Azione dell’Accademia: tutti gli obiettivi e le citazioni del fine settimana | notizia

Un sacco di gol in un fine settimana senza sconfitte per le nostre squadre dell’accademia, poiché i nostri under 21 hanno registrato una meritata vittoria contro l’Everton e i nostri under 18 hanno lottato duramente per un punto in trasferta a Manchester.

U21: Arsenal-Everton 3-1

La squadra di Mehmet Ali ha consolidato il nostro posto in vetta alla Premier League 2 con la nostra sesta vittoria stagionale domenica pomeriggio. Abbiamo preso un vantaggio all’inizio a Meadow Park quando Marquinhos ha scelto Catalin Cirjan, che ha aggirato il suo difensore e ha guidato un tiro di sinistro nell’angolo inferiore.

Dopo una breve perdita di concentrazione, l’Everton ha pareggiato durante il gioco, ma abbiamo recuperato il vantaggio solo dieci minuti dopo. Un bel pallone di Taylor Foran ha trovato Cozier-Duberry, il cui preciso taglio ha permesso a Mauro Bandeira di andare a casa per il suo secondo gol in altrettante partite.

Nel secondo tempo c’è stato più traffico a senso unico quando la difesa dell’Everton ha lottato per affrontare la coppia dinamica di Marquinhos e Cozier-Duberry su entrambi i lati, ed è stato il primo a estendere il nostro vantaggio a due con un potente tiro dall’interno. il luogo.

Parlando dopo la partita, Mehmet Ali ha rivelato che la nostra partenza veloce è stata una tattica deliberata: “Sono stato davvero contento di come abbiamo iniziato la partita. Abbiamo sempre voluto essere in vantaggio, cercavamo sempre di iniziare velocemente e dominare i nostri avversari. Ma abbiamo visto molte partite dell’Everton e loro iniziano sempre davanti. Quindi dobbiamo assicurarci di iniziare più velocemente di loro”.

Riflettendo sulla serie di risultati positivi per i Gunners nel fine settimana, Ali ha detto: “Un ottimo weekend per l’Arsenal. I nostri under 18 hanno avuto una giornata difficile ieri contro il Manchester United e hanno fatto delle ottime prestazioni.

“Avevamo tre under 16 che giocavano in quella partita, quindi merito a Jack, Birch e George che spingono davvero quei giocatori ed è quello che vogliamo fare. Vogliamo continuare a spingere tutti questi giocatori per dare loro le migliori possibilità di entrare in Mikel’s lato.”

Anche Mauro Bandeira, che ha ristabilito il vantaggio nel primo tempo, ha apprezzato la bella atmosfera del club.

“E’ fantastico. Ovviamente, ogni giorno siamo sul campo di allenamento l’uno con l’altro e soprattutto la prima squadra e le ragazze che stanno facendo bene. Quindi tutto il club è in fermento e non siamo solo noi. Sono tutti quelli che stanno riuscendo ed è bello che vedere.”

U18: Manchester United – Arsenal 3-3

In Premier League Cup, la squadra under 18 di Jack Wilshere ha raccolto un punto contro il Manchester United in un emozionante 3-3 fuori casa.

I padroni di casa sono passati in vantaggio con un rigore nei primi dieci minuti, ma abbiamo presto avuto la possibilità di pareggiare grazie al dischetto del capitano Bradley Ibrahim Cooly alla mezz’ora.

Nonostante i Red Devils abbiano ripreso il comando nel secondo tempo grazie a Ethan Williams, abbiamo risposto quasi immediatamente; questa volta, con un bel finale di Ethan Nwaneri. Il quindicenne era di nuovo a referto solo dieci minuti dopo con una splendida corsa in solitaria in mezzo al parco che si è conclusa con un potente colpo alle spalle del portiere dello United.

Il gol di Nwaneri ci ha portato in vantaggio per la prima volta nella partita, ma sfortunatamente la svolta non doveva esserci, dato che la Williams ha pareggiato per i padroni di casa prima del fischio finale.

Jack Wilshere era orgoglioso del carattere e della resilienza necessari per tornare da dietro due volte, ma ha detto che se lo aspettava dai nostri minori di 18 anni: “Non lo metto in dubbio con questi ragazzi. Parlo spesso con loro di essere coerenti. e di facendo le cose giuste. E lo fanno. Lo fanno ogni giorno in pratica e competono.

“Hanno lo spirito dentro di sé che trovano marcia in più quando le cose non funzionano. Sono felici di lavorare con quello. Un po’ di più per ottenere più obiettivi”.

“Sono delusi in questo momento perché non abbiamo vinto e penso che sia una buona cosa. Ho detto loro: ‘Siate delusi perché non abbiamo vinto la partita, ma sono orgoglioso di voi. Siate orgogliosi di voi stessi. ‘ È un posto difficile in cui venire e porta sfide diverse. Ho pensato che fosse un gioco davvero di alto livello, un gioco davvero buono per i ragazzi e il loro sviluppo”.

Bradley Ibrahim ha parlato della temporanea delusione della nostra squadra – “Penso che meritassimo di vincere la partita, ma tu conosci il calcio, devi combatterlo” – ma il centrocampista si sta ancora godendo il ruolo di capitano.

“Mi piace cercare di far andare i ragazzi. Hai visto nel primo tempo che non siamo nemmeno partiti, quindi stavo cercando di farci superare quella fase. Anche se eravamo d’accordo, andiamo avanti e non abbassiamo la testa. Noi continuare a lottare”.

Il 18enne Ibrahim si è recentemente allenato con la nostra rosa di Europa League, insieme a titolari regolari in prima squadra: “Vedendo quando vincono e come gestiscono gli alti e quando perdono, come gestiscono i bassi… è stato un grande esperienza e grande apprendimento intorno a loro.”

Copyright 2022 The Arsenal Football Club plc. Il permesso di utilizzare estratti di questo articolo è concesso con un credito appropriato dato a www.arsenal.com come fonte.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *