Coppa del Mondo T20 maschile 2022

C’è una teoria di lavoro che si sta sviluppando nella gerarchia australiana secondo cui la decisione di Mitchell Starc di non partecipare all’IPL potrebbe aver avuto un grave effetto negativo sulla sua forma T20 negli ultimi anni, sottolineando la difficoltà di giocare tutti e tre i formati come lanciatore veloce.

Starc è rimasto scioccato dalla formazione australiana per affrontare l’Afghanistan nello scontro imperdibile della Coppa del Mondo venerdì ed è stato precedentemente retrocesso dal suo nuovo lancio di palla per aver subito 14 gol nel torneo di apertura dell’Australia contro la Nuova Zelanda in una sconfitta che li ha visti uscire dal torneo.

Starc non gioca nell’IPL dal 2015 o nella BBL dal 2014, quindi potrebbe riposarsi in quei periodi per essere fresco per il dovere internazionale come titolare in tutti e tre i formati per l’Australia. La sua decisione di non giocare a cricket in franchising è stata ampiamente elogiata in Australia e ha comportato un enorme costo finanziario personale dato quello che avrebbe potuto ottenere in un’asta IPL.

Ma la differenza tra i numeri T20 di Starc tra il 2012-19 e il 2020-22 è sorprendente in tutte e tre le fasi degli inning. Non è più l’arma di una volta.

C’erano scorci del vecchio Starc. Ha perso una prima doppietta contro l’Irlanda nel suo primo over, ma poi ha subito 43 punti nei successivi tre over e di conseguenza le speranze dell’Australia di un aumento netto del run rate hanno subito un duro colpo.

Starc una volta era l’armatore sinistro più temuto al mondo. Ma in questo torneo, dei 13 rapidi del braccio sinistro che hanno giocato tre o più partite, ha il minor numero di wicket e il più alto tasso di economia.

Il suo test di bowling ha beneficiato del salto dell’IPL. Tuttavia, non mettendosi alla prova contro i migliori battitori del T20 al mondo ogni anno su campi IPL per lo più amichevoli del battitore, c’è una teoria secondo cui le sue abilità nel T20 sono diminuite in termini di nuova palla e bowling mortale. Il suo yorker non appare più a comando e gli avversari sono più bravi a balzare sui suoi errori. Dal 2020, è sceso dal 18° nella classifica di bowling T20I al 40°, che era un quarto record in carriera nel 2014 quando giocava nell’IPL.

Al contrario, Josh Hazlewood è andato dall’altra parte. Non era nei calcoli T20I dell’Australia nel 2019. Essendo stato un giocatore marginale nella Coppa del Mondo 2016, giocando solo due partite, cadendo in disgrazia con le squadre di palla bianca, era scomparso dalla Coppa del Mondo ODI 2019, come al solito. visto come uno specialista di test.

Ma ha giocato nella BBL nel 2020 aiutando i Sydney Sixers a vincere il titolo in una serie di finali individuali uniche. Ha poi giocato 24 partite nelle tre stagioni successive dell’IPL, di cui nove prima della Coppa del Mondo T20 2021 negli Emirati Arabi Uniti, dove ha aiutato i Chennai Super Kings a vincere il titolo. Nel 2022, ha conquistato 20 wicket in 12 partite per i Royal Challengers Bangalore ed è diventato il principale giocatore di bowling new-ball nel cricket T20I salendo al numero 1 nella classifica di quest’anno dopo essere stato classificato fuori dai 200 nel 2020. Ma ha giocato a Hazlewood ha giocato solo sei test partite dall’inizio del 2020 e solo due negli ultimi 12 mesi.

Pat Cummins, il terzo membro del triumvirato australiano di bowling veloce in tre formati, ha giocato in IPL e Test cricket negli ultimi due anni, ma si è preso una pausa da varie serie internazionali ODI e T20I per tenersi fresco per le partite più importanti.

Il suo bowling T20 ha subito un destino simile a quello di Starc da quando ha ottenuto risultati eccezionali nell’estate 2019-20, dove ha giocato otto dei nove T20I e ha visto la sua classifica salire al numero 17 del mondo. Da allora, ha assunto il capitano di prova e ha mantenuto la sua classifica di miglior giocatore di bocce al mondo per tre anni consecutivi. Ma mentre le sue lunghezze impeccabili e le sue linee a grande ritmo nei test hanno prodotto wicket a secchiate, le stesse lunghezze sul ritmo sono state incontrate con colpi feroci nel cricket T20, al punto che è stato lasciato cadere da Kolkata Knight Riders la scorsa stagione. Ora è il 50 ° giocatore di bowling T20I classificato nel cricket mondiale.

È stato leggermente migliore di Starc in questo torneo, usando le sue consegne fuori velocità per contenere meglio gli avversari a volte, ma anche l’ex capitano dell’Australia Ricky Ponting ha sollevato la questione di essere escluso Cummins alla vigilia della partita in Afghanistan.

Questo lascia ai selezionatori australiani una decisione da prendere. Con il trio australiano in tre formati che ha ottenuto due volte una vittoria in Coppa del Mondo e un’uscita in Super 12 nell’arco di 12 mesi, cosa faranno in vista della Coppa del Mondo 2024 nelle Indie occidentali e negli Stati Uniti?

Ci sono specialisti australiani del T20 che costruiscono i loro curriculum di giorno in giorno. Nathan Ellis ha tutto il diritto di sentirsi offeso per non essere stato incluso nella rosa australiana della Coppa del Mondo poiché si è già affermato come il miglior giocatore di bowling della morte d’Australia nel cricket in franchising negli ultimi 12 mesi e ha giocato bene in due T20I ad alto punteggio a Mohali e Perth prima la Coppa del Mondo.

Il campo dei Caraibi e quello americano potrebbero anche richiedere due spinner specializzati, riportando Ashton Agar nell’equazione.

Cosa significa per Starc? Proprio come Hazlewood si è rivolto all’IPL dopo il suo snobbamento nel 2019, Starc sta seguendo lo stesso percorso dopo la sua ascia ad Adelaide? L’unico problema è che l’Australia gioca nove Test match prima dell’IPL del prossimo anno, e almeno cinque, forse sei se raggiunge l’ultimo World Test Championship, subito dopo.

Una cosa è certa, Starc non è più uno dei primi nomi sulla scheda della squadra australiana del T20.

Alex Malcolm è un editore associato presso ESPNcricinfo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *