Panini appiccicosi e budini golosi: ricette per riutilizzare i croissant avanzati | Stile di vita australiano

Do hai più croissant di quanti ne sai fare? Ne hai mangiati più freschi di quanto non ammetti con nessuno (ma non posso biasimarti, il piacere di un croissant appena sfornato è qualcosa di cui non mi stancherò mai), ma del resto cosa fare di loro?

Niente paura, perché i croissant avanzati possono essere utilizzati in diverse applicazioni che trasformeranno un piatto classico in un vero spettacolo.

I croissant al forno si conservano particolarmente bene nei sacchetti Ziploc nel congelatore, pronti a saltare fuori in un attimo per creare un dessert degno di una cena.

Budino di croissant “pane e burro”.

Il budino di pane e burro non ha un aspetto molto glamour, ma lascia che te lo dica, questo budino colpisce oltre il suo peso.

Servi a cena gli ospiti con una pallina del miglior gelato alla vaniglia e li farai pulire i piatti. Ci sono anche alcune varianti, se vi sentite propensi a dare un tocco di sapore alla ricetta base.

Burro: il pane croissant e il budino al burro di Lune superano il suo peso. Foto: Pete Dillon

Servendo 10–12

6 croissant, vecchio di un giorno
4 uova
250 g di latte
250 g di crema densa
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
30 g di zucchero semolato

Imburrate uno stampo da plumcake e foderatelo con carta da forno. Schiacciate grossolanamente i croissant e disponete i pezzi nella teglia.

Nel frattempo in una ciotola sbattere le uova, il latte, la panna, l’estratto di vaniglia e lo zucchero per unire. Versate il composto di uova sui croissant e lasciate riposare per almeno 1 ora, lasciando che i croissant assorbano il liquido.

Preriscalda il forno a 160° ventilato. Cuocere il budino in forno per 45 minuti, o finché uno stecchino inserito nel budino non esce pulito.

Lasciar raffreddare completamente prima di togliere dallo stampo. Tagliare a fette spesse e servire con una pozza di crema che cola.

Variazioni

  • Invece di ridurre i croissant a tocchetti grossolani, tagliare i croissant e spalmarli con la crema di nocciole prima di adagiarli nello stampo da plumcake. Procedere secondo la ricetta sopra.

  • Per un tocco siciliano, mentre disponete i pezzi di croissant nello stampo da plumcake, distribuite a caso tra i pezzi di croissant un po’ di ricotta e cioccolato fondente tritato. Aggiungere la scorza grattugiata di un’arancia al composto di uova. Procedere secondo la ricetta sopra.

  • Scaldare dolcemente due cucchiai di rum in un pentolino, togliere dal fuoco e aggiungere 100 grammi di uvetta. Lascia in ammollo per un’ora. Distribuire l’uvetta imbevuta di rum sui pezzi di croissant. Unite al composto di uova un pizzico di noce moscata appena grattugiata.

Croissant con le dita due volte sfornati

I croissant alle mandorle sono stati sviluppati come misura di risparmio sui costi per i fornai francesi. Se a fine giornata sono rimasti dei croissant, vengono riservati e il giorno successivo sostituiti con sciroppo di zucchero e frangipane alle mandorle.

Prima di Lune, non avevo mai provato o assistito a un croissant cotto due volte che non fosse un croissant alle mandorle. Ma un giorno, ho chiesto: “Perché i croissant di tutti i giorni sono ripieni solo di frangipane alle mandorle?”

Se sei cresciuto in Australia o in Nuova Zelanda, è probabile che tu non sia estraneo al panino originale. È dotato di pane bianco zuccherato, simile per dimensioni e forma a un panino per hot dog. Tradizionalmente, include anche la frutta secca. La cosa migliore, di gran lunga, è la glassa dolciastro che si presenta in un paio di varietà; buon vecchio fondente, o la mia glassa al cocco montata preferita. Prima di mangiarle, le tagliate a metà e le spalmate di burro (e se i vostri golosi sono particolarmente esigenti, una generosa fetta di marmellata di fragole).

Finger bun croissant, ovvero croissant ricoperti di glassa al cocco e ripieni di marmellata di fragole, disposti su piatti rosa.
Croissant alle mandorle, ma fatelo un finger bun: un croissant due volte sfornato con un twist. Foto: Pete Dillon

Negli ultimi tempi c’è stata una piccola rinascita del vecchio panino con le dita e non c’è modo che manchi quella barca. Così è stato creato il panino con le dita due volte al forno di Lune e me ne sono innamorato all’istante.

Così facendo 6

6 croissantun giorno
Cocco secco
decorare

Per il jus fraise
500 g di fragole congelate
50 g di zucchero semolato

Per lo sciroppo di fragole
120 g di purea di fragole
250 g di jus fraise
(in cima)
500 g di acqua

Per la glassa montata al cocco
100 g di latte
100 g di crema densa
15 g di zucchero semolato
100 g di latte di cocco in polvere
filtrato
300 g di panna doppia

Per il frangipane al latte e cocco
200 g di burroa temperatura ambiente
200 g di zucchero semolato
Sale povero
2 uova
100 g di latte in polvere
75 g di cocco essiccato
75 g di farina di mandorle sbollentate

Per fare il jus fraise, mettete le fragole e lo zucchero in una ciotola resistente al calore e mescolate le fragole per ricoprirle di zucchero. Coprire bene la ciotola con pellicola trasparente.

Nel frattempo, portare a bollore una casseruola piena d’acqua per un terzo, quindi abbassare la fiamma per mantenere l’acqua a ebollizione. Metti la ciotola delle fragole e dello zucchero su una pentola di acqua bollente e cuoci per due o tre ore, finché le fragole non sono morbide, scolorite e il liquido inizia a gocciolare.

Togliere con cautela la ciotola dalla pentola (saranno entrambe molto calde) e lasciar raffreddare. Una volta fredde, scolate le fragole, separando la polpa del frutto dal liquido. Conservare il liquido (il jus fraise) e la polpa di fragole. La polpa di fragola è pura. Entrambi saranno necessari per lo sciroppo di fragole.

Per preparare lo sciroppo di fragole, mettere tutti gli ingredienti in un pentolino e mescolare a fuoco medio, portando lo sciroppo a bollore. Una volta bollente, togliere dal fuoco.

Per preparare la glassa di frusta al cocco, inizia una giornata prima. In una piccola casseruola, scaldare il latte, la panna e lo zucchero fino a quando non bolle. Aggiungere il latte di cocco in polvere e mescolare continuamente fino a quando il composto non raggiunge il bollore. Continuate la cottura per un paio di minuti, sbattendo, facendo addensare il composto.

Togliere dal fuoco e versare in una ciotola pulita resistente al calore. Mettere la pellicola sulla base di cocco per evitare che si formi la pellicina, quindi conservare in frigorifero per una notte.

Il giorno successivo, prima di servire i finger bun, mettete la ciotola della vostra planetaria in frigorifero per qualche minuto a raffreddare, quindi trasferite la base al cocco nella ciotola di una planetaria munita di frusta, con doppio crema. Se preferisci la glassa rosa, aggiungi una piccola goccia di colorante alimentare rosa. Montare fino a quando non si formano picchi rigidi. Stai vicino mentre frusta perché c’è una linea sottile tra una frusta perfetta e una spaccata!

Trasferire in una sac à poche con bocchetta tonda misura 11.

Per preparare il frangipane al latte e cocco, sbattere il burro, lo zucchero e il sale in una planetaria munita di una frusta piatta fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Aggiungere le uova una alla volta, continuando a sbattere e aspettando che ognuna sia completamente incorporata prima di aggiungere la successiva. Raschiare la ciotola dopo aver incorporato il primo uovo. Infine, con il mixer a bassa velocità, unire il latte in polvere, la farina di mandorle e il cocco essiccato. Ancora una volta, raschiate bene la ciotola, date un’ultima miscela a mano (con una spatola) per assicurarvi che tutti gli ingredienti siano ben amalgamati. Trasferite il frangipane in una sac à poche munita di bocchetta a stella misura 11.

Ora è il momento di assemblare, cuocere e finire. Preriscaldate il forno a 180° ventilato e foderate una teglia grande con carta da forno.

Usando un grosso coltello seghettato, taglia a metà i tuoi croissant. Spennellare bene il lato tagliato di entrambe le metà di ogni croissant con lo sciroppo di fragole caldo. Versare un sano velo di frangipane al latte e cocco sulla metà inferiore di ogni croissant.

Taglia un piccolo foro sulla punta di una sac à poche per la marmellata di fragole (da tre a quattro millimetri), quindi stendi un filo di marmellata sul frangipane. Ripetere per ciascuna delle sei basi per croissant.

Sostituisci la metà superiore di ogni croissant, metti a coppa la mano e fissa delicatamente ogni parte superiore.

Disporre i croissant preparati su una teglia foderata e cuocere per 20-25 minuti, fino a quando il frangipane non si sarà addensato all’interno. Verificatelo sollevando con cautela il coperchio di uno dei croissant con una forchetta e verificando la cottura del frangipane. Se sembra una pastella per torte, non è pronta. Infornate per qualche minuto e controllate di nuovo.

Sfornare e lasciare raffreddare completamente a temperatura ambiente. Se provi a glassare i panini con le dita mentre sono ancora caldi, la glassa si scioglierà e scivolerà via.

Lune: croissant tutto il giorno, tutta la notte

Una volta raffreddati, i panini con le dita possono essere trasformati in ghiaccio. Tenere la tasca da pasticcere con la frusta al cocco a un’estremità del croissant e iniziare a sbucciare, zigzag da sinistra a destra, aumentando lo zigzag man mano che ti avvicini al “naso” del croissant, quindi diminuendolo quando raggiungi l’altra estremità, mirando a forma di diamante. Ripetere per ciascuno dei sei croissant sfornati.

Il pezzo forte del panino con le dita è il cocco essiccato gommoso che avvolge la glassa di frusta al cocco. Tenendo con molta attenzione la pasta dal basso, immergi la glassa in una ciotola di cocco essiccato, assicurandoti di immergerla il più delicatamente possibile: non vuoi appiattire il tuo bel ricciolo di glassa. Servite subito!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *