I tifosi pagati e la squadra inglese mostrano che tutto è in vendita ai Mondiali del Qatar | Coppa del Mondo 2022

Rollo. Persone in vendita. Compreremo il tuo lavoro. Compreremo anche il tuo divertimento. Compreremo il tuo corno, le tue canzoni trionfalistiche. Noi siamo, mettiamolo in chiaro, compri i tuoi sentimenti. Quindi balla per noi. Mostra la tua passione per il progetto (o perdi i privilegi associati). Perché non commettere errori: quei sentimenti teneri, il desiderio di provare ed esprimere piacere, di mescolarsi allo spettacolo, appartengono ormai allo stato del Qatar.

C’è qualcosa di veramente scioccante nella storia che 40 tifosi dell’Inghilterra – compresi i membri della band inglese – e 40 tifosi del Galles sono stati pagati dal Qatar per partecipare alla Coppa del Mondo Fifa di questo mese; un senso, comune negli ultimi anni, di realtà che comincia a sfilacciarsi ai margini.

Secondo il rapporto del Times, e una storia simile in Olanda questa settimana, i fan di Inghilterra e Galles, insieme a sostenitori di altri 30 paesi, hanno firmato un codice di condotta che richiede loro di trasmettere messaggi positivi sull’essere in Qatar, di cantare canzoni come diretto e, forse in modo più inquietante, a rispondere ai post sui social media critici nei confronti della Coppa del Mondo del Qatar.

In cambio, la band inglese e i loro compagni Fan Leader riceveranno voli, biglietti, alloggio e £ 60 al giorno. “Dovrai alzarti in piedi, cantare la canzone/canto, sventolare le tue bandiere”, ha detto la guida del Qatar, aggiungendo in lettere rosse: “Sii pronto con la tua maglietta, bandiere e sciarpe per tifare e gridare”. Solo per essere chiari, è un grido. Non piangere, né urlare, né cadere in un pantano di malinconia.

C’è un romanzo sull’era della Grande Depressione intitolato They Shoot Horses, non è vero?, ambientato attorno a una gara di maratona di ballo su un molo di Santa Monica. Nel libro, un gruppo di giovani squattrinati viene pagato per ballare senza sosta in pubblico in cambio di cibo e premi in denaro per l’ultima coppia rimasta in piedi. Nel frattempo, i clienti paganti possono osservare l’agonia e l’esaurimento dei ballerini, la loro gioia forzata, le loro crisi mortali mentre girano sul pavimento.

Si spera che un destino simile non aspetti la band inglese, che gira intorno alla loro scaletta circolare, le mani piene di vesciche e insanguinate mentre cantano un’altra interpretazione della Grande Fuga, sognando di scavalcare i propri recinti di filo spinato, gli ugelli di tromba che si riempiono lentamente di lacrime, sudore e muco mentre le telecamere tornano indietro per un’altra ondata piena di crampi. Ecco i nostri lavoratori della felicità migranti, qui per decorare lo spettacolo imperiale con la loro gioia.

Certo, è facile ridere dell’Inghilterra. Eppure penso che dovremmo ancora ridere dell’Inghilterra, se non altro perché la risata è una risposta umana appropriata e non forzata.

E davvero, ti chiedi come si comporterà in pratica. I massaggiatori di immagini del Qatar suggeriranno una versione aggiornata della playlist standard? Nessuna resa all’egemonia sionista globale, forse. Un coro pre-partita di Ten British-Made RAF Joint-Squadron Typhoon Bombers. Per favore, non portarmi a casa, perché hai confiscato il mio passaporto. Inoltre, naturalmente, il classico Southgate You’re The One, You Still Turn Me On (But Not, Repeat Not, In A Gay Way).

Lo stadio Lusail fuori dalla capitale del Qatar, Doha. I nuovi stadi per la Coppa del Mondo costeranno più di 6,5 miliardi di dollari Foto: Karim Jaafar/AFP/Getty Images

È anche allettante chiedersi come dovranno apparire animati i volti dei tifosi inglesi a contratto per attenersi ai parametri concordati. Quanto sei felice, prima che il tuo pass per la metropolitana smetta di suonare?

Inoltre, ovviamente, c’è il punto ovvio che i capi dei tifosi inglesi si sono svenduti per una quantità di denaro deludentemente piccola. David Beckham ha ricevuto 15 milioni di sterline per la sua anima, anche se l’anima Beckham ha 75 milioni di follower su Instagram, una serie di cappelli da scudiero di campagna e la stanca delusione di chiunque pensi che sia bello quando è andata sulla copertina della rivista Attitude.

Soprattutto, dobbiamo anche ridere del Qatar, perché la risata è l’opposto della risposta progettata e può distruggere il futuro acquisto delle emozioni umane. E anche perché l’intero processo mostra un malinteso molto profondo su come le PR funzioneranno in pratica qui.

O forse? Fai un piccolo passo indietro ed è difficile evitare l’eco di un processo più ampio e dirompente. La verità è che la band ei loro co-fan a contratto non dovrebbero essere l’obiettivo finale del nostro disprezzo. Per essere onesti con i fan leader, all’epoca potrebbe essere sembrata una buona idea. C’è una crisi del costo della vita in corso. Qualsiasi tipo di lavoro occasionale è il benvenuto. Forse non è chiaro come apparirà e come suonerà al di fuori della loro stessa camera d’eco.

Alla fine, fondamentalmente fanno quello che fanno tutti gli altri intorno a questa Coppa del Mondo e alla versione del mondo che rappresenta, un luogo in cui i più ricchi e potenti sono liberi di esplorare la loro padronanza e controllo sui poveri e sugli abbondanti.

Quindi, a livello micro, abbiamo artisti del calibro di Beckham, che ha pagato ingenti somme per apparire infatuato di un falso mercato delle spezie, mentre affittava il suo profilo pubblico al miglior offerente; chi non è, si scopre, i gruppi emarginati che una volta sosteneva.

E all’estremità abbiamo il parlamento del Regno Unito, che ha passato l’ultimo anno a sfilare a nome del Qatar nel suo perizoma di gomma vulcanizzata come al solito. Dimentica i fan. È qui che dovrebbe essere diretto il nostro cinismo.

La scorsa settimana, l’Observer ha rivelato che il governo del Qatar aveva donato ai membri del parlamento doni per un valore di £ 251.208 nei 12 mesi fino a ottobre 2022, inclusi soggiorni in hotel di lusso con “grandi piscine”, viaggi in business class su Qatar Airways e una cena privata con Funzionari della Coppa del Mondo del Qatar. Per puro caso, alcuni di questi parlamentari lodano il Qatar o promuovono i suoi interessi nella casa della gente comune. “Non vi è alcun suggerimento che un parlamentare abbia infranto le regole”, osserva l’Observer. Tutto bene. Quindi cosa ci dice esattamente sulle regole?

E alla fine il lato goffo della gestione della fase di Coppa del Mondo ci sta probabilmente facendo un favore. La storia del Times chiamava “spie” i fan pagati dell’Inghilterra. Non lo sono davvero. Sono le cheerleader. Ma ci danno anche informazioni.

I fan pagati ci parlano nel modo più audace possibile delle violente forze transazionali in gioco durante questa Coppa del Mondo. Big Sport ci dice che alla fine tutto è in vendita qui, che le persone e le loro emozioni, le loro masse collettive di 8 miliardi di persone, sono al di fuori delle unità commerciali.

Questo è il punto più acuto di quello che chiamiamo “sportswashing”, le persone vengono letteralmente pagate per ballare e sorridere davanti alle telecamere in uno stadio infestato dai fantasmi dei lavoratori migranti. Lo stesso processo si applica anche ai media a pagamento, dove per molti punti vendita il mancato rispetto comporta una sanzione pecuniaria in clic e abbonati. È anche lì, appena sotto la fascia, nell’ultra lealtà tribale di alcuni tifosi di calcio, che sostengono il loro regime dispotico con i colori del club, qualunque cosa accada.

Il tipo di proprietà sfrutterà questi sentimenti, dall’essere usato come strumento di potere morbido allo spremere l’ultima goccia di denaro da lealtà indistruttibili. E mentre la band merita il nostro disprezzo, in una certa misura stiamo tutti marciando sulla stessa brutta melodia.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *