Elon Musk accende le speculazioni sul riacquisto di azioni gonzo una settimana prima degli utili di Tesla nel terzo trimestre

Tutto ciò che è servito a Elon Musk per far palpitare il cuore degli investitori di Tesla è stata una semplice parola.

Un’intera settimana dopo che il miliardario con sede a Singapore Leo KoGuan aveva avvertito che solo un riacquisto di azioni o una crescita dei ricavi del 100% avrebbe tirato fuori Tesla dall’attuale crisi, Musk ha finalmente risposto al suo terzo azionista più grande.

Si accorse”, ha scritto giovedì.

Pochi minuti dopo, il titolo ha invertito le sue perdite poiché gli investitori lo hanno preso come un chiaro segno che Musk potrebbe dare il via libera a Tesla a spendere tra $ 5 miliardi e $ 10 miliardi per il suo primo riacquisto di azioni in assoluto.

Sebbene la risposta criptica di Musk possa aver aperto ciò che intende fare, si impegna quotidianamente con la sua base di fan su Twitter e le loro crescenti richieste di riacquisto non sono sfuggite alla sua attenzione.

Il CEO di Tesla non avrebbe potuto scegliere il momento migliore: la sua azienda potrebbe annunciare un riacquisto quando riporterà gli utili del terzo trimestre il 19 ottobre, dopodiché Musk è libero di vendere qualsiasi azione di cui avesse bisogno per raccogliere fondi per il suo prossimo acquisto di Twitter .

Un giudice del Delaware gli ha dato tempo fino al 28 ottobre per onorare il suo accordo da 44 miliardi di dollari con la piattaforma di social media, o continuerà un processo di cinque giorni che spera di perdere. L’eccedenza della sua acquisizione in sospeso ha pesato pesantemente sul sentimento poiché nessuno sapeva quante azioni Musk avrebbe potuto dover scaricare.

Il supporto è travolgente

Con l’umore così cupo, tutto ciò che sarebbe servito a Tesla per raggiungere il minimo di 52 settimane giovedì era un’inflazione di settembre dell’8,2% più calda del previsto. Successivamente è emerso che Musk potrebbe essere oggetto di un’indagine federale.

Ad aggiungere ai suoi problemi su Twitter c’è la possibilità che gli investitori di terze parti abbandonino il suo accordo. I rapporti suggeriscono che gli investitori che originariamente avevano firmato per fornire 7 miliardi di dollari, come Manhattan Venture Partners e Apollo Global Management, potrebbero ora ritirare il loro finanziamento azionario.

Acquista argomenti

Tesla ha valide argomentazioni che può utilizzare la prossima settimana per giustificare un riacquisto, se il suo consiglio di amministrazione lo approva effettivamente. I direttori potrebbero obiettare che il riacquisto di miliardi di dollari nelle azioni della società ha senso perché il prezzo delle azioni è spinto al ribasso da fattori esterni come i rapidi aumenti dei tassi della Federal Reserve. Con la società ben alla portata del suo obiettivo di crescita del volume annuo del 50%, un trading azionario vicino ai minimi di un anno non fa ben sperare per i solidi fondamentali di Tesla.

Inoltre, tutte le azioni acquistate prima della fine dell’anno saranno esenti dall’imposta annuale dell’1%, che entrerà in vigore a gennaio come parte della legge sulla riduzione dell’inflazione del presidente Biden.

Insieme ad Apple, la comunità di investitori al dettaglio di Tesla è la più grande di tutte le azioni a mega capitalizzazione, secondo Vanda Research, e nessun argomento è stato dibattuto più acceso negli ultimi tempi di un riacquisto di azioni.

Un sondaggio rapido condotto martedì dal popolare influencer di Tesla Steven Mark Ryan ha mostrato un sostegno schiacciante tra i quasi 11.000 utenti intervistati.

‘Invia un segnale forte’

Una di quelle che spingono duramente per un riacquisto è Alexandra Merz. L’azionista di Tesla ha condotto una campagna pubblica contro le agenzie di rating del credito che hanno assegnato a Tesla un rating di mercato basso. Quindi scrivi loro personalmente per incoraggiarli ad aggiornare il debito di Tesla dallo stato di spazzatura, Merz pubblicato le loro risposte online.

“Abbiamo sangue in questa azienda, passiamo tutti molto tempo a parlarne, a fare cose al riguardo, a investire in essa e tutto il resto”, ha detto giovedì in un podcast. “Penso che dovrebbe esserci una ricompensa per gli investitori al dettaglio”.

La società ha a disposizione 18,3 miliardi di dollari in contanti, ma ci sono dubbi su quanto di esso si trovi negli Stati Uniti. Il rimpatrio di denaro dall’estero viene fornito con le tasse, motivo per cui Apple ha emesso obbligazioni per finanziare i propri riacquisti. .

“Voglio che emettano più debito, questo è uno dei motivi per cui sono stato così rialzista dopo questo upgrade del rating a investment grade, perché ciò consente loro di emettere obbligazioni a spread più bassi, perché non hanno rating spazzatura”, ha aggiunto Merz.

Il suo sentimento riflette un cambiamento più ampio tra molti piccoli azionisti dopo il crollo del titolo. Molti in precedenza hanno sostenuto che Tesla dovrebbe reinvestire la liquidità in eccesso nella crescita. Musk ha fissato l’obiettivo di vendere 20 milioni di veicoli all’anno entro la fine del decennio, un guadagno di 20 volte rispetto all’anno precedente, e ciò richiede una spesa continua per nuova capacità produttiva.

Ma le prospettive economiche per tali investimenti sono cambiate radicalmente.

Per mantenere una politica zero-COVID, la Cina sta imponendo blocchi mobili che stanno soffocando la crescita. Nel frattempo, l’Europa è in gran parte tagliata fuori dal gas naturale russo, e quindi mina attivamente la necessità di conservare le forniture energetiche per l’inverno. E in Nord America, la Federal Reserve sta rapidamente frenando il mercato immobiliare, che è importante per la crescita economica complessiva. In questo scenario, Tesla potrebbe essere meno propensa a versare miliardi in una nuova fabbrica di automobili per almeno un altro anno, se non di più.

Musk, a sua volta, avrà un acquirente automatico per le sue azioni e il prezzo più alto lo aiuterà se sarà costretto ad acquistare Twitter. È improbabile che anche la gestione sia un problema poiché il consiglio, che include suo fratello Kimbal, interferisce raramente.

Giovedì, il cofondatore di Future Fund Gary Black ha scritto una lettera aperta ai direttori di Tesla sostenendo un riacquisto di $ 10 miliardi finanziato dalle sue riserve di cassa invece di nuovo debito.

Ciò invierebbe nelle sue parole un “segnale forte che il consiglio prende sul serio il suo ruolo nel guidare il valore per gli azionisti”.

Questa storia è stata originariamente pubblicata su Fortune.com

Altro dalla fortuna:

L’ex CEO di IBM minimizza l’importanza di un diploma universitario per lavori a sei cifre “colletti nuovi”.

Le città americane si stanno preparando al peggio

Gestire la Generazione Z è come lavorare con persone provenienti da “paesi stranieri”

Le politiche economiche “ridicolosamente stupide” stanno portando gli Stati Uniti in una “tempesta perfetta” di dolore economico, afferma Ray Dalio

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *