, rispetto a una diminuzione dello 0,9% nelle contee che non hanno offerto il voto anticipato. Le contee che offrono votazioni per posta assenteista senza scusa non hanno visto un miglioramento nell’affluenza alle urne piovose rispetto ad altre contee, ma hanno visto un piccolo miglioramento nei giorni di neve.

Il signor Stein ha incontrato il suo soggetto di ricerca quando ha votato in anticipo, sotto la pioggia, il 18 ottobre. 28.

“Ho pensato: ‘Oh, ho intenzione di votare di persona in una giornata piovosa'”, ha detto. “Quando sono andato al seggio elettorale, c’erano più di 150 persone all’1:30 del pomeriggio”.

Ha chiesto alle persone intorno a lui perché sono venute a votare in anticipo. Si dice che il tema sia la comodità, qualcuno si è fermato per strada a fare la spesa e un altro ha appena finito di consegnare i bambini.

“Non è che la pioggia non sia un ostacolo: le persone si bagnano”, ha detto. “Devono solo scegliere”.

La ricerca informale del sig. Stein quando i funzionari elettorali lo hanno affrontato e gli hanno detto di smettere di chiedere ad altri elettori le loro decisioni elettorali.

“Non ho chiesto come avrebbero votato”, ha risposto. “Ho appena detto: ‘Perché sei qui nella stagione delle piogge?'”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *