FIFA World Cup Qatar 2022: una sesta vittoria in attesa per il Brasile?

FOOTBALL NOW è uno spettacolo che fa luce su alcuni dei più grandi problemi, sfide e dibattiti del gioco globale.

A 20 anni dall’ultima volta che hanno alzato il trofeo, la nazione di maggior successo nella storia della Coppa del Mondo è pronta ancora una volta alla ricerca del sesto trofeo.

Tutti vogliono vedere il Brasile giocare ai Mondiali. Sono anche l’unico paese a qualificarsi per ogni edizione del torneo, quindi è sicuro dire che hanno un buon rapporto qualità-prezzo per detenere il numero record di vittorie.

Tuttavia, nella storia più recente, non sono stati all’altezza delle grandi aspettative che si erano posti. A Russia 2018 erano i favoriti del torneo, ma sono stati battuti nei quarti di finale da una forte squadra belga con le proprie ambizioni di vincere il torneo. Nel 2014, ospitando il torneo nel loro paese d’origine, sono stati imbarazzati dalla Germania in semifinale, perdendo 7-1 contro i campioni di quell’anno.

Quindi, possono migliorare quella forma questa volta? Possono andare in Qatar e rivendicare il loro sesto titolo record?

Brasile Gruppo/percorso di Lusail

Il Brasile è stato sorteggiato nel Gruppo G con una competizione che troverà abbastanza favorevole in termini di possibilità di passare agli ottavi. Dovranno affrontare Serbia, Svizzera e Camerun per avere la possibilità di raggiungere gli ottavi di finale. Inizieranno la loro campagna contro la Serbia a Lusail, dove affronteranno Aleksander Mitrović del Fulham e Dušan Tadić dell’Ajax, entrambi di cui hanno brillato di recente per i rispettivi club.

La Svizzera è la prossima per i brasiliani, proprio come nel 2018 quando si sono affrontati nella fase a gironi in Russia. Il capitano Granit Xhaka sta vivendo una stagione brillante finora per il suo club, l’Arsenal. C’è anche Xherdan Shaqiri, che ora gioca a football negli Stati Uniti. Ha prodotto innumerevoli momenti importanti per il suo paese nel corso degli anni e questo sarà probabilmente il suo ultimo torneo per gli svizzeri. È una squadra da non sottovalutare, visto che ha eliminato la Francia campione del mondo ai rigori agli Europei dell’anno scorso.

Andre Onana dell’Inter sarà il portiere del Camerun quando affronterà il Brasile nell’ultima fase del girone, sempre a Lusail. Il Brasile spera di aver accumulato abbastanza punti prima dell’ultima partita per passare dal girone. Vogliono evitare la pressione di dover ottenere punti in quella partita, se possono.

Il Brasile è il favorito per questo torneo agli occhi di molti. Vincere il proprio girone li aiuterà, ma sono fortemente favoriti per essere una delle due squadre che giocheranno la finale a Lusail alla fine di dicembre. Se il Brasile esce dal Gruppo G, negli ottavi di finale affronterà Portogallo, Ghana, Uruguay e Repubblica di Corea. Spereranno che il Portogallo non sbagli e finisca secondo nel girone, poiché ciò significa che può affrontarsi e il compito di passare ai quarti di finale sarà più difficile.

Se arriveranno ai quarti, affronteranno una squadra dei Gruppi E ed F, che comprende Spagna, Germania, Belgio e la seconda classificata del 2018, la Croazia. Possono quindi passare alla semifinale e alla finale a Lusail, dove cercheranno la possibilità di alzare il loro sesto titolo.

Giocatori chiave

Il gruppo di giocatori del Brasile per questo torneo sembra davvero spaventoso per tutti, specialmente nelle posizioni di attacco. Accanto al loro fuoriclasse, Neymar, hanno giocatori come Vinicius Junior, Gabriel Jesus, Gabriel Martinelli, Richarlison, Raphina e Roberto Firmino; sono tutti nomi familiari nel mondo del calcio. Con questo tipo di profondità a disposizione dell’allenatore, il Brasile avrà molte opzioni a sua disposizione se alcune partite non andranno secondo i piani, il che potrebbe dargli un vantaggio nelle partite serrate.

Neymar è stato il ragazzo poster per il Brasile per oltre un decennio. Dopo aver goduto di una sensazionale carriera da club, vincendo la Coppa dei Campioni con il Barcellona e diversi scudetti con il Paris Saint-Germain, vuole aggiungere altre medaglie internazionali alla sua collezione prima di lasciare la nazionale. Ha già una Copa America al suo attivo, vincendo nel 2019 dopo aver sconfitto il Perù in finale. La Coppa del Mondo coronerà una carriera di glorioso successo con uno spettacolare punto esclamativo, poiché molti sperano che sarà la sua ultima apparizione al più grande torneo del mondo.

“Il torneo sarà cruciale per lui. Voglio dire, nel 2014 ha subito un brutto infortunio durante il torneo, nel 2018 tornerà dopo un lungo licenziamento per infortunio”, ha spiegato Tim Vickery, corrispondente di calcio sudamericano per BBC Sport.

“Neymar, in questo momento in Coppa del Mondo, ha quasi la stessa età di Pelé quando Pelé si è ritirato dal calcio internazionale. La differenza è che Pelé si è ritirato dopo aver fatto tutto. Neymar è entrato in questo Mondiale con tutto da fare. Non vede l’ora di ottenere quella medaglia”.

Sono passati 20 anni dall’ultima volta che il Brasile ha vinto il torneo in Giappone e ha fame di aggiungere un sesto titolo record. Possono farlo di nuovo per la gente del loro paese? Riusciranno a farlo per Neymar, che vorrà sballarsi? Non molto tempo per aspettare ora che il torneo in Qatar fornisca tutte le risposte.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *